Chronicles of Inquisition

Bruce Springsteen non è un concerto rock. E' una religione.

50 libri in un anno 2012 edition January 2, 2013

Filed under: 50 libri in un anno — inquisit @ 5:20 pm

Libri letti dal 1mo gennaio 2012

Inquisition

1) Die trying -Lee Child 2) The watchman (Joe Pike) -R. Crais 3) La donna che si baciava coi lupi -G. Catalano 4) Tripwire -Lee Child 5) The first rule -R. Crais 6) The moment we found nirvana -N.Penn 7) Different seasons -Stephen King 8) Running blind -L. Child 9) The Greyfriar -C.&S. Griffith 10) 28 giorni dopo, graphic novel -Nelson, Shalvey, Filardi 11) In search of the Castaways -J.Verne 12) Comic-Con strikes again! -D. Wolf 13) Horror Movie Freak! -D. Sumner 14) World War Z: an oral history of the zombie war -M. Brooks 15) A killing in Iowa -R.Corbett 16) An unexpected twist -A. Borowitz 17) Are you lonesome tonight? -M. Shubaly 18) The righteous -M. Wallace 19) The wicked -M. Wallace 20) The servants of twilight -D. Koontz 21) The Kalinka affair -J. Hammer 22) Be still, my love -D. Hughes 23) Basic training -K. Vonnegut 24) Calico Joe -J. Grisham 25) The plague court murders – Carter Dickson 26) The wolf’s hour -R. McCammon27) Blue world – R.McCannon 28) Stinger -R.McCammon 29) The forever war – J. Haldeman30) A bad day for pretty -S. Littlefield 31) A Primer On Death -Michael W. Sherer 32) A bad day for mercy -S. Littlefield 33) Yours truly, Jack the ripper -R. Bloch 34) Hidden -K. Helliot 35) Collected Western Stories of Robert E. Howard 36) Born on the 4th of  july-  R. Kovic37) Edge of dark water -J. Lansdale 38) The Providence rider -R. McCammon 39) Frederica -G. Heyer 40) The unknown Ajax -G. Heyer 41) Grand Sophy -G. Heyer42)  Into the Black: Odyssey One -E. Currie43) The Boy in the Suitcase – L. Kaaberbol 44) Plain Jane: brunette beware -C.McCray 45) The bourning court -J. Dickson Carr 46) The thin man -D. Hammett 47) Too many women (nero wolfe) -R. Stout 48) The road to loas angeles – J. Fante 49) A ovest di roma -J. Fante 50) United Breaks Guitars: The Power of One Voice in the Age of Social Media -D. Carroll 51) What Our Eyes Have Witnessed (The Zombie Bible) -S. Litore 52) Greyhound -S. Piper 53) Gideon – J. Franck 54) Strangers in the Land (The Zombie Bible) 55) Alice in Deadland -M. Dhar 56) A kiss before dying -I. Levin 57) Strangers on a train – P. Highsmith 58) Gone Girl: A Novel – G. Flynn 59) The Sour Lemon Score: A Parker Novel -Richard Stark 60) Plain Jane -C. McCray 61) Sharp objects -G. Flynn 62) Pirates latitudes -M. Crichton 63) Winter world -K. Follett64) Zero day- D. Baldacci 65) Persuasion -J. Austen 66) Only time will tell -J. Archer 67) The sins of the father -J. Archer 68) Pines -B. Crouch 69) No easy hope -J. Cook 70) Rendez vous -N. DeMille 71) 999 new stories of horror – A. Sarrantonio 72) Stephen King a short story – C. Dougherty 73) the immortal circus -A.H. Kahler 74)

Monica Timshel

1) Chi massaggia il manzo di Kobe? – A. Ballarini 2) Il trono di spade – Giorgino! 3) Il grande inverno -GIORGINOOO 4) Il regno dei lupi -Giorgino 5) La Regina dei draghi -Giorgino! 6)Tempesta di spade -GIOR GI NO 7) I fiumi della guerra -GIORGINO 8) Il portale delle tenebre – GIORGINOOOO 9) Il dominio della regina -Gior gi no 10) L’ombra della profezia -Giorgino10) I guerrieri del ghiaccio – GiorGINOOOOO 11) Via col vento – M. Mitchell 12) La valle dell’Eden – j Steinbeck 13) I fuochi di Valyria – G- R- R.- Martin 14) Il meglio che possa capitare a una brioche, PAblo Tusset 15) Il grande nulla – James Ellroy 16) L’esattore – Petros Markaris17) White jazz -J. Ellroy 18) L.A. Confidential -J. Ellroy 19) Difesa a zona -P. Markaris 20) Si è suicidato il Che –P. Markaris 21) La lunga estate calda del commissario Charitos-P. Markaris22) Prestiti scaduti – P. Markaris 23) La balia -P .Markaris 24)  Donne – C. Bukowski 25) Un castello di inganni – Elizabeth George 25) La donna che vestiva di rosso -E. George

Grinderman

1) La Dodicesima Carta –  J. Deaver 2) L’Uomo Scomparso -J. Deaver 3) Ceneri -K. Reichs 4)Morte di lunedì -K. Reichs 5) Jeffery Deaver – La Finestra Rotta 6) La Luna Fredda -J. Deaver7) Kathy Reichs – Carne e ossa 8) Kathy Reichs – Ossario 9) Robert Wilson – L’Uomo Di Siviglia10) Winslow Don – Il potere del cane 11)  A dance with dragons (finalmente) GIOR GI NO! 12)

Annette 

1) Der bonus (the insider) -S.Frey 2) Level 9 -D.Morrell 3) Disco for the departed- C.Cotterill 4)The lost symbol -D. Brown 5) Last exit to Brooklyn- H. Selby 6) The (in)official instructions for the use of the kindle e-book-reader in German 7) Sorry, wir haben die Landebahn verfehlt -S. Orth e A. Blinda 8)Sühnetag (=worst case) -J. Patterson 9) Love over Scotland – A. McCall Smith10) Sacred -D. Lehane 11) On the street where you live -M.Higgins Clark 12) Il trono di spade -Giorgino 13) Il grande inverno – GIORGINO 14) Der Schwarm – F. Schätzing 15) Nicht lustig – Joscha Sauer 16) Der weisse Neger Wumbaba – Axel Hacke & Michael Sowa 17) Artemis Fowl and the time paradox – E. Colfer 18) Wanted (Gehetzt) – K. Wozencraft 19) Martin Misunderstood (Unverstanden) -K. Slaughter 20) Thomas Grey, Philosopher Cat (Pembrokes Katze) – P.J. Davis 21) Stalin’s Ghost (Stalins Geist) – M. Cruz-Smith 22) L’isola della paura – D. Lehane  23) Fletcher Moon – E. Colfer 24) Darum – D. Glattauer 25) Die Nacht des Zorns (L’armée furieuse) – Fred Vargas 26)  Boot Camp – Morton Rhue 27) Wind Singer – William Nicholson 28) La strada per Los Angeles – John Fante 29) Das Herz einer Löwin (Lioness) – Kathrine Scholes 30)  Dead or Alive – Tom Clancy  31. Mordshunger – Frank Schätzing32)  Himmel über der Heide – Sofie Cramer; 33) Stoßgebet (Breakneck) – Erica Spindler34) Moonlight Mile – Dennis Lehane 35) La strada delle croci – Jeffrey Deaver 36) Erinnerungen an einen schmutzigen Engel – Henning Mankell; 37. Accecati dalla luce – Gianluca Morozzi38) Der 13. Apostel (Gospel) – Wilton Barnhardt; 39) Mein deutsches Dschungelbuch – Wladimir Karminer; 40) Bruno, Chef de Police – Martin Walker 41) Schwarze Diamanten – Martin Walker42) Das Orakel von Port-Nicolas – Fred Vargas 43) Das Teufelsspiel – Jeffrey Deaver  44)Gebrauchsanweisung für die Welt – Andreas Altmann 45)  Gottlos – Karin Slaughter 46)Delikatessen – Martin Walker 47) Mondberge – Andreas Klotz & Stephan Martin Meyer 48) Life of Pi – Yann Martel 49) Il prigioniero del Cielo – Carlos Ruíz Záfon 50) Schattenblume – Karin Slaughter FOCACCINE! FOCACCINE FOR EVERYBOZYYYY!!! CINQUANTA LIBRIIII!!!! 51) Verstummt – Karin Slaughter

Bibbywan

1) The Namesake – J. Lahiri 2) Midnight’s Children – S. Rushdie 3) The Waste Land — T. S. Eliot 4) Lord of the Flies – W. Golding 5) La Manomissione delle Parole – G. Carofiglio 6) L’Arte di Correre – H. Murakami 7) Persepolis – M. Satrapi 8) Il Portogallo è un’isola – M. Miranda 9) Ma cosa vuoi che sia una canzone – G. Antonelli 10) Il Corridore – M. Olmo 11)Open -A. Agassi 12)

Paola The River

1) Pastorale americana -P. Roth 2) Bonjour tristesse -F. Sagan 3) 22/11/63 -Stephen King 4) Il college delle brave ragazze -R. Newman 5) Tony e Susan -A. Wright 6) Il trono di spade -Giorgino7) Il grande inverno -GIORGINOOO 8) Il regno dei lupi – GIORGINOOOOOOOOOOOO 9)Mildred Pierce -JAMES MC CAIN 10) Follia -P. MCGRATH 11) FAI BEI SOGNI di Gramellini12) NOBODY di Charlotte LInk 13) SOSTIENE PEREIRA di Tabucchi 14) MOLTO FORTE, INCREDIBILMENTE VICINO di J.SAFRAN FOER 15) LIBERTA’ di Franzen 16) LE NOTTI DI SALEM, il Re. Devo dire qualcosa? No! 16) IL CLUB DEGLI INCORREGGIBILI OTTIMISTI – j.m. GUERNASSIA 17)
KAFKA SULLA SPIAGGIA – H. MURAKAMI 18) CARRIE- S. KING 19) IO NON HO PAURA- N.AMMANITI 20) LA REGINA DEI DRAGHI- GIORGINOOOOOOOOOOOOO 21)

andrea sartorati

1) Nel mare ci sono i coccodrilli -F.Geda 2) La vita è uno schifo -L.Malet 3) La guida galattica per gli autostoppisti- D. Adams 4) Gli scarafaggi non hanno re-  D. Weiss 5)  Disturbo della quiete pubblica -R. Yates 6) Tu sei il male -R. Costantini 7) Cuore di cane – M. Ramsland 8) Un’ultima stagione da esordienti – C. Cavina 9) Il centravanti è stato assassinato verso sera – M. V. Montalban 10) Il club degli incorreggibili ottimisti – J. M. Guenassia 11) Sono io che me ne vado – V. Bellocchio 12) Ho perso la verginità durante una puntata di Ok il prezzo è giusto – Trentamarlboro 13) Bea vita! – R. Bugaro 14) Le singolari memorie di Thomas Penman – B. Robinson 15) Sonny Liston era mio amico – T. Jones 16) Più forte di me – R. Campo 17) Tre volte all’alba – A. Baricco 18) Questo bacio vada al mondo intero – C. McCann 19) Malinverno – F. Lubrano 20) La banda degli invisibili – F. Bartolomei 21) La libreria del buon romanzo – L. Cossè22) Xy – S. Veronesi 23) La vita istruzioni per l’uso – G. Perec 24) Jpod – D. Coupland 25) Hey Nostradamus – D. Coupland 26) Respiro corto – M. Carlotto 27) Eleanor Rigby – D. Coupland28) Facebook in the rain – P. Mastrocola 29) Il momento è delicato – N. Ammaniti 30) Zigulì – M. Verga 31) Stoner – J. Williams 32) Il meglio di Novantesimo Minuto – M. Giusti 33)Generazione X – D. Coupland 34) Serena variabile – E. Genghini & G. Morozzi 35) Da un’altra carne – D. De Silva 36) Motel life – W. Vlautin 37) L’uomo fuco – G. Morozzi 38) Microservi – D. Coupland 39) Diario di scuola – D. Pennac 40)  Tony Pagoda e i suoi amici – P. Sorrentino 41)Mani nude – P. Barbato 42) I segreti di Maxwell Sim – J. Coe 43) Se ti abbraccio non avere paura – F. Ervas 44) Pantumas – S. Niffoi 45) Coral Glynn – P. Cameron 46) A volte ritorno – J. Niven47) L’eleganza del riccio – M. Barbery 48) Open – A. Agassi 49) Lo scrittore deve morire – G. Morozzi & H. Zed 50) Comunque vada non importa – E. Caruso 50 LIBRI IN UN ANNOOOOO!!! PEPPEPEPPPE’, PARTE IL JAMES BOND THEME, PARAPPARAPPARAAAAAA!  51)  Un giorno questo dolore ti sarà utile – J. Cameron 52) La cortina di marzapane – H. Zed 53) Quella sera dorata – J. Cameron 54) A spasso con Bob – J. Bowen 55) 1Q84 Libro Terzo – H. Murakami 56)  La sacra famiglia – D. Coupland 57) La zolfa – H. Zed 58) Agnes Browne mamma – B. O’Carroll 59) Bassotuba non c’è – P. Nori 60) Il buttafuori – G. Specchia 61) La sicurezza degli oggetti – A.M. Homes 62) Imerio – M. Ballestracci63) Dio odia il Giappone – D. Coupland 64) Dalla parte del fuoco – R. Bugaro 65)  Le mille luci di New York – J. McInerney 66) Belushi. Una biografia – J. Belushi Pisano 67) Scavare una buca – C. Cavina 68) La vita dopo Dio – D. Coupland 69) Alle radici del male – R. Costantini 70) Storia di Natale – C. Dickens 71) Forzxa Bologna! – G. Morozzi 72) Una buona scuola – R. Yates

Monichina

1) IT – S.King 2) In giardino non si e’ mai soli – P. Pejrone 3) Dai diamanti non cresce niente – S. Dandini 4) Fai bei sogni – M. Gramellini 5) Il vero giardiniere non si arrende P.Pejrone 6) Un giardino mediterraneo Lavinia Taverna 7) La confraternita dei giardinieri – Andrea Wulf 8)Maggie ragazza di strada – Stephen Crane 9) Memorie di un vecchio giardiniere – Reginald Arkell10) I materiali del killer – Gianni Biondillo 11) Just kids – patti smith 12) Big Man (che aggiungo?) – 13) A volte ritorno -john niven 14) L’ultimo cavaliere (la torre nera 1) – S. King 15)

Azzia

1) In città zero gradi -D.Glattauer (non compratelo!) 2) I contendenti -J. Grisham 3) I messaggi segreti dei fiori -M.Kirby 4) The help- K. Stockett 5) Resta con me -E.Strout 6) Un albero cresce a Brooklyn -B. Smith 7) In giardino non si è mai soli -P.Pejrone 8) Il vero giardiniere non si arrende -P. Pejrone 9) 1q84 I -HaruKi Murakami 10)  New york l’isola delle colline -M. Maffi 11) Blue nights – J. Didion 12) Stoner -J. Williams 13) Lo spettro del ghiaccio – R. Davenport-Hines 14)Venivano tutte per mare – J. Otsuka 15) Shibumi – Trevanian 16)    Niente si oppone alla notte -D. de Vigan 17) Cani selvaggi – H. Humphreys 17) Rispetto – R. Mordacci 18) Suite francese  – irene nemirovsky 19) Guida rapida agli addii -Anne Tyler 20) Lucernario – josè saramago 21)Americana – don delillo 22) rosa candida -Audur Ava Ólafsdóttir 23) Il senso di una fine – julian barnes 24) Sinfonia leningrado – sarah quigley 25) l’età dei miracoli di Karen Thompson 26) di cosa parliamo quando parliamo di Anne Frank di Nathan Englander 27) diario di un senza fissa dimora – marc augè 28)storia naturale di una famiglia” di Ester Armanino 29) Il tempo è un bastardo – jennifer egan 30) La simmetria dei desideri -eshkol nevo 31) Sofia si veste sempre di nero – paolo cognetti 32) neuland – eshkol nevo 33) 1q84 II -HaruKi Murakami 34) Il piantagrane – Marco Presta 35) La logica del desiderio – Giuseppe Aloe 36) La porta – Magda Szabo 37) Nel limbo – Rosamund Lupton 38) Il giardino delle pesche e delle rose-  Joanne Harris39) Gli innamoramenti- Javier Marias 40) Quel che ora sappiamo – Catherine Dunne 41) Il libro segreto delle cose sacre – Torsten Krol 42) Ti seguo ogni notte – Luca Bianchini 43) L’ etica protestante- Eric Fuchs 44) Vita di Pi – Yann Martell

Angela

1) Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve -J. Jonasson 2) Runaway American Dream – L. P Masur 2) Lo scrittore fantasma -N. Zuckerman 3) Zuckerman scatenato -N. Zuckerman 4)La lezione di anatomia -N. Zuckerman 5) L’Orgia di Praga -N. Zuckerman 6) I Terribili Segreti di Maxwell Sim -J. Coe 7)  I nove Racconti -J.D Salinger 8) L’anello del Re-Marco Buticchi9)  Jagger -Marc Spitz 10) Dance. Dance, Dance- Haruki Murakami 11)  L’arte di correre- Haruki Murakami 12)  Mr Gwin- Alessandro Baricco 13) Zia Mame- Patrick Dennis 14) L’allegra apocalisse- Arto Paasilinna 15)  Chiedilo al dottor Ozzy-Ozzy Osbourne 16)  Bahia –Jorge Amado17)  Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte-Mark Haddon 18) Il torto del soldato-Erri De Luca 19) Pure and Easy-Eleonora Bagarotti 20)  Mare al mattino-Margaret Mazzantini 21) I pesci non chiudono gli occhi-Erri De Luca 22) Odore di chiuso, by Marco Malvaldi

Orra

1) Lo schiaffo – C.Tsiolkas 2) Irlanda gentile – E. Enfield 3) Mildred Pierce – James M. Cain 4) Brucetellers – AAVV 5) Big Man, storie vere e racconti incredibili – Clarence Clemons e D. Reo 6) Il postino suona sempre due volte -J. M. Cain 7)  A volte ritorno – J.Niven 8)  Non ti addormentare – S.J. Watson 9) Il tempo è un bastardo -J. Egan 10)  Fast food nation. Il lato oscuro del cheesburger globale – E. Schlosser 11) Tu sei il male -R. Costantini 12) Io sono leggenda – Richard Matheson 13) The box e altri racconti – Richard Matheson 14) Christian il leone – A. Bourke, J. Rendall 15) Proprietà privata – R. Yates 16) Miami Blues – C. Willeford 17) Hunger Games – S. Collins 18) Ricomincia da te – Paola Pesatori 19) A spasso con Bob. James Bowen 20) Le balene lo sanno. Viaggio Nella California Messicana. Pino Cacucci 21)  Amabilmente condannato a moglie. Alessandro Venturini 22)  Storia di un ristorante italiano in Cina. Giovanni Messori  23)  Bed time. Alberto Marini 24) America Perduta. In viaggio attraverso gli Usa. Bill Bryson 25) Enter Night. La storia dei Metallica. Mick Wall. Yeah \m/ 26) Semiotica, pub ed altri piaceri. Alexander McCall Smith 27)  Endurance. L’incredibile viaggio di Shackleton al Polo Sud. Alfred Lansing 28) Una casa a New York -A. Gopnik 29) Il linguaggio segreto del corpo. Anna Guglielmi 30) Happy birthday, Nebraska. Andrea Scanzi 31)  L’enigmista. John Verdon 32) Born tu run -Dave Marsh 33) Hud il selvaggio. Larry McMurtry 34)  La droga fa bene. Lisa C. Carver 35)  Alice nel paese delle meraviglie. Lewis Carroll 36)  Shibumi. Trevanian 37) Burn Babylon Burn, il fuoco indimenticabile di Bob Marley. Marco Denti 38) Un calcio in bocca fa miracoli. Marco Presta 39) Scatola nera. Jennifer Egan 40) Le ultime 5 ore. Douglas Coupland 41) Memorie di un’infamia. Lydia Cacho 42) Stoner. John E. Williams 43) Adesso basta. Simone Perotti 44)  Il segreto delle ossa. Robin cook  No no no ed ancora no. Babba bia. 45)  Non abitiamo più qui. Andre Dubus 46) I fuochi di Valyria – George R.R. Martin. 47) Il giocattolaio – Stefano Pastor 48) Raise your hand: adventures of an american Springsteen fan in Europe – Caryn Rose. 49) Di tutte le ricchezze –Stefano Benni.

Il Santo

1) 22/11/63 – S. King 2) Come Hitchcock ha realizzato Psycho-  S.Rebello 3) Roma caput vini- G.Negri / E. Petrini 4) Il tempo è un bastardo – J.Egan 5) Tre atti e due tempi -G. Faletti 6)Buono pulito e giusto -C. Petrini 7) Tu sei il male -R.Costantini 8) Le balene lo sanno -P. Cacucci9)  L’assassino che è in me – J. Thompson 10) Yellow medicine -A. Neil Smith 11)Shibumi -Trevanian 12) Dublinesque – E. Vila Matas 13) La droga fa bene -L.C.Carver 14) Big Man -C. Clemons D. Reo 15)

Naza

1) 1q84 I -Murakami Haruki 2) 1q84 II -M. Haruki 3) 1q84 III -H. Murakami 4) Lettera ad un bambino mai nato -O. Fallaci 5) How to be a woman- Caitlin Moran 6) Trafficked- Sophie Hayes7) Fai bei sogni -M. Gramellini 8)

Nondimeno Marti

1) Vergogna – J. M. Coetzee 2) La ragazza che si baciava con i lupi -G. Catalano 3) Gli indifferenti – A. Moravia 4) Ti amo ma posso spiegarti – G. Catalano (che ero convinta di aver già scritto ma evidendemende no) 5) Una morte dolcissima -S. de Beauvoir 6) Un matrimonio in provincia -M. Colombi 7) Sostiene Pereira – A. Tabucchi 8) Stupore e tremori -A. Nothomb 9)Metafisica dei tubi -A. Nothomb 10) Sabotaggio d’amore” di Amelie Nothomb 11) Il pesce scorpione – Nicolas Bouvier 12) La polvere del mondo – Nicolas Bouvier 13) Lisbona. Quello che il turista deve vedere – Fernando Pessoa 14) Il Portogallo è un’isola – Miranda Miranda 15) Oltre la fine dei viaggi – Luigi Marfé 16) L’uomo duplicato – josè saramago 17) Fontamara – ignazio silone 18) Nudi e crudi – alan bennett 19) Addio alle armi -ernest hemingway 20) Il porto sepolto21) Le notti bianche – F. Dostoevskij 22) Non avevo capito niente – diego de silva 23) Le correzioni, di J. Franzen.   24)Le piccole virtù di Natalia Ginzburg,

Uollas

1) L’Atlante di smeraldo -J. Stevens 2) America perduta -B. Bryson 3) Chiedi alla polvere -J. Fante4) Yeats è morto! -AA.VV 5) Niente da perdere -L. Child 6) Il potere della spada -Wilbur (senza “n”) Smith 7) Two Much – Donald E. Westlake 8) Malcom Bosse – Il signore della guerra (1984)9) Lungo i vicoli del tempo -L. Fabriani 10) Jon Brandon – Dark Florida (2012) 11)  A volte ritorno – John Niven 12) Finestra sul vuoto -R. Chandler 12) I fuochi dell’ira -w. smith 13) 2012 La fine del mondo -Steve Alten 14) Nelle nebbie del tempo -Lanfranco Fabriani 15) Il chirurgo – Tess Gerritsen 16) L’uomo che credeva di essere se stesso” di David Ambrose 17) 25 racconti del terrore vietati alla TV presentati da Alfred Hitchcock, AAVV 18)Il giorno dopo domani – Alla Folsom 19) Bruce – Ames Carlin.

Anna Littlemax

1) 22/11/63 -S. King 2) Le memorie di Adriano -M. Yourcenar 3) Il club degli incorreggibili ottimisti – J.M. Guenassia 4) L’amore paziente -A.Tyler5) I vent’anni di Luz -E. Osorio 6)Finestre di Manhattan -A. M. Molina 7) Le voci di Petronilla -R. Schira 8) Anna Karenina -L. Tolstoj 9) Memorie di un vecchio giardiniere – Reginald Arkell 10) Casa d’altri – Silvio D’Arzo11) L’eleganza del riccio – Muriel Barbery 12) Il club delle grandi speranze – J.R. Moehringer13) Cafè Julien – Dawn Powell 14) Suite francese – Irene Nemirovsky 15) Il Regno dei Lupi 16) La Regina dei Draghi 17) Tempesta di Spade 18) I Fiumi della Guerra 19) Il Portale delle Tenebre 20) Il Dominio della Regina 21) L’Ombra della Profezia 22) I guerrieri del ghiaccio 23) I fuochi di ValiryaGIORGINO 24) L’aiuto -K.Stockett 25) Il cimitero di Praga -U. Eco 26) Guerra e pace -L. Tolstoj27)  L’ultimo dei Savage -J. McInerney 28) Le mille luci di New York -J. McInerney 29)

Luca Lanini

01_T. Avoledo, Le radici del cielo 2_W. Kotzwinkle: L’orso che venne dalla montagna 03_A. Camilleri, Il birraio di Preston 04_AA.VV. S’hann fatt’ a Batmobil 05_M. Sconcerti, Storie delle idee di calcio 06_C. Ferey, La gamba sinistra di Joe Strummer 07_L. Colombati, Nebraska 08_S. Reynolds, Retromania 09_K. Richards, Life 10_A. Garlini, La legge dell’odio 11_J. Bazell, A tuo rischio e pericolo 12_J. Niven, A volte ritorno 13_G. De Cataldo, I traditori 14_ J. Goodwin, L’occhio del diavolo 15_A. Ghirelli, Storia di Napoli 16_S. King, 22/11/63 17_R. Graves, Io, claudio 18_R. Graves, Il divo Claudio 19_G. Haefs, Roma 20_A. Barbero, Lepanto 21_J. Goodwin, i signori degli orizzonti 22_D. Kagan, The Peloponnesian War 23_D. Eggers, La storia del capitano Nemo 24_G. Morozzi, Cicatrici 25_R. Imperatore, Benvenuti in casa Esposito 26_AA.VV., Brucetellers

COMMENTI

NEWER

  1. inquisit
    Jan 01, 2012 @ 16:59:48 [Edit]

    qua si lavora come schiavi ad aggiornare paggine e nessuno che mi da’ soddisfasioni, ecco

    REPLY

  2. Paola
    Jan 01, 2012 @ 17:32:36 [Edit]

    Che emozione!!!
    Senti carissima ma sto diamine di Giorgino come fa all’anagrafe? Mi avete frantumato tutto l’anno, adesso lo voglio leggere anche io! :-)

    REPLY

  3. inquisit
    Jan 01, 2012 @ 17:39:18 [Edit]

    ahaaaahhh mancavi solo te nel gorgo!
    alora
    devi comprare George R Martin, 2 libri, perchè in inglese è uno solo e in italiano lo han diviso in due, perciò se ne compri uno solo ti finisce a metà e resti lì come un pippero:
    Il Trono di Spade
    Il grande inverno
    tadaaaaaaaaaaa!

    REPLY

  4. Paola
    Jan 01, 2012 @ 17:46:03 [Edit]

    mi sono dimenticata un libro!!
    dopo Misery ho letto “ABBIAMO SEMPRE VISSUTO NEL CASTELLO” di Sherley Jackson, che è la mamma degli scrittori del terrore, ispiratrice di King. Leggetela!

    REPLY

  5. inquisit
    Jan 01, 2012 @ 18:03:37 [Edit]

    ah sì la conosco, perchè io seguo sempre il Re e i suoi consigli :-) ,
    avevo letto la Casa degli invasati, che il Re descrive per bene nel saggio On writing

    REPLY

  6. inquisit
    Jan 02, 2012 @ 16:28:01 [Edit]

    Ma parlando del Murakami, ma in italia il libro è cumulativo? perchè in America ci sono Tomo I(1ma e 2nda parte) e Tomo II. Qua com’è l’istoria?

    REPLY

  7. Angela
    Jan 02, 2012 @ 21:29:19 [Edit]

    A quanto so io il Murakami nuovo è diviso in tre parti in Giappone, In Italia sono già uscite (insieme) la prima e la seconda. la terza uscirà in Ottobre 2012. Lo dice Wikipedia (e non solo lei). http://it.wikipedia.org/wiki/1Q84
    Haruki Murakami, 1Q84, Einaudi, 2011, pp. 724, traduzione a cura di Giorgio Amitrano. ISBN 88-06-20379-5
    Tale edizione, disponibile nelle librerie a partire dall’8 novembre 2011, copre i primi due libri dei tre della divisione originale giapponese.[2].
    Il Libro 3 di 1Q84 uscirà nell’Ottobre del 2012.
    dichiaro qui che Io partecipo a 50 libri 2012 edition. :-)

    REPLY

  8. inquisit
    Jan 03, 2012 @ 13:31:08 [Edit]

    ahahahah bene, brava Angelina
    Allora è come in America, solo che là la terza parte è già uscita. BEEEENE. Frampo’ lo comprerò.

    REPLY

  9. annalittlemax
    Jan 04, 2012 @ 07:44:17 [Edit]

    Due titoli per chiudere il 2011:
    Roberta Guaspari – La musica del cuore
    Giuseppe Pontiggia – La grande sera

    Ho iniziato l’anno nuovo con il Re e il suo 22/11/1963. Non l’ho ancora finito me è questione di poco.

    REPLY

  10. nondimeno
    Jan 04, 2012 @ 11:30:57 [Edit]

    Io affronto il 2012 in modalità “sfondamento” con i primi due titoli.
    (in realtà, come annunciato, il primo l’avevo già quasi finito quattro giorni fa, il secondo è una raccolta di poesie di cui dovevo leggere le ultime.
    Quindi sono un ariete quaqquaraqquà, però ecco li titoli.

    “Vergogna” di J. M. Coetzee
    “La ragazza che si baciava con i lupi” di G. Catalano

    Il primo non saprei dire se mi è piaciuto fino in fondo. Sicuramente non mi è dispiaciuto, ma c’è qualcosa nel personaggio di David, e nella storia in sè, e soprattutto nel personaggio della figlia Lucy, che è a tratti irritante. Certe volte leggendo mi veniva da bianchettare interi paragrafi e far andare le cose diversamente. Ma questo è un problema mio credo :)

    Invece il secondo lo consiglio very much. Guido Catalano è un poeta torinese, un genio, che tutti dovrebbero conoscere, vedere almeno un reading, sentire almeno una volta la sua erre. http://www.guidocatalano.it/ (youtube pullula di sue letture)

    REPLY

    • Anette
      Jan 09, 2012 @ 22:28:28 [Edit]

      ho letto anch’io “vergogna”…..
      irritante é la aprola giusta…..
      mi ha lasciato di stucco a certi tratti……
      forse per noi é una storia al limite della fanatscienza……ma la cosa orribile é che nel sudafrica di oggi – la cosa potrebbe essere pur troppo realistica……

      REPLY

  11. nondimeno
    Jan 04, 2012 @ 11:31:47 [Edit]

    perchè mi chiamo nondimeno? sono Marti :/

    REPLY

  12. inquisit
    Jan 04, 2012 @ 12:28:13 [Edit]

    NONDIMENO???

    REPLY

  13. nondimeno
    Jan 04, 2012 @ 12:44:58 [Edit]

    non capisco. o non ricordo.

    REPLY

  14. inquisit
    Jan 04, 2012 @ 12:52:48 [Edit]

    Il mistero si infittisce

    REPLY

  15. monica
    Jan 04, 2012 @ 13:13:05 [Edit]

    Letti:

    Chi massaggia il manzo di Kobe? – A. Ballarini
    Il trono di spade – G. R. R. Martin

    Monica

    REPLY

  16. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 04, 2012 @ 16:32:59 [Edit]

    oh ma qua già si è iniziato alla grandissima!!
    e anco me ho finito il primo libro del 2012. molto ma di molto sversa pecchè il primo libro na sòla fuori ordinanza. mia colpa mia colpa mia grandissima colpa perchè come spesso accade mi sono lasciata incantare dalla copertina. eccheceppa. esso libro s’antitola “in città zero gradi” di daniel glattauer.
    bè vabbè posso solo dire: NON COMPRATELO. oltre che inutile, anche noioso, ma parecchio.
    per quanto riguarda l’haruki ha già detto tuttottutto Angela, io cellò, ma devo da aspettare il momento propizio per incominciarvecelo.
    invece tudei, tragitto casa-ufficio ho acchiappato un bel grisham, che sarà un po’ sempre la stessa zuppa, epperò si fa leggere. si me tradisce pure lui mi innervosisco, ve lo dico.

    REPLY

  17. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 04, 2012 @ 16:33:40 [Edit]

    dimenticavo…BELLISSIMO CHE GIA’ LA CAPA CI HA SISTEMATO IL BLOGGO!!! BBRAVAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    REPLY

  18. inquisit
    Jan 04, 2012 @ 17:03:08 [Edit]

    E’ un piacere, vivo per servirvi.

    Sìsì è inutile che t’innervosisi, io te l’ho detto, te debi buttà su Connelly, ne hai letto uno solo su 22, NUN CE SIAMO. Te lo ribadisco NON SI FA così con connelly. EEEEH no.

    REPLY

  19. dievel
    Jan 05, 2012 @ 08:43:42 [Edit]

    Presente. Quest’anno presente. Che la Inqui ha traslocato il blog e quella merda di splinder non c’è più. Dunque, in nuovo di King non vale perchè l’ho finito prima di capodanno, quindi un cazzo, però bellobellobello. Non sono un amante dei Re, mi piace ma non stravedo. IT neanche l’ho finito e La torre nera mi fa cagare.
    Detto questo, il primo libro del 2012 è “Mani nude” di Paola Barbato.
    Paola Barbato è una, brava, sceneggiatrice di Dylan Dog e il suo esordio su romanzo “Bilico” mi era piaciuto assaje. Questo secondo romanzo è morto in libreria, non se l’è filato nessuno, pochissime recensioni. E infatti ha vinto il Premio Scerbanenco nel 2008.
    Qui potete vedere il booktrailer http://youtu.be/bLL3tCm4RLA
    qui invece (ancora per pochi giorni visto che è su Splider) il blog del romanzo:http://maninude.splinder.com/ Copertine scartate, brani dal libro, spiegazioni.
    Il libro è crudo. Ma crudo davvero. Non è splatter, è angosciante. Provate ad immaginarvi cosa provereste voi a sentirvi dire “o lo ammazzi o vieni ammazzato. Scegli”.
    Finale con colpo di scena da “sbadabam!” che rimani con la mascella aperta.
    Non esiste una versione economica (anche perchè il libro non ha venduto praticamente nulla) ma lo trovate online ametà prezzo; con 9€ viene via bello paciarotto (su IBS addirittura a 8€). Ovviamente esiste anche in versione ebook.
    Qui http://books.google.it/books/about/Mani_nude.html?id=xaHKUxt0FXoC&redir_esc=y invece tutto lu libro
    Ciao e ben ritrovati!
    Dievel

    REPLY

  20. inquisit
    Jan 05, 2012 @ 12:49:54 [Edit]

    ciao Dievelo! ora ti aggiorno.
    ATTUTTI e ATTUTTE, gioca anche Annette, che è un’amica ammè dalla Germania, e Naza, che è londinese dentro ma più o meno vive a… non mi ricordo. Brescia?
    poi metto anche Michele Pao, che si dimenticherà dopodomani di stare giocando, ma vabbè
    ciao a tuzziiiiiiiiiii

    REPLY

  21. inquisit
    Jan 05, 2012 @ 13:01:45 [Edit]

    quello della barbato, peraltro, moo segno. Inoltre devo comprare u suggerimento si dieveloni: Indietro nel tempo, di Jack finney, che è lo scrittore che ha prodotto L’invasione degli ultracorpi. L’ha conisgliato il Re alla fine di 22/11/63.
    Ora me li compro, anche l’invasione degli ultracorpi, MA PERCHE’ NO? :-)

    REPLY

  22. Paola
    Jan 05, 2012 @ 13:28:01 [Edit]

    HO finito ieri notte PASTORALE AMERICANA di P.Roth. Che commento a fare, qui l’avrete già letto tutti, io posso solo dire che è stato un viaggio straordinario. Ora sono incazzata nera perchè ieri ho girato 2 librerie e hanno tutte e due finito l’ultimo del RE. Ma come si fa?? Eh? E per non parlare di Giorgino che me lo dovrò ordinare su IBS.

    REPLY

    • inquisit
      Jan 05, 2012 @ 13:34:57 [Edit]

      trallaltro ibs in sti giorni di festa mi si è impazzato come la maionasa, è una settimana che aspetto due serie di Dexter e fanno i vaghi! alloooora!
      ma come che hanno finito il Re? ennò non si fa!
      NUNCESIAMO neanche in liguria!

      REPLY

    • dievel
      Jan 05, 2012 @ 13:38:46 [Edit]

      Paola, come ho già detto alla Inqui, ormai i libri di Giorgino li legono cani e porci. Insomma, una serie per sciampiste che passata la moda dei libri sull’egitto e “il venditore di acquiloni” son passati al fantasy per ragazzine. Una volta ho visto pure una che aveva il libro di Giorgino e lo alternava a quello di fabio Volo. Fate voi.

      REPLY

      • inquisit
        Jan 05, 2012 @ 13:47:29 [Edit]

        ma che minchia dici, zitto lì! tu innanzitutto non l’hai letto, quindi non puoi parlare! qua c’è fior di gente -TIPO IO, ahahahahah- che l’ha letto e ci piace. MUTO DEVI STARE!!!

         

  23. dievel
    Jan 05, 2012 @ 13:28:20 [Edit]

    e allora, visto che sei in vena di spese e che possiedi l’ovetto, fatti l’abbonamento anche al Mucchio http://www.ilmucchio.it/shop.php ;-)

    REPLY

  24. dievel
    Jan 05, 2012 @ 14:08:12 [Edit]

    Certo che non l’ho letto. Il fantasy mi fa cagare, forse anche più della musica brasileira.

    REPLY

  25. inquisit
    Jan 05, 2012 @ 14:23:04 [Edit]

    ammazzati

    REPLY

  26. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 05, 2012 @ 17:08:44 [Edit]

    io come niu entri dell’anno propongo il sartorello. egli legge. non gli piacciono i gruppi “rumorosi” e perciò ancora non lo perdono, però lo propongo…

    REPLY

  27. inquisit
    Jan 05, 2012 @ 18:34:20 [Edit]

    Ho scritto a Sartorello e mi ha pure risposto, dice che hai raggione e ora viene

    REPLY

  28. Paola
    Jan 05, 2012 @ 21:56:49 [Edit]

    Cioè, alloraaaaaaaaaa cosa diamine faccio con sto Giorgino?

    REPLY

  29. inquisit
    Jan 06, 2012 @ 13:51:33 [Edit]

    Ma tu dai retta a Dieveloni che non l’ha letto quando siamo qua io la Innera la Littlemax la Orra e Grinderman e la maiema a dirti che ci piace? l’ha letto pure Monica ma non si è ancora pronunciata, però

    REPLY

  30. Paola
    Jan 06, 2012 @ 14:02:18 [Edit]

    Ecco, da MOndadori di giorgino avevano della roba ma non quei due titoli lì! Sgrunt. Però in compenso ho comprato 22/11/63! E adesso addio!

    REPLY

  31. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 06, 2012 @ 16:44:29 [Edit]

    e nel frattempo il grisham è finito (“i contendenti” n.d.r.)
    gnente dechè eh, però al confronto del mio primo, altissima letteratura. eppoi alla fine della fiera ammè i libbri e i film che parlano d’avvocati e di processi me gustano sempre.

    REPLY

  32. inquisit
    Jan 07, 2012 @ 13:07:23 [Edit]

    improvvisamente invece a me è venuta voglia di Robert Crais. E via a controllare i prezzi amazonici!

    REPLY

  33. annalittlemax
    Jan 07, 2012 @ 20:23:25 [Edit]

    Eccomi qua. Primo libro dell’anno, un po’ a sorpresa ma di questo devo ringraziare mi’ sorella, 22/11/63 di Stephen King.
    Che dire? Niente. Chi lo ha letto già sa. Chi non lo ha ancora letto……prenda seriamente in considerazione la possibilità di investire qualche euro in questo mattonazzo di 700 pagine. Bello bello!
    Inqui, come la cambio questa croce verde da farmacia che appare qui di fianco al mio nome?

    REPLY

    • Anette
      Jan 09, 2012 @ 22:53:56 [Edit]

      sono una negata con le cose da pc…..
      ma ho fatto cosi per cambare l’avatar (il mio era viola!!!)….
      – clicca sul tuo avatar (in basso – dove vieni segnata come “ultimi posts”) e si dovrebbe aprire una finestra che ti chiede di iscriverti in “gravatar”…..
      – ti iscrivi con un indrizzo e-mail ed un username….
      – poi scegli un avatar che ti piace…..
      – ed il programma ti aggisat peso e dimesioni…..
      – poi sarai iscritta con quella imagine sul sito (ovvimanete potrai cambiarla quando vuoi)….
      – alla fine ritorni qui e clicchi ancora sulla tua icona da farmacia…..e li dicei di sostituire l’avatar…..fatto.
      scritto cosi – sembra chissaccosa – ma invece é facile.
      in bocca al lupo! :-)

      REPLY

  34. inquisit
    Jan 07, 2012 @ 20:35:04 [Edit]

    haahah il tuo è proprio infelice, in effetti! dunque, non son proprio sicurasicura, ma credo dovresti cliccare sul verde farmacia e vedere che succede

    REPLY

  35. uollas
    Jan 07, 2012 @ 21:19:28 [Edit]

    Iniziamo l’anno molto male con “L’Atlande di smeraldo” di John Stephens

    http://www.atlantedismeraldo.it/

    il problema maggiore è che era l’ultimo libro non letto che avevo in casa. mo’ cosa leggo?

    REPLY

  36. annalittlemax
    Jan 08, 2012 @ 10:30:12 [Edit]

    Non succede niente di niente. Non dà segni di vita. Probabilmente la farmacia è chiusa per turno.

    REPLY

  37. Paola
    Jan 08, 2012 @ 11:19:24 [Edit]

    Finito ieri BONJOUR TRISTESSE DI FRANçOISE SAGAN. Veramente si tratta di una rilettura, perchè l’ho letto x la prima volta circa 15 anni fa. Ma Sagan è stata forse la prima scrittrice che ha infuso in me l’amore per i libri, e ancora non ha finito di farlo…

    REPLY

    • inquisit
      Jan 08, 2012 @ 14:10:27 [Edit]

      Paola te che l’hai cambiato, spiega alla Littlemax come si fa a mettersi l’avatar carino, peppiacere. Io per cambiarlo clicco sulla mia fota, non so un estraneo come fa.

      REPLY

  38. monica
    Jan 08, 2012 @ 11:44:32 [Edit]

    Terminato Il grande inverno, di G. R. R. Martin.
    E mi pronuncio: mi piace parecchio, nonostante non sia un amante del genere.
    Fantasy per adulti, non banale e ben costruito.

    bello.

    ora aspetto in chiaro la serie HBO.

    Monica

    REPLY

  39. inquisit
    Jan 08, 2012 @ 14:06:07 [Edit]

    YEEEH! Giorgino conquista anche Timshel, Giorgino lo scrittore che piace perchè sa scrivere! motto bene!

    REPLY

  40. inquisit
    Jan 08, 2012 @ 14:15:03 [Edit]

    Io sto leggendo un conand doyle e un lee child così insieme parallelamente, un po’ qua mpo’ llà

OLDER NEWER

  1. Sir Torati
    Jan 08, 2012 @ 16:45:30 [Edit]

    appena finito nel mare ci sono i coccodrilli di fabio geda.

    semplice, ma profondo. da far leggere a qualche leghista. se sapessero leggere.

    (in parallelo ho in lettura la guida galattica per gli autostoppisti, che trovo meno geniale di quanto mi aspettassi)

    ((per me murakami miglior libro del 2011, anche se io rimango più legato all’adolescenzial-malinconico di tokyo blues. vergogna di coetzee mi è piaciuto molto. mi segno pure io la barbato))

    (((onoratissimo di far parte di questo gruppo)))

    REPLY

    • dievel
      Jan 08, 2012 @ 17:11:34 [Edit]

      Se posso permettermi un suggerimento della Barbato, non iniziate da “Mani Nude” ma da “Bilico” (o meglio ancora, dal romanzo a fumetti “Sighma”). Inqui, non so se ci vedremo nei prozzimi giorni ma se vuoi i due della Barbato te li presto io.

      REPLY

    • inquisit
      Jan 08, 2012 @ 17:14:16 [Edit]

      e sei anche ordinato e priciso e metti giù ben bene le parenti :-)

      la guida galattica è uno dei tre quattro libri che non sono riuscita a finire. l’ho iniziata due volte a distanza di anni, e mi annoiava terribilmente. Boh. E c’avevo amici nerdissimi che me la esaltavano ma niente. Ciccia.

      REPLY

  2. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 08, 2012 @ 16:58:25 [Edit]

    cià sirtorello bello! io ti proposi ed eccoti qua, così si ci legge pure vicendevolmente e ciò è buono e santo.
    e cosa cosa dell’haruki è il millior libbro?? anche pemmè esso è stata la scoperta 2011.
    miglior libro ninzò, inquantochè sul finale è arrivato il Re e mi ha scompaginato la classifica.

    REPLY

  3. annalittlemax
    Jan 09, 2012 @ 19:41:51 [Edit]

    Uh, ma c’è il Sartorati!!
    Spettacolo!!

    REPLY

  4. Anette
    Jan 09, 2012 @ 22:25:24 [Edit]

    ciao,
    sarei io l’ammmica dalal crucchia…… :-)
    e sono famosa di scrivere piú puntini di lettere…….
    la maggior parte dei libri che leggo al momento é in tedesco, ma anche in inglese e qualcosa mi é rimasto ancora dalla scorta fatta in italai – ma la maggior parte della mia biblioteca é ancora in italia…..:-(

    primo libro finito dell’anno 2012: der bonus (=the insider) di stephen frey
    dovrebbe essere il libro su cui si basa anche l’ononimo film…..
    aspettavo un thriller difficile per l’argomento legale / econmico…tratta di wall street – invece é un thriller veloce che corre sempre di un buon ritmo di tensione….
    non male.

    REPLY

  5. inquisit
    Jan 11, 2012 @ 20:10:56 [Edit]

    ciao Annette! e devi farti un ereader anche te, così leggi nella lingua che preferisci e non “perdi” i libri per strada :-)

    REPLY

    • Anette
      Jan 12, 2012 @ 21:40:47 [Edit]

      al momento ho il kindle di un amico in prestito…….
      lo volevo provare per un po…..
      ma per ora non ho avuto il tempo e nemmeno piú ram vuoto sul mio neurone per applicarmici…..
      l’idea dell’ebook reader peró mi piace assai……

      REPLY

  6. inquisit
    Jan 12, 2012 @ 14:19:15 [Edit]

    Ho comprato dietro suggerimento di nondimeno marti il libro del poeta Guido Catalano, la ragazza che si baciava coi lupi
    Mi piace assai!

    REPLY

  7. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 12, 2012 @ 17:37:25 [Edit]

    e non si può tralasciare il filone floreale, pertanto ho letto: “i messaggi segreti dei fiori” di Mandy Kirby.
    non è mica un romanzo, è ciò che dice il titolo, ovvero il significato di molti fiori secondo tradizioni perlopiù vittoriane ma alcune invece di molto più antiche. me mi è piaciuto parecchio anche perchè per ogni fiore c’è un disegno, spesso poesie in cui esso fiore è menzionato o dipinti in cui compare. perciò mooooolta attenzione quando regalate fiori. donare tulipani equivale ad una dichiarazione d’ammore, presempio ahò…

    REPLY

  8. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 12, 2012 @ 17:38:49 [Edit]

    ero io, e pecchè non mi è venuta l’onda??? grrrr…

    REPLY

  9. inquisit
    Jan 12, 2012 @ 20:10:17 [Edit]

    è vero. E che ne so? ah tu ci vedi un’onda in quela macchia? interessante! :-P

    REPLY

  10. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 12, 2012 @ 21:29:35 [Edit]

    REPLY

  11. Anette
    Jan 12, 2012 @ 21:37:31 [Edit]

    ieri mattina ho finito “level 9″ di david morell. (letto in tedesco – ma il titolo in inglese dovrebbe essere lo stesso)
    forse l’autore mette un po troppa carne sul fuoco, ma il libro ha un buon ritmo e lo mollavo solo poco volentieri…..continuavo al storia (a modo mio, ovviamente) anche nel sogno…..non mi capita molto spesso.
    é una soria che mescola la storia delle “capsule del tempo”, i giochi per computer e la filosofia sul futuro con una stroia d’avventura.

    REPLY

    • laorr
      Jan 16, 2012 @ 15:24:06 [Edit]

      Anche a me capita! Però, come dici tu, solo con i libri che mi “prendono” particolarmente. Con “IT” mi son fatta di quei viaggi!!!

      REPLY

      • Anette
        Jan 16, 2012 @ 23:45:16 [Edit]

        non so se posso ammetterlo qui….
        ma i viaggi piú intensi e piú frequenti me li sono fatta con harry potter…..

         

  12. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 15, 2012 @ 09:44:57 [Edit]

    ma voi vi capita mai di voler sapere ASSOLUTAMENTE cosa stanno leggendo i compagni di bus?? ammè sempre. ma in genere si è gelosi del proprio libro, io per prima tendo a nasconderlo, chissà mai perchè. però inzomma ecco io faccio sto gioco qua, occhieggio e provo a indovinare. l’altro giorno con gran soddisfazione ne ho cioccati ben 2. lettrici donne, pecchè se sa, le donne leggono di più. il primo l’ho indovinato dal nome che compariva sulle pagine in lettura: Mikael Blomkvist e naturalmente il libro era Uomini che odiano le donne.
    il secondo, dalla quarta di copertina ho intraletto la trama. ed era Trilogia della città di K. libro meraviglioso, peraltro. brava zia! p.s. ce lo so, alle volte se fanno giochi stupidi stupidi…

    REPLY

  13. dievel
    Jan 15, 2012 @ 09:47:01 [Edit]

    neanche un Fabio Volo? possibile? :-D

    REPLY

  14. bibbywankenobi
    Jan 16, 2012 @ 20:58:04 [Edit]

    perché “nondimeno marti”?

    REPLY

  15. inquisit
    Jan 16, 2012 @ 21:08:24 [Edit]

    the answer is blowin in the wind

    REPLY

  16. Anette
    Jan 16, 2012 @ 23:43:01 [Edit]

    finito un altro (niente panico – comincio sempre bene….poi mi perdo)
    “Totentanz für Dr. Siri” (Disco for the departed) di Colin Cotterill
    é un giallo ambientato nel laos nei tardi anni 70 (dopo l’istaurarsi del regime communista). protagonista é il dott. siri – un patologo forense e la sua fidata assistente. scritto molto bene e con moltissima ironia sia sul regime in questione che sul comportamento delle persone. peccato che il caso debba essere rissolto solo con l’aiuto degli spiriti con cui é in conatto il coroner – peccato davvero.

    REPLY

  17. Anette
    Jan 19, 2012 @ 00:11:42 [Edit]

    il mio “capo” mi ha promesso un premio……
    mi ordina un libro su richiesta.

    che gli chiedo???
    qualche proposta???

    (presumo che mi ordinerebbe anche un libro in italiano……su amazon si puó)

    REPLY

  18. inquisit
    Jan 19, 2012 @ 09:19:18 [Edit]

    eh non sappiamo cos’hai letto prima, cosa ti piace… non ce n’è uno che vorresti leggere dampo’, per esempio?

    REPLY

    • Anette
      Jan 20, 2012 @ 00:53:27 [Edit]

      ecco….é questo il problema……
      mi piace spaziare…..me ne piacciono una varietá di temi……
      non sono una fan di fanatsy o science fiction….se non in casi rari…..
      e non mi piacciono le storie d’amore…..
      per il resto…….fate pure suggerimenti.
      novitá o classici…..il massimo che puó succedere é che l’abbia giá letto.

      REPLY

  19. dievel
    Jan 20, 2012 @ 09:04:21 [Edit]

    Inqui, ma lo sai che ti sei scelta una piattaforma che non permette di inserire foto e/ link al tubo nei commenti?
    Volevo postarvi una fota bellissimissima ma non se puede.
    Vabbè, aggiorno la mia lista. Finito “Sotto un cielo cremisi” di Lansdale.
    Ultima (speriamo) avventura di Hap e Leonard. Giudizio globale generale totale: BAH!
    Se non ricordo male qualcuno di voi l’aveva già letto l’anno scorso e non lo aveva entusiasmato. Infatti l’ho lasciato lì finchè non l’ho trovato a 6€ in economica.
    La formula dei due scalzacani è carina ed è all’inizio piacevole. Ma dopo sei libri la formula diventa ripetitiva. Sempre le stesse situazioni, le stesse parolacce, gli stessi atteggiamenti. Formula strasfruttata e che (a me) ha stufato.
    Sciao a tutti!

    REPLY

  20. inquisit
    Jan 20, 2012 @ 13:07:19 [Edit]

    einfatti anche a me e a tutti aveva stufato dibbbbbbbbrutto
    tutti tranne i soliti che anche te sai chi sono
    vabbè

    sì io ti consiglio di non proseguire con il ciclo di hap & leo, non ne vale la pena!

    REPLY

  21. uollas
    Jan 21, 2012 @ 11:24:28 [Edit]

    e io cosa le ho detto non appena ha aperto su wordpress?? Non e avevo suggerito subito di usare blogger.com che almeno c’era più di un amico pronto ad aiutarla.

    ma La Signora no, lei deve penzare con la sua crapa.

    Comunque il metodo di implementare quelle cose c’è, bisogna solo studiarci un po’.

    REPLY

    • dievel
      Jan 21, 2012 @ 11:30:15 [Edit]

      ma la conosciamo la sig.na Inquisizia! Uollano, lasa perd, che l’è mej. Quindi c’è il modo. Bene, mo ci studio, te lo dico attè in segreto nell’orecchio pissi pissi bao bao, ma alla capa no.

      REPLY

  22. inquisit
    Jan 21, 2012 @ 13:02:58 [Edit]

    allora stronzetto e stronzino, quando ho detto che mi spostavo qqqqua tutti a dire EH che brava Uh che bella wordpress YESSS
    siete dei quaqqquaraqquà

    sono anche abbastanza convinta che in realtà un modo ci sie, vi dirò
    ora controllo i vostri poteri di utonti

    REPLY

    • dievel
      Jan 21, 2012 @ 14:24:26 [Edit]

      figata! siamo tipo “trombino e pompadour”?
      Io mai proferito parola sulla tua scelta. Uoppres manco lo conoscevo. Bloggha sì e infatti te lo consigliai. Certo, c’è da dire che tutto è meglio di quella merda di Splinder (che ha chiuso, sisisì)

      REPLY

  23. dievel
    Jan 21, 2012 @ 14:26:33 [Edit]

    REPLY

    • inquisit
      Jan 21, 2012 @ 14:53:28 [Edit]

      oh babbo di minchia:
      Plugins
      are tools used to extend the functionality of the WordPress platform. However, they are only applicable to self-hosted blogs and web sites using the WordPress.org software. Plugins are not permitted here at WordPress.com for various security reasons.

      Please refer to our article on the difference between WordPress.com and WordPress.org for further clarification.

      If you require plugins, you’ll need to acquire your own hosting. You can move all your content over by following this guide or by having a Happiness Engineer do the move for you.

      REPLY

  24. dievel
    Jan 21, 2012 @ 14:57:41 [Edit]

    REPLY

  25. inquisit
    Jan 21, 2012 @ 15:07:13 [Edit]

    io voglio l’happiness engineer, comunque

    mo provo anche questo

    REPLY

  26. Sir Torati
    Jan 22, 2012 @ 08:42:38 [Edit]

    vi aggiorno sulle mie letture 2012.

    letto “la vita è uno schifo” di leo malet. noir scurissimo (fondente?), senza redenzione e commissari simpatici o avvocati affascinanti. un classico del genere.

    finito a fatica e senza trovarvi alcuna traccia di genialità la “guida galattica per gli autostoppisti” di douglas adams. inspiegabile il culto attorno a questo libro.

    senza entusiasmo in archivio pure “gli scarafaggi non hanno re” di daniel weiss, tomo sponsorizzato da quel furbone di pennac. l’idea di base è interessante (il mondo degli umani visto da una colonia di questi schifosi insetti), l’inizio promettente, ma poi si arriva stancamente alla fine poco sopra la sufficienza.

    in lettura – potrebbe piacere molto agli amanti di carlotto & derivati – “tu sei il male” di roberto costantini. vedo da anobii che la zia gli piazza tre stelline. per me le prime cento pagine sono da 3.5, anche 4 (che faccio, lascio? lasci).

    “la trilogia di k.” è nella mia lista dell’isola deserta. io ostento invece sempre i libri che leggo, nell’intima speranza che qualche charlie brown in gonnella attacchi bottone (si sa: l’uomo è fondamentalmente maiale) in tram. come qualcuno sa ho speso una fortuna sperando che la vicedirettora di feltrinelli di padova apprezzasse i miei acquisti…

    REPLY

  27. monica
    Jan 22, 2012 @ 11:33:55 [Edit]

    Terminato Il regno dei lupi, G.R.R. Martin

    Monica

    REPLY

    • stefania teodori (@bipepi)
      Jan 24, 2012 @ 17:26:46 [Edit]

      oh ies, anche azzia cià l’edizzione einauda, anche pecchè forse all’epoca della mia lettura nemmanco esistevano altre edizioni…
      il costantino non mi dispiacque e forse un 3 e 1/2 je lo avrei puro dato, non fosse che anobii non consente il mezzo ecciò mi crea sempre notevole disturbo.
      inquis, accattatela la trilogia, bellobbello!!
      io invece sto leggendo “the help”. vi farò saputi abbreve.

      REPLY

  28. inquisit
    Jan 22, 2012 @ 15:40:15 [Edit]

    Perchè secondo me devi mantenere un’aria di mistero attorno. Avvolgi il libro in carta giglio di firenze e datti un tono. cosa starà leggendo, cosa, cosa, si domanderanno le donnine sul tram?

    moo segno la trilogia di k.
    La guida galattica, confermo: la gente si esaltano a volte per robbe inspiegabbili

    REPLY

  29. dievel
    Jan 23, 2012 @ 09:59:10 [Edit]

    Dunque, quindi, non mi ricordo….valgono quelle robe che i fighetti spocchiosi chiamano Graphic Novel e che in italia si chiamano “romanzi a fumetti”?
    perè io avrei (ri)letto Sighma di P. Barbato – S. Casini.
    Rilettura molto ma molto piacevole.
    http://www.comicsblog.it/post/4419/secondo-voi-sighma-di-paola-barbato-e-stefano-casini

    REPLY

  30. inquisit
    Jan 23, 2012 @ 20:33:45 [Edit]

    massì io segno tutto, che caxxo me ne frega :-)

    REPLY

  31. annalittlemax
    Jan 24, 2012 @ 10:28:09 [Edit]

    Causa graditissimo regalo ho riletto a distanza di anni e anni Le memorie di Adriano di Marquerite Yourcenar. Impegnativo, infatti mi ci è voluto un po’ a finirlo, ma davvero molto bello. E rileggerlo con una certa qual maturità (ah ah…) me lo ha fatto apprezzare molto più che alla prima lettura.
    Ora mi dedico a un libro che mi è stato STRAconsigliato: Il club degli incorreggibili ottimisti. Vi saprò dire.

    REPLY

  32. LaMaiema
    Jan 24, 2012 @ 11:35:06 [Edit]

    Eccola! Scusassero, ma tra i vari problemi qui, la tesi e l’Ammeriga non mi sono più collegata al blog.
    Comunque, ovviamente partecipo anche quest’anno, sperando di ottenere risultati migliori dell’anno appena finito…
    Ho iniziato bene comunque, con un libro che mi ha regalato mio fratello a Natale:
    Sto con la band di Miss Pamela Des Barres :-)

    REPLY

  33. uollas
    Jan 24, 2012 @ 21:48:19 [Edit]

    Eddai, ri-archiviato ancora una volta Bill Bryson e il suo “America perduta”.

    REPLY

  34. Anette
    Jan 25, 2012 @ 01:02:38 [Edit]

    finito pochi minuti fa……
    Das verlorene Symbol (the lost symbol) di dan brown
    ecco…..
    dopo aver letto tutti i libri di brown in copie da biblioteca o prestati da amici……pensavo che fosse giusto comprarne almeno uno….ad un prezzo scontatissimo…..a 4,99€….in edizione legata.
    solo che ho rimosso di averlo giá letto……(tutto dire – succede di rado)
    me l’ha ricordato anobii…..e lui si che é affidabile…..
    stranamente me ne ricordavo solo qualche scena isolata….ma non la conclusione e manco il percorso……(il che é DAVVERO strano)….o l’avevo letto troppo di fretta – o ………non vale nemmeno i 5 euri che ho pagato. fate voi.

    REPLY

  35. inquisit
    Jan 25, 2012 @ 14:16:34 [Edit]

    eh anch’io di dan brown non consiglio più niente, oramai
    in futuro, vedremo, magari 5 neuri a un nuovo libro potremo anche darli, ma per ora no :-)

    REPLY

  36. stefania teodori (@bipepi)
    Jan 27, 2012 @ 11:57:36 [Edit]

    e così ho finito “the help” di Kathryn Stockett.
    nella mia mente era assodato ancor prima di iniziarlo che, essendomi piaciuto assai il film, mi sarebbe altrettanto e deppiù piaciuto il libro da cui è tratto. e difatti confermo. piaciuto molto molto. la storia è ambientata nei primi anni ’60 (e ciò mi ricorda qualcosa), a jackson in mississippi e racconta la storia di donne di colore a servizio di donne bianche. parla di differenze ma anche di uguaglianze, affinità; parla della meschinità di alcune donne e della grande forza che altre si danno, insieme. parla di amicizia. “non era questo lo scopo del libro? far capire alle donne: -siamo semplicemente due persone, e non sono molte le cose che ci separano. molto meno di quanto si pensi…”

    REPLY

  37. annalittlemax
    Jan 28, 2012 @ 10:40:32 [Edit]

    Quello che vi segnalo non è un libro ma un cortometraggio di un quarto d’ora. Grazie a Monichina che lo ha fatto conoscere.
    Pura poesia
    http://vimeo.com/35404908

    REPLY

  38. annalittlemax
    Jan 28, 2012 @ 10:40:55 [Edit]

    Ps: dimenticavo. Parla di libri, ovviamente.

    REPLY

  39. inquisit
    Jan 29, 2012 @ 13:08:56 [Edit]

    Ma che bellizzimo Anna! e Monichina, ovviamonto

    REPLY

  40. Paola
    Jan 29, 2012 @ 13:46:50 [Edit]

    Io ho terminato, lasciandoci qualche lacrima di commozione, 22/11/63 di King. Il problema è cosa leggere adesso!

 OLDER NEWER

  1. inquisit
    Jan 29, 2012 @ 15:22:10 [Edit]

    la mia recenzione del libro, presempio :-)
    AH!

    no dai scherso anch’io son rimasta un po’ in depre, dopo averlo finito

    REPLY

  2. Sir Torati
    Jan 30, 2012 @ 07:22:52 [Edit]

    piccolo aggiornamento.

    finiti:
    – disturbo della quiete pubblica. il solito, amabile, sguardo di richard yates sul lato oscuro dell’american dream.

    - tu sei il male. esordio di roberto costantini. lungo, ma scorrevole. giallo molto classico. un po’ troppi personaggi e tante coincidenze, ma sorprende un po’ come quelle poche serie tv italiane fatte bene.

    in lettura:
    – testa di cane. saga familiare (un po’ alla pennac, un po’ alla jonathan coe) ad opera di morten ramsland. con un problema: in questi cavolo di romanzi nordici non c’è verso che io riesca a ricordare i nomi. askild è il nonno e asger il nipote; torsten è una famiglia, knuttson l’altra: alla settantesima pagina ho già mischiato tutti gli episodi e proseguo la lettura, consapevole di non aver capito una fava.

    REPLY

  3. inquisit
    Feb 03, 2012 @ 13:53:41 [Edit]

    grave ma normale mi sa!
    ricoverateciiiii!!!

    REPLY

  4. monica
    Feb 04, 2012 @ 18:16:33 [Edit]

    Continuo imperterrita:

    La regina dei draghi,- G. RR Martin

    Monica

    REPLY

  5. inquisit
    Feb 04, 2012 @ 18:34:17 [Edit]

    TTTenta che da’ assuefasione :-)

    REPLY

  6. uollas
    Feb 05, 2012 @ 09:08:50 [Edit]

    Finito “Chiedi alla polvere” di John Fante. Boh…ammè non è piaciuto e nonostante la brevità (meno di 200 pagine), ho fatto una fatica boia ad arrivare alla fine.

    REPLY

  7. dievel
    Feb 05, 2012 @ 10:49:32 [Edit]

    Finito “l’ultimo testamento della sacra bibbia” di James Frey. Intanto grazie a mi cognata che me l’ha regalato per il compleanno. Molto molto apprezzato.
    qui http://it.wikipedia.org/wiki/L%27ultimo_testamento_della_sacra_Bibbiapotete trovare un po’ di informazioni, ma non andate in fondo che vi si svela il finale (capito Uollas???). Anche se c’è da dire che sono in pochi quelli che non sanno che fine fa Gesù. (Uollas, parlo sempre con te).
    Un commento preso da IBS: “Un buon libro, molto potente . Il messia atteso è alla sua seconda venuta, solo che è un ubriacone, uno sbandato, un asociale, un omosessuale e soprattutto prende un sacco di botte. lo pestano in continuazione, ogni tanto ti viene di sperare che l’autore la smetta di farlo picchiare. Il messaggio del messia è semplice: la fine dell’umanità è imminente e spera che i pochi che sopravviveranno all’olocausto possano rinascere nel nome dell’amore. La parola del messia è semplice: Dio è amore. Dio non è lo stato e le sue regole, Dio non è la religione con i suoi codici millenari che ti dicono come vivere. Dio ti ha creato e vuole che tu viva nell’amore che tu faccia solo ciò che ti piace. Le religioni sono il male perchè ti insegnano a vivere nel culto della morte mentre esiste solo e una sola vita, dopo non c’è nulla. Lo stato ti schiavizza per fare i propri interessi. … a Dio non interessa nulla di te, delle tue preghiere, dei tuoi problemi, della vita e dalla morte… brutalmente … la vita è un tuo problema. e Dio non è un uomo bianco che scruta e giudica, lui ti ha creato e ora fa ciò che ti rende felice il come sono affari tuoi. Dio non è nelle cose che ti circondano o nelle persone, Dio è amore ed è paragobanile solo al momento dell’amplesso, all’estasi sessuale. Il sesso non è il male o un dovere è un modo per amare, per essere felici.. per conoscere l’amore che Dio ci ha donati. Non siamo soli se amiamo.”
    Consiglistissimo.

    REPLY

  8. inquisit
    Feb 05, 2012 @ 13:25:55 [Edit]

    Motto bene, aggiornovvi.
    Io PER ME mi son riletta Stand by me, del Re. Ogni commento è superfluo, ogni tanto devo tornare a Shawshank e a farmi un giro con i ragazzini negli anni 50 americani.
    In Feltrinelli mi son comprata 2 graphic novels (ho deciso che E’ VERO che ho detto che libri li avrei comprati solo in edizioni digitali per l’Ovetto, MA i fumetti non si vedono bene sul coso, e perciòòòòòòòòòò): Era mio padre 2, il primo ahimè non lo trovo, è in ristampa, e Il cacciatore di aquiloni.
    E mo’ vediamo.
    Lo Yates me lo devo segnare, evidentemente.

    REPLY

    • dievel
      Feb 05, 2012 @ 13:38:45 [Edit]

      motivo per cui ancora non mi sono cattato un ebook reader.
      No, Inqui, no, “il cacciatore di aquiloni” nuoooooooooooooooo! è da schampiste, come i libri di Giorgino. :-D DD

      REPLY

  9. inquisit
    Feb 05, 2012 @ 13:41:11 [Edit]

    hai ragione MA il graphic novel nobilita il tutto. Poi in inglese, dai!

    REPLY

  10. dievel
    Feb 05, 2012 @ 13:45:53 [Edit]

    la Graphic Novel in inglese è da spocchiosi intellettualoidi di sinistra, anche un po’ girotondini.

    REPLY

  11. inquisit
    Feb 05, 2012 @ 13:49:36 [Edit]

    basta non esser sciampiste, no? distinguersi, e pure spocchiamente!

    REPLY

  12. paolajerseygirl
    Feb 06, 2012 @ 09:29:44 [Edit]

    Premetto che leggere un libro qualunque subito dopo 22/11/63 non è cosa facile, soprattutto perchè il confronto nella maggior parte dei casi sarebbe impietossissimo. E questo lo è.Ho finito ieri IL COLLEGE DELLE BRAVE RAGAZZE, esordio di Newman Ruth. Consigliato caldamente su ANOBII E IBS, io non l’ho trovato questo granchè. Ti tiene incollato, è vero, ma è un thriller psicologico che attinge a roba già trita e ritrita. Niente di nuovo. Insomma, tempo perso.

    REPLY

  13. LaMaiema
    Feb 06, 2012 @ 12:45:55 [Edit]

    Aggiornaaaamiiiiiiiiii!!!!!!!!
    Pleaze :-)

    REPLY

  14. annalittlemax
    Feb 07, 2012 @ 13:37:12 [Edit]

    Il club degli incorreggibili ottimisti – Jean Michel Guenassia
    Alzo gli occhi dalle pagine di questo libro, mi guardo intorno e mi chiedo “ma dove sono??”. Si fatica a tornare alla realtà dopo essere stati catturati da questo libro, dalle storie degli uomini fuggiti dall’ex Ussr alla fine degli anni 50, dalle loro parole, le illusioni e le speranze. Uomini che si ritrovano a giocare a scacchi al bistro Balto di Parigi, dove c’è spazio per ricordare e sperare. Dove c’è Sartre che scrive silenzioso, seduto in un angolo e dove c’è Michel, ragazzino di origine italiane che tutto vede e tutto ci racconta. E ci racconta che “quello che per loro contava della terra promessa non era la terra: era la promessa”.
    Tra i tanti libri che leggo e che dimentico, questo rimarrà senza ombra di dubbio nel mio cuore e nella mia memoria.

    REPLY

  15. lamaiema
    Feb 08, 2012 @ 11:42:39 [Edit]

    Finito anche battle totale e,che ve lo dico a fare? Gran bel libro!
    Siccome la scorsa settimana abbiamo ricominciato a vedere i bluray del megacofanettone del Signore degli Anelli ho pure ricominciato il libro,cosi,tanto per gradire e perché è estremamente comodo da portare in giro :)

    REPLY

  16. lamaiema
    Feb 08, 2012 @ 11:44:08 [Edit]

    …ovviamente non è battle totale,ma battle totale… eh eh ;) maledetto t9 ahahah

    REPLY

  17. uollas
    Feb 08, 2012 @ 11:46:25 [Edit]

    Mah, secondo me è battle totale.

    REPLY

    • inquisit
      Feb 08, 2012 @ 21:14:22 [Edit]

      ahahah ti dirò che onestamente non c’ho capito un cazzo!
      maiema non t’ho aggiornato perchè hai detto: ho incominciato bene quest’anno con… e pensavo che appunto l’avessi solo incominciato!
      dopo vi aggiorno, quando ho capito che cazz’hai letto di secondo titolo! :-)

      REPLY

      • lamaiema
        Feb 21, 2012 @ 16:31:18 [Edit]

        Non l’hai capito? Battle totale!ahahahaha! Ovviamente intendevo battle ROYALE :-) gran libro!devo riscriverti anche gli altri?comunque sto pure x finire il Silmarillon ;)

         

    • laorr
      Mar 02, 2012 @ 16:20:54 [Edit]

      ahahahah!

      REPLY

  18. stefania teodori (@bipepi)
    Feb 08, 2012 @ 20:26:07 [Edit]

    e io invece finii “resta con me” di Elizabeth Strout, quella di Olive Kitteridge, tanto per intenderci. mi piacciono proprio molto le atmosfere e i personaggi che crea questa scrittrice qua. non all’altezza di oliva, ma anch’esso mi è piaciuto tanto…

    REPLY

  19. annalittlemax
    Feb 09, 2012 @ 11:18:40 [Edit]

    Anne Tyler – L’amore paziente
    La Tyler è bravissima a raccontare atmosfere cupe, alienanti, impossibilità di comunicazione, rapporti familiari al limite dell’autismo, frustrazione.
    Brava.
    Ora, però, mi sono veramente rotta le palle di tutto quanto sopra nei libri della Tyler. Per cui mando lei da una brava psicologa e i suoi libri su una mensola bene in alto, dove rimarranno per un bel po’.

    REPLY

  20. Anette
    Feb 10, 2012 @ 23:31:37 [Edit]

    scusate l’assenza……lettura difficile.
    ho finito la versione tedesca di “last exit to brooklyn” di hubert selby.
    l’autore non ama né i punti, né le virgole (metto piú puntini in un post “tipico” che lui in tutto il libro) il che mi ha reso la lettura estremamente scommoda.
    avevo sentito pralare del film – che é un film cult????
    allora volevo leggere il libro.
    forse é un tipico libro del ’68……e forse non sono in grado di capirlo – visto che sono “troppo giovane”…..ma non mi é piaciuto.
    il contiuno parlare di sesso, indifferenza e brutalitá stanca a lungo andare….anche se dipinge un quadro alquanto realistico e forte della situazione di vita nel brooklyn povera di quei tempi.

    come premio metto in lista anche un e-book corto e facile che mi spiega come usare il kindle del mio amico….letto di un fiato….:-)
    “the (in)official instructions for the use of the kindle e-book-reder in german”…..

    REPLY

  21. inquisit
    Feb 12, 2012 @ 15:12:38 [Edit]

    Sì il film è abbastanza un cult, ero anch’io curiosa di leggere il libro… per quanto io un altro libro cult di un’altra generazione, On the road, l’ho trovato un po’ così, non m’ha convintio. E’ vero che l’ho letto a vent’anni, forse bisognerebbe rileggerlo ad altre età. MAH.
    Brava impara a usare il kindle così poi mi dai i suggerimenti se non c’ho capito qualcosa :-)

    REPLY

    • Anette
      Feb 12, 2012 @ 23:26:53 [Edit]

      eh….”on the road”….ce l’ho in italiano…..ce l’ho perfino qui…..ma oltre pagina 20 non sono mai andata……ognittanto ci riprovo – e poi regolarmente lo mollo.
      forse 20 é troppo giovane; forse la mai etá é troppo avanzata????
      ehhhmmmm…sisi, chiedi pure. la mai risposta sará al massimo: “proa a spegnere ed a riaccendere. con windows funziona.” e non ti risponderó nemmneo in meniera ironica. é il mio consiglio “standard”. l’unico che so dare. ;-)

      REPLY

  22. Anette
    Feb 14, 2012 @ 23:18:54 [Edit]

    finito Sühnetag ( = worst case) di james patterson
    thriller da relax.
    confezionato con routine (e forse cosi distattamente come l’ho letto io)
    non posso consigliarlo, ma dopo il “cult” pesante era la scelta giusta.

    REPLY

  23. Anette
    Feb 16, 2012 @ 00:10:53 [Edit]

    Finito un altro: “Sorry, wir haben die Landebahn verfehlt” (sarebbe: Scusate, abbiamo mancato la pista di atterraggio) di Stephan Orth e Antje Blinda
    Un e-book corto e divertente. È una raccolta di anneddoti dei lettori di “spiegel-online” su strani (e comici) episodi durante dei viaggi in aereo.
    Ammesso che non si abbia paura da aereo: ottima lettura da ferie o da viaggio.
    Peró non credo che l’abbiano tradotto anche in altre lingue. :-(

    REPLY

  24. inquisit
    Feb 18, 2012 @ 13:34:17 [Edit]

    io ho letto un altro libro di Catalano, che sarebbe il primo che ha pubblicato, non mi è piaciuto tantissimo, ma comprerò anche gli altri, nonostante ciò, egli merita.
    Ora sto leggendo un libro sull’apocalisse zombie, e mi sta veramente ma veramente ma veramente piacendo

    REPLY

  25. monica
    Feb 19, 2012 @ 11:55:10 [Edit]

    Temprsta di spade – G.R.R. Martin

    monica

    REPLY

  26. paolajerseygirl
    Feb 20, 2012 @ 09:53:54 [Edit]

    Ho finito l’altro ieri TONY E SUSAN di Austin Wright. Partiva bene, ma poi…delusione. Mi fido troppo delle recensioni entusiaste che trovo qua e là sul web! Basta! D’ora in poi mi fiderò solo di voi. E infatti ora sto leggendo GIORGINO!
    Ho comprato un’edizione che comprende il trono di spade + il gelido inverno, non so quando ne uscirò! Mi piacerà? E’ il mio primo fantasy….

    REPLY

    • any572anette
      Feb 22, 2012 @ 00:52:47 [Edit]

      lo leggo ora a nch’io……
      un po difficile all’inizio – per entrare nell’ambiente e nei tantissimi nomi “strani”……
      dopo un po mi ha preso totalmente.
      (lo leggo sul kindle quindi non so a che pagina sono….sono all’incirca al 20%…..e duro una fatica enorme ogni volta che lo devo mollare)
      lo leggo (anche) dietro a vostro consiglio.

      REPLY

  27. inquisit
    Feb 21, 2012 @ 15:35:26 [Edit]

    eh ma è un fantasy serio, robba adulta, vedrai che ti piacerà.
    Io proseguo con il libro sull’apocalisse, mi sta piacendo dibbbrutto. Trallaltro ho scoperto che ne faranno pure un film con Brad Pitt:http://en.wikipedia.org/wiki/World_War_Z

    REPLY

  28. lamaiema
    Feb 21, 2012 @ 16:33:29 [Edit]

    Ho risposto al tuo commento in risposta al mio,ma non so dove sia finito…lo vedi da qualche parte Specialone?

    REPLY

  29. inquisit
    Feb 21, 2012 @ 17:19:38 [Edit]

    ahahah è sooooooooooooopra, là in alto, in risposta alla mia risposta! domani ti aggiorno! totale! ahah

    REPLY

  30. LaMaiema
    Feb 23, 2012 @ 22:51:02 [Edit]

    ahahahah occhei l’ho trovato!
    Dunque, riassumendo, dal primo gennaio ho letto:
    – Pamela Des Barres, Sto con la Band. Gran libro, una vera figata, mi sono sentita immersa negli anni Sessanta dalla prima all’ultima pagina :)
    -Koushun Takami, Battle Totale (o Royale, per gli ammisci). Altro gran libro, violento e cattivo, ma molto molto bello
    -Tolkien, La compagnia dell’anello. Serva che dica cosa ne penso?
    Occhei, dopo essere stata per 15 ore sulla tesi, ora mi metto a letto, leggo un pò del Silmarillon e me la dormo… perciò… nottezzz

    REPLY

  31. inquisit
    Feb 24, 2012 @ 13:20:40 [Edit]

    ecco brava hai fatto bbbene a farmi il riassunto! scusassero ma aggiorno domani oggi non c’ho tempo neh! .-)

    REPLY

  32. stefania teodori (@bipepi)
    Feb 25, 2012 @ 18:48:36 [Edit]

    e quindi, pur procedendo con la lentezza bavosa lumachesca, ho finito “un albero cresce a brooklyn” di betty smith
    forse ero l’unica a non averlo ancora letto e pertanto ho colmato una lacuna bbene. rimane pursempre il fatto che per leggere tutto ciò che vorrei mi ci vorebbero n’altre millemila vite. mi dovrò contentare. è bello sto libro qua, ahò.
    anche se ho amato di più la parte dell’infanzia. bello assai. avrei dovuto anch’io leggere una pagina della Bibbia e una di Shakespeare alla creatura, da piccolo, effettivamende. anche se non oso pensare in quale posto preciso mi avrebbe inviato, se del caso.

    REPLY

  33. uollas
    Feb 25, 2012 @ 22:13:49 [Edit]

    Finito “Yeats è morto!” . Strano libro scritto a…30 mani. Quindici capitoli scritti da altrettanti autori irlandesi, tra i quali troviamo nomi noti al grande pubblico come Roddy Doyle e Frank McCourt. Una frase di Joseph O’Connor, ideatore e curatore di questa piccola follia, spiega bene lo spirito con il quale gli autori si sono buttati nella storia: “L’editing è stato un incubo grazie al sadismo di alcuni scrittori che cercavano di rendere la vita difficile a chi veniva dopo di loro.”

    REPLY

  34. Komma
    Feb 27, 2012 @ 19:36:37 [Edit]

    Eccomi qui, pronto per entrare prepotentemente in classifica:

    1) Ken Kesey – Qualcuno volò sul nido del cuculo
    2) Giorgio Faletti – Appunti di un venditore di donne
    3) Howard Phillips Lovecraft – Il caso di Charles Dexter Ward
    4) Stephen King, Peter Straub – Il talismano
    5) Stephen King – IT (primo ebook letto in vita mia)

    Ora mi sto ricominciando la quadrilogia di Christopher Paolini su Eragon e il suo drago.

    REPLY

  35. dievel
    Feb 27, 2012 @ 19:43:45 [Edit]

    Komma, sei antipatico quanto quelli che a scala 40 tirano su un jolly e chiudono in mano.
    Faletti letto pure io l’anno scorso (che non ho gioucato al giocogioco come atto di protesta verso Splinder e l’ostinazione della Kapò del blog), bellissimo. Probabile che a te certi passaggi della Milano anni ’70 ti abbiano lasciato indifferente, è comprensibile.

    REPLY

  36. Komma
    Feb 28, 2012 @ 16:07:16 [Edit]

    Dievel, sono antipatico solo perchè con un solo merdoso post ti supero in classifica di libri letti? O perchè hai una idosincrasia per i bolognesi? O ti sono antipatici i ciccioni? O perchè io limono con la Inqui e tu no? O perchè purtoppo per te abiti nella stessa città del Necchi? Dai, non essere indugioso, narrami tutto. (cit)

    REPLY

  37. dievel
    Feb 28, 2012 @ 16:17:16 [Edit]

    ahahahahaahhahah
    buona la prima ma anche abitare nella stessa città del Necchi ha un suo perchè

    REPLY

  38. inquisit
    Feb 28, 2012 @ 20:04:49 [Edit]

    ahahahahah ma TRALLALTRO dievel ha però un avatarro personalizzato, quindi guadagna punti (e la lira si IMPEEENNNNA!)

    REPLY

  39. uollas
    Feb 28, 2012 @ 20:59:51 [Edit]

    E io che mi sono fatto fotografare la schiena da usare come avatar solo per il tuo blog?

    EH? ALLORA???

    REPLY

  40. inquisit
    Feb 28, 2012 @ 21:03:47 [Edit]

    aahahah! sei squisitissimo

    OLDER NEWER

    1. uollas
      Feb 28, 2012 @ 21:09:34 [Edit]

      Oggi sono champagne.

      REPLY

    2. inquisit
      Feb 29, 2012 @ 20:09:09 [Edit]

      ahahahah, anche un po’ frosho, si sa! :-)

      REPLY

    3. Sir Torati
      Mar 01, 2012 @ 05:39:54 [Edit]

      eccomi qua, vediamo cos’è successo in qesute settimane.

      finiti:

      - testa di cane. saga familiare abbastanza divertente, forse un po’ sconclusionata. lo finisci perché ormai sei a metà, ma ti chiedi se non sarebbe il caso di utilizzare quel tempo per colmare lacune letterarie più gravi.

      - un’ultima stagione di esordienti. cristiano cavina è proprio bravo. c’è un po’ di retorica sulla sana vita di provincia, qui declinata con le vicende della squadretta di calcio giovanile di paese, del tipo che le merendine di una volta erano più buone.

      - il centravanti è stato assassinato verso sera. il mio primo montalban. un giallo-non-giallo. discreto, ma non entusiasmante. ora me la tiro come quelli che parlano sempre della traduzione nella recensione (ché tutti leggono sempre anche in originale): la mia edizione feltrinelli non ha reso benissimo le sfumature dell’idioma catalano. no, dai, semplicemente è vecchia.

      - il club degli incorreggibili ottimisti. io ho fatto preparare dei bollini che appiccico su alcuni tomi della mia libreria. raramente i “consigliato da anna massimino” deludono. storia semplice semplice e lineare, ma scritta benissimo.

      - sono io che me ne vado. uno dei tanti libri italiani scritti con uno stile da gggiovani. ragazze cattive, adolescenze alternative e cose così. buona scrittura, ma trama nella media.

      io, che ci tengo alla curatrice di questo blog, le porto avanti il lavoro. copia e incolla:

      7) Cuore di cane – M.Ramsland 8) Un’ultima stagione da esordienti – C. Cavina 9) Il centravanti è stato assassinato verso sera – M. V. Montalban 10) Il club degli incorreggibili ottimisti – J. M. Guenassia 11) Sono io che me ne vado – V. Bellocchio

      REPLY

    4. inquisit
      Mar 01, 2012 @ 15:04:39 [Edit]

      Sartorati ti voglio un casino di bene, proprio.

      Il primo di montalban lasciò un po’ così e un po’ cosà anche me, i libri successivi mi han preso di più, anche se non ne ho letti poi molti, credo in tutto quattro cinque. Questo è un po’ POC, ok. Però insomma il sunto conclusione è che pobabbbilmente il primo è un po’ datato

      REPLY

    5. dievel
      Mar 01, 2012 @ 15:13:57 [Edit]

      Aggiornamento pure pemmè!
      Ieri sera finito “L’isola dei segreti” di Scarlett Thomas.
      L’anno scorso mi ero letto “PopCo” e preso da entusiasmo mi sono comprato pure i libri precedenti. E nonostante fosse sconsigliato da sister Massimino l’ho voluto leggere lo stesso. Delusione totale. Libro veramente inutile.

      REPLY

    6. inquisit
      Mar 01, 2012 @ 16:17:42 [Edit]

      Vedi? devi dare retta alla Massimanna! eeeeeh!

      REPLY

    7. monica
      Mar 01, 2012 @ 18:35:29 [Edit]

      Si continua:

      I fiumi della guerra
      Il portale delle tenebre

      G. R.R. Matìrtin

      Ahimè, mi sto avvicinando alla conclusione, nonostante stia centellinando.

      Monica

      REPLY

    8. kommait
      Mar 02, 2012 @ 14:14:29 [Edit]

      inqui, non aggiornasti la mia lista…

      REPLY

    9. laorr
      Mar 02, 2012 @ 16:19:09 [Edit]

      Anche il Santo lo vedo un po’ vuotino… Inqui ti faccio mandare un riepilogo delle sue letture?
      Per quanto mi riguarda invece giuro che sto leggendo, poco ma ci sono, prima o poi pubblicherò lista, promesso.
      Buon tutto a tutti!

      REPLY

    10. inquisit
      Mar 02, 2012 @ 17:27:07 [Edit]

      aggiornerò TIPO DICIAMO domani, dopo aver pulito il bagno, ovviamente

      sìsì chiedi al Santo, oltre che alla polvere, e poi sammi dire!

      REPLY

    11. inquisit
      Mar 04, 2012 @ 20:04:09 [Edit]

      vabè sabato non avevo voglia… domani dai! :-P

      REPLY

    12. Anette
      Mar 05, 2012 @ 00:20:12 [Edit]

      ho finito “il gioco del trono”
      mi teneva incollato non poco al kindle……
      bello. bello esagerato.
      ma per ora leggo altro…..cambio genere…..

      REPLY

    13. stefania teodori (@bipepi)
      Mar 05, 2012 @ 17:08:25 [Edit]

      e siamo tornati nel filone giardignere. adoro ste letture perchè siccome che sò gnorante, ogni nome di pianta, fiore, frutto (città, nomi etc etc) che non conosco (cioè assai) io me la vado a cercare, a guardare la fotina e insomma mi ci diverto, in questo gioco qua. sicchè ho finito “in giardino non si è mai soli” di Paolo Pejrone. piaciuto parecchio. tantevvero che ora ne inizio n’altro, sempre di lui medesimo. ambè.
      p.s. cara Inqui, oggi sul bus c’avevo da fare il giochino “scoprichelibrostaleggendoiltipo” e nella fattispecie la ‘starda ci aveva il kindle, ci aveva. eccheccavolo. non si fa così. mi levate pure questi miei innocui passatempi, mi levate.

      REPLY

    14. komma
      Mar 06, 2012 @ 09:27:24 [Edit]

      Finito Eragon, il primo dei quatto libri del ciclo dell’eredità di Christopher Paolini.
      Considerato che ogni volta che mia suocera me ne regala uno mi rileggo il ciclo dall’inizio, stavolta dovrei finire la saga. Non è certo Tolkien ma Paolini è bravo assai anche considerando che quando scrisse il primo aveva 15 anni..

      REPLY

    15. inquisit
      Mar 07, 2012 @ 15:05:12 [Edit]

      Io ho finito il libro sull’apocalisse zomba ed è bello, ma proprio bello, ma bello bello. che vi devo dire? Sembrava un po’ una stronzata e invece è proprio scritto e fatto bene. Succede!

      REPLY

    16. inquisit
      Mar 09, 2012 @ 20:18:48 [Edit]

      nel frattempo mi son letta due libricccccini: Comic con Strikes again è la recenzione di una Convention, anzi del LA convention di fumetti più famosa al mondo, che si tiene annualmente a San diego, ma che BIT, ma che settimana della moda! hotel tutti esauriti prenotati con anni di anticipo, e tutti i mostri più mostri e costumi e cosplay e fumetti e film e gadgets e DIOMMIO ci voglio andare pure io.
      Poi ho letto Horror movie freak che è una raccolta di recenzioni su vari film dell’orore, niente di nuovo ma un ripassino serve sempre.

      REPLY

    17. bibbywankenobi
      Mar 11, 2012 @ 17:35:31 [Edit]

      ho letto:
      “The Namesake”, Jhumpa Lahiri
      “Midnight’s Children”, Salman Rushdie
      “The Waste Land”, T. S. Eliot

      Bello il primo, anche se più adatto a mia madre che a me, strabello (ma stradifficile) il secondo, una rottura di coglioni senza fine l’ultimo.

      REPLY

    18. inquisit
      Mar 11, 2012 @ 17:41:39 [Edit]

      ahahahahah ma hai dovuto veramente leggera TUTTA the waste land???
      minchia fratello, ti bacio le mano

      REPLY

    19. Angela
      Mar 11, 2012 @ 22:06:53 [Edit]

      Noto con raccapriccio che la mia casellina è ancora vuota. rimediamo:
      1) Jonas Jonasson: il centenario che saltò dalla finestra e scomparve.
      Allan, il giorno in cui compie cento anni, decide di evitare i festeggiamenti organizzati dalla casa di riposo in cui vive e scappa. Poi incappa in una serie di mirabolanti e pure esilarante avventure e….libro allegro e sorprendente, pieno di personaggi e di storie incredibili.
      2) Louis P Masur; Runaway American Dream.
      Ovvero una rilettura intelligente e ben scriita di Born to Run e di Springsteen, uscita nel 2009.
      3) Philp Roth: Zuckerman, ovvetro la trilogia + epilogo dei primi romanzi sull’alter ego scrittore di Roth, cioè Nathan Zuckerman, protagonista anche di Pastorale Americana. Nell’ordine: lo scrittore Fantasma, Zuckerman scatenato, La lezione di Anatomia e L’Orgia di Praga. (non so se soni da considerare 4 romanzi o uno solo. Fai tu, Inqui). I romanzi narrano la carriera di Z, dagli inizi al successo dovuto a un romanzo controverso (il corrispettivo del lamento di Portnoy di ) a causa del quale si deve confrontare con la famiglia e la società. Bei libri, scritti con grande perizia, humour, intelligenza e introspezione ma, per me, non all’altezza di Pastorale.
      4) Jonathan Coe. I Terribili Segreti di Maxwell Sim.
      IL protagonista, appena divorziato, in crisi esistenziale e molto solo, decide di di accettare una opportunità di lavoro: un viaggio ecocompatibile da Londra alle Shetland per pubblicizzare spazzolini ecocompatibili. Ma il viaggio verso nord lo conduce soprattutto nei più profondi recessi del passato. Non è al livello de la banda dei Brocchi, ma è comunque un libro ben scritto e con degli ottimi spunti, soprattutto nella descrizione del cambiamento del protagonista durante il viaggio e nei personaggi secondari, alcuni molto indovinati.
      5) JD Salinger. I nove Racconti. la classe, lo humor, l’ amarezza di Salinger condensati in poche pagine. I racconti sono uno più bello dell’altro e fanno ricordare (se ciò è necessario) quanto quersto grande scrittore sia stato d’ispirazione a scrittori di ottiomo talento, primo fra tutti Murakami Aruki, cge di Salinger è stato traduttore. Perfetti.
      Questo è per ora….

      REPLY

      • Sir Torati
        Mar 14, 2012 @ 06:14:46 [Edit]

        simpatico il centenario, una delle mie ultime letture 2011.

        devo invece assolutamente recuperare il filo con coe.

        REPLY

    20. stefania teodori (@bipepi)
      Mar 13, 2012 @ 21:07:57 [Edit]

      “il vero giardiniere non si arrende” Paolo Pejrone
      embè, se prendo il filone giardiniero sò perduta…parla di giardini mirabolanti, sto tomo qua e io sogno…nel frattempo imparo a conoscere anche tutta na serie di piante mai sentite e mi innammoro di una in particolare. si chiama ceanothus concha. bella, ma bella bella eh…
      p.s. si parla anche delle famigerate e amene rotonde che adornano le nostre vie, in questo libbro. meglio non vi dica l’opinione che ne ha l’autore.

      REPLY

    21. uollas
      Mar 13, 2012 @ 22:00:12 [Edit]

      Letto “Niente da perdere” di Lee Child. A tratti mi è piaciuto veramente tanto.

      REPLY

    22. laorr
      Mar 14, 2012 @ 08:24:48 [Edit]

      Ciao a tutti, ecco le mie ultime letture:

      Lo schiaffo – Christos Tsiolkas. Noioso

      Irlanda gentile – Edward Enfield. Inglese settantenne in giro in bici per l’Iralnda. Humor e incontri. Il libretto non è niente di che ma lui è un grande.

      Mildred Pierce – James M. Cain. Bellissimo. Lo consiglio. Ben fatta anche la mini serie tv con Kate Winslet. PS: mille mila scarpate alla figlia Veda!

      Brucetellers – AAVV.

      Big Man, storie vere e racconti incredibili – Clarence Clemons e Don Reo. L’ho letto solo ora e va bene così.

      A prestoooo!

      REPLY

    23. inquisit
      Mar 14, 2012 @ 17:55:45 [Edit]

      noto con raccapriccio orrore raccapriccio che non mi arrivano i vostri commenti via mail
      sono turbata raccapricciata orrorata

      REPLY

    24. inquisit
      Mar 14, 2012 @ 18:50:49 [Edit]

      oh comunque mildred pierce lo avevo letto anch’io, motto motto bello. Lo consiglio vivamente a tutte le donne e a Sartorati

      REPLY

    25. stefania teodori (@bipepi)
      Mar 16, 2012 @ 17:35:45 [Edit]

      scusasseme, ma noto ora che c’è Naza che ha letto l’Haruki (oltre al Sartorello, ovviamente) e non lessi la rece. sò io che sò rinco? (domanda inutile) o non è comparsa.
      che siccome che io lo iniziai iesterdei e sto nel gorgo, vorei legge, vorei. perchè ad alcuni piacque parecchio, ad altri è parso na ciofeca. poi tra circa 600 paginette vi dirò la mia, però intanto, nel frattempo…

      REPLY

    26. inquisit
      Mar 16, 2012 @ 20:47:56 [Edit]

      ennò la Naza scrive per procura, come il Santo, non recensisie. Senti ma non puoi pensare che Murakami scriva ciofeche, dai. Daaaaaaaaaaai!

      REPLY

    27. inquisit
      Mar 18, 2012 @ 18:16:33 [Edit]

      La Littlemax sloggata:
      Elsa Osorio – I vent’anni di Luz

      Per chi si interessa della storia dei desaparecido argentini. Questo è un romanzo ma potrebbe tranquillamente essere una storia vera. La storia di uno dei tanti bambini strappati ai desaparecidos e dati illegalmente in adozioni ad ufficiali dell’esercito argentino. Molto bello.

      Antonio Munoz Molina – Finestre di Manhattan

      E’ un libro lento, molto lento. Nel senso che l’autore non va mai a capo per tutte le 300 pagine e non inserisce un dialogo manco per sbaglio. Però racconta New York, i posti che più ha amato, le sue impressioni, la musica e i suoni. E ti ritrovi spesso a pensare che quella stessa sensazione in quel dato posto è esattamente la stessa che hai vissuto anche tu (nel caso tu abbia visitato New York, naturalmente. Se no, niente..).

      Roberta Schira – Le voci di Petronilla

      Questa Petronilla scopriamo essere colei che per decenni diede consigli medici e ricette di cucina alle lettrici della Domenica del Corriere. Donna battagliera, forte, femminista di inizio 900. Raccontato in prima persona con un linguaggio d’altri tempi. Libro non indispensabile per quanto gradevole.

      REPLY

    28. Sir Torati
      Mar 19, 2012 @ 07:39:30 [Edit]

      situazione a metà marzo, con quattro letture tutte da tre stellette.

      - ho perso la verginità durante una puntata di ok il prezzo è giusto. il titolo è la cosa migliore. uno dei tanti blogger cui una casa editrice ha offerto l’opportunità di pubblicare un volume. il racconto è pure carino, una sorta de “il grande freddo” (o, meglio, del verdoniano “compagni di scuola”) cucito su una classe di maturandi italici degli anni ottanta.

      - bea vita! né saggio né racconto, ma un’istantanea sulla crisi del mitico modello – produttivo e edonistico – del nordest. ambientato interamente a padova, non mi dedica nemmeno una riga.

      - le singolari memorie di thomas penman. un bambino inglese (che per ripicca verso la disastrata famiglia caga ovunque) e il suo bel rapporto, fatto di riviste porno nascoste e comunicazioni in linguaggio morse, col nonno. ennesimo romanzo di formazione / saga familiare. discreto, ma in giro c’è di molto meglio.

      - sonny liston era mio amico. minimum fax ha anche rotto i cabasisi con la storia che questo è il nuovo bukovsky o il nuovo carver o il nuovo yeats. raccolta di racconti (alcuni interessanti) piuttosto disomogonea di un ex puglie con l’hobby della scrittura. forse avevano paura di respingergli il manoscritto.

      (per il copia e incolla:)

      7) Cuore di cane – M. Ramsland 8) Un’ultima stagione da esordienti – C. Cavina 9) Il centravanti è stato assassinato verso sera – M. V. Montalban 10) Il club degli incorreggibili ottimisti – J. M. Guenassia 11) Sono io che me ne vado – V. Bellocchio 12) Ho perso la verginità durante una puntata di Ok il prezzo è giusto – Trentamarlboro 13) Bea vita! – R. Bugaro 14) Le singolari memorie di Thomas Penman – B. Robinson 15) Sonny Liston era mio amico – T. Jones

      REPLY

    29. any572
      Mar 20, 2012 @ 00:02:09 [Edit]

      ho finito quasi 500 pagine di tranquillo divertimento con humor inglese……
      senza sesso, senza crime, solo storielle quasi quotidiani….
      rese un esperienza piacevole:
      Love over Scotland ( = Gute Nachbarn in 44 Scotland Street) di Alexander McCall Smith
      Si. É l’autore dei gialli africani della serie della “giraffa”.

      REPLY

    30. paolajerseygirl
      Mar 20, 2012 @ 11:25:14 [Edit]

      Finiti i primi due libri di Giorgino!
      IL TRONO DI SPADE
      IL GRANDE INVERNO

      …E ora che si è risvegliato il drago, so’ cazzi vostri!!

      REPLY

    31. inquisit
      Mar 20, 2012 @ 22:11:26 [Edit]

      ahahahhah il gorgo ci ha inghiottiti tutti, addio! :-)

      brava Any, vedi che basta sforzarsi… è colpa di google comunque, mi sa
      vuole unire tutti gli accauntssss mondiali globbali

      REPLY

      • any572
        Mar 20, 2012 @ 23:57:42 [Edit]

        sono i misteri della rete…… :-)
        ma prima o poi ci arrivo anch’io….fino all prossima volta…….

        ma infatti….
        ora che il drago si é svegliato…….arghhhhhhhh…..
        quando verró in italia prnederó gli altri libri…….
        inghiottita anch’io. decisamente.

        REPLY

    32. stefania teodori (@bipepi)
      Mar 21, 2012 @ 17:32:41 [Edit]

      no ma io domando e dico: VI PARE NORMALE CHE ADESSO IO DEBBA ASPETTARE FINO AD OTTOBRE PER LEGGERE IL SEGUITO??? no, dico, vi pare normale??? ecco, si. ho finito 1Q84. a coloro che ancora non lo abbiano eventualmente letto io consiglio di aspettare i primi di ottobre. altrimenti soffriranno. io vi ho avvisati.
      p.s. mi è piaciuto? e se si perchè? non riesco ad usare le definizioni usuali con questo scrittore. semplicemente vengo risucchiata in una specie di incantesimo che dura per tutto il tempo del libro.

      REPLY

    33. inquisit
      Mar 22, 2012 @ 12:00:30 [Edit]

      ah ma io infatti SAGACEMENTE quando comprerò comprerollo tutta la trilogia, ma che siam matti? non c’ho cuore per resistere a sti momenti di sofferenza

      REPLY

    34. any572
      Mar 22, 2012 @ 22:43:17 [Edit]

      avete letto il libro sui lettori di nick hornby????
      io si. ma (come al solito) non mi ricordo il titolo.
      ad un certo punto hornby si lamenta che nessun amico gli avesse mai consigliato i thriller / gialli di dennis lehane.

      siccome mi ritengo un’amica vostra….ve l’ho giá consigliato.
      una volta ho scritto del romanzo “mystic river”……con la musica di springsteen da sentire / da leggere tra le righe dell’autore…..

      anche sta volta c’erano dei legami con la musica “nostra”…..
      appaiono lazy davey e wild willy……come nota di margine…..ma chi vuole capire, capice……

      purtroppo sta volta ho trovato uno dei romanzi di serie della coppia detective privato kenzie / gennaro……
      quindi un fabbricato di serie…..
      ma alcune spanne sopra i soliti giali / Thriller di serie.

      ottimo divertimento….
      grande scolte…..
      spassosissimi dialoghi….
      figure raccipriccanti…….
      bella storia, anche se un po tirata per i capelli…….
      non potete dire che non vi abbia avvertiti: dennis lehane.

      (il romanzo in tredesco si chiama “Tiefe Trauer”….in originale “sacred”.)

      eh si….ho finito anche questo.

      ps. inqui…..hai dimenticatio di mettermi in conto il primo (doppio) di giorgino……:-(
      un libro troppo bello e troppo lungo per non essere messo in lista…..;-)

      REPLY

    35. inquisit
      Mar 23, 2012 @ 19:56:21 [Edit]

      no mi ricordavo che me ne mancava uno tuo ma non mi ricordavo quale! :-)

      sì lehane piace anche a me e alla monica timshel
      non tuttissimo
      ma quasi tutto, in effetti!

      REPLY

    36. stefania teodori (@bipepi)
      Mar 24, 2012 @ 15:04:24 [Edit]

      “new york l’isola delle colline” di Mario Maffi, regalo de mi sorella.
      la ny del lower east side, perlopiù ammè sconosciuta. molto interessante per tentare di capire cosa sia stata (e cosa è ancora, oltre la 5th) quella città che un po’ in tanti ci portiamo nel corazon…

      REPLY

    37. stefania teodori (@bipepi)
      Mar 24, 2012 @ 20:00:57 [Edit]

      eggià che ci siamo mettiamo pure “blue nights” Joan Didion.
      niente a che spartire con l’altro (l’anno del pensiero magico).

      REPLY

    38. monica
      Mar 25, 2012 @ 11:17:37 [Edit]

      Il dominio della regina – G. R.R: Martin

      Monica

      REPLY

    39. stefania teodori (@bipepi)
      Mar 30, 2012 @ 16:51:44 [Edit]

      “Stoner” di John Williams.
      Che poi certe volte ci si casca proprio per caso, dentro alcuni libri. Mai prima della scorsa settimana avevo sentito nominare Stoner. Ha una vita banale, William Stoner, gli studi, un incarico universitario, un matrimonio che subito dopo il viaggio di nozze inizia a naufragare, una figlia molto amata e molto lontana, pochi amici, un amore. E in questa sua vita nessuna scelta radicale, nessuna “botta da matto”, nessun combattimento. In apparenza un debole, uno che soccombe, un perdente, insomma. E tuttavia la sua vita in fondo assomiglia così tanto alle nostre piccole, insignificanti esistenze che non si può non ritrovare in lui qualcosa dei propri pensieri, il desiderio di non essere causa di sofferenze altrui, la ricerca interiore, la consapevolezza del dolore di ogni essere umano. Ognuno, volendo, ci trova qualcosa di quel sé che si tende a nascondere agli altri.

      “Era arrivato a un’età in cui, con intensità crescente, gli si prensentava sempre la stessa domanda, di una semplicità così disarmante che non aveva gli strumenti per affrontarla. Si ritrovava a chiedersi se la sua vita fosse degna di essere vissuta. Se mai lo fosse stata. Sospettava che alla stessa domanda, prima o poi, dovessero rispondere tutti gli uomini. Ma si chiedeva se, anche agli altri, essa si presentasse con la stessa forza impersonale. La domanda portava con sé una certa tristezza, ma era una tristezza diffusa che (pensava) aveva poco a che fare con lui o con il suo destino particolare. Sorgeva, secondo lui, dall’accumularsi degli anni, dalla densità dei casi e delle circostanze e dalla comprensione che era riuscito ad averne.”

      REPLY

    40. monica
      Apr 01, 2012 @ 10:35:19 [Edit]

      L’ombra della profezia – G. R.R. Martin

      ahimè, mi avvio alla fine..

      monica

      OLDER NEWER

      1. any572
        Apr 04, 2012 @ 21:39:15 [Edit]

        fintio anche “on the street where you live” (= du entkommst mir nicht) di mary higgins clark.
        da sconsigliare.
        thriller previdibile e scritto male.

        REPLY

      2. LaMaiema
        Apr 05, 2012 @ 12:38:44 [Edit]

        Eccola!!!
        Ho finito il Silmarillon, che vi devo dire, bello, bello, bello. Non lo rileggevo da qualche anno, ma Tolkien ne sapeva, eccome!!! :)

        Adesso sto per finire “Let’s spend the night together – stanotte stiamo insieme”, altro libro di Pamela de Barres in cui intervista 24 groupies famosissime degli anni Sessanta e non solo. Al momento sono arrivata a Miss Chintya, una delle GTO, che vi devo dire, il libro è carino, lo sto leggendo con molta leggerezza ed è divertente.

        Poi mio fratello per la laurea mi ha fatto questo regalo meravigliosissimo, il Kindle, per leggereleggereleggere quando sono a spasso senza dovermi portare in giro chili e chili di libri. F A V O L O S O !!!! Al momento ho su solo due libri, “Le avventure di Pinocchio” e il nuovo di Francesco Guccini :-)

        REPLY

      3. inquisit
        Apr 05, 2012 @ 19:04:12 [Edit]

        incredibile, il KINDLE, addirittura :-)

        REPLY

      4. uollas
        Apr 05, 2012 @ 19:21:19 [Edit]

        Siete troppo moderni voi giovani

        REPLY

      5. uollas
        Apr 05, 2012 @ 20:49:53 [Edit]

        Per vostra info, è possibile che arrivi una nuova ragazza a partecipare a “50 libri in un anno”. Non trattatela male solo perché è amica mia :-) Non so ancora se parteciperà e se lo farà con il suo nome o con un nick, quindi non anticipo nulla.

        REPLY

      6. inquisit
        Apr 06, 2012 @ 13:10:18 [Edit]

        dovrei avervi aggiornati tutti per bene, controllatetevivi per piacere!

        Irmuccia se vuoi dirci cos’hai letto dall’inizio dell’anno te lo metto in elenco! :-)

        REPLY

      7. stefania teodori (@bipepi)
        Apr 06, 2012 @ 20:27:25 [Edit]

        “Shibumi” Trevanian
        che poi Shibumi sarebbe il titulo semmai non si fosse capito. bè na storia tutta intricata di un killer giapponese che poi non è davero giapponese però sa il giapponese oltre che il francese, il tedesco, il cinese, il russo, il basco. eccheccavolo, io per imparà un vocabolo in inglese sudo 18 camicie! e comunque bello, se fa legge, altrochè.
        oh, per la cronaca, salutammo Irmuccia e facciamole anche notare che io sono una di quelli che scrivono un po’ così, semmai anche codesto non se fosse capito.
        e ora si sale sul Titanic, che l’anniversario non ci trovi impreparati.

        REPLY

      8. inquisit
        Apr 07, 2012 @ 14:43:05 [Edit]

        Sto Shibumi mi attira, si sappia

        REPLY

      9. any572
        Apr 08, 2012 @ 22:37:56 [Edit]

        gran bel scrittore sto trevanian…..
        ho letto shibumi ed anche quello che in originale si chiama “the eiger sanction”…..che é il libro del film – thriller con clint eastwood, dove sale con un agete nemico sull’eiger – ma senza saper chi dei suoi compagni d’avventura fosse il cativo…..
        consigliabile sia film che libro…..tensione a 1.000…..
        altro che mary higgins clark…..urghhhhhh

        REPLY

      10. monichina
        Apr 09, 2012 @ 17:42:47 [Edit]

        1 IT S.King (seconda volta piu’ bella della prima, e’ sempre così!)
        2 in giardino non si e’ mai soli P. Pejrone
        3 dai diamanti non cresce niente Serena Dandini
        4 fai bei sogni Massimo gramellini

        REPLY

      11. inquisit
        Apr 09, 2012 @ 18:35:06 [Edit]

        ebbrava Monichina! :-)

        REPLY

      12. monica
        Apr 15, 2012 @ 10:30:29 [Edit]

        I guerrieri del ghiaccio – G. R. R: Martin.

        Sigh.

        Monica

        REPLY

      13. inquisit
        Apr 15, 2012 @ 16:32:17 [Edit]

        eh lo so.
        EH LO SO.

        REPLY

      14. laorr
        Apr 16, 2012 @ 09:08:14 [Edit]

        ehehheheeh…

        REPLY

      15. LaMaiema
        Apr 16, 2012 @ 12:25:13 [Edit]

        Finiti:
        “Le avventure di Pinocchio”
        “Il dizionario delle parole perdute” di Francesco Guccini

        REPLY

      16. stefania teodori (@bipepi)
        Apr 17, 2012 @ 16:55:26 [Edit]

        quasi in concomitanza con il centenario dell’affondamento (le ricorrenze sò ricorrenze) finito “lo spettro del ghiaccio” di Richard Davenport-Hines.
        molto interessante. assai assai. non racconta soltanto della navona, ma della società del tempo, dei ricconi, dei migranti, degli operai che la costruirono, dei marinai che vi si imbarcarono e insomma un ritratto del tempo che per certi versi non è molto diverso dal nostro.

        REPLY

      17. uollas
        Apr 19, 2012 @ 08:14:54 [Edit]

        Finito per la seconda volta “Il potere della spada” di Wilbur (senza “n”) Smith. Ennesimo capitolo della saga dei Courtney. Come sempre bello. Settecento pagine ben elaborate ma poi nelle ultime 50 conclude frettolosamente la storia come se stesse per finire la carta.

        REPLY

      18. Pao
        Apr 19, 2012 @ 11:55:45 [Edit]

        Oh, ciao eh, no perchè siccome che a me mi ci vuole un po’ di tempo per elaborare le cose, siccome che da un altrettanto bel po’ di tempo ero stato invitato a dire qui sopra i libri che leggevo e siccome che immancabilmente me ne sono sempre scordato, allora lo faccio ora.
        Contano anche le guide turistiche? In questa fase sono le letture che mi portano via più tempo.
        Ma lasciamo perdere le guide e mettiamo i cari romanzi che mi hanno fatto compagnia a cavallo tra la fine 2011 e quest’anno, tutti dello stesso autore, Marco Malvadi:
        – La briscola in cinque – Sellerio
        – Il gioco delle tre carte – Sellerio
        – Il re dei giochi – Sellerio (questi tre sono stati poi raggruppati in una trilogia)
        – La carta più alta Sellerio (uscito fresco fresco quest’anno)
        Tutti questi libri sono dei gialli con un filone umoristico, diciamo che i vari episodi delittuosi non sono altro che lo sfondo per raccontare la vita di un gruppetto di pensionati che si ritrovano al circolino di un piccolo paese sul mare immerso nel verde e battezzato dall’autore “Pineta” (nella realtà dovrebbe essere marina di Pisa o Tirrenia, dato che l’autore abita vicino a Pisa). Il gestore del circolo è quello che si improvvisa investigatore “aiutato” dalla conbriccola dei vecchietti a risolvere i vari casi.

        Continuiamo sempre dello stesso autore con un altro romanzo, ma con una connotazione “storica”. L’ambientazione è stavolta un castello della toscana che ospita per un certo periodo, proprio quando avviene il fatto, il noto cuoco Pellegrino Artusi che diventa il protagonista “detective” di un delitto nel castello.

        Piccolo giudizio: mi piacciono tutti quelli della saga dei vecchietti, naturalmente alcuni più di altri, soprattutto i primi due, ma come detto la scusa dei delitti è quella di raccontare, anche con termini in vernacolo, la vita dei pensionati di paese e sarà che mi ci ritrovo tutti i giorni da più di 40 anni davanti a scene del genere, mi piacciono quindi tutti.

        Quello storico un filo meno, mi ha fatto un po’ l’effetto di quando leggo gli storici di Camilleri rispetto a Montalbano.

        Ovvia siamo all’ultimo, sempre del Malvaldi naturalmente…
        – Scacco alla Torre – Felici editore

        si tratta di una piccola guida turistica di pisa, fatta sotto forma di piccole storie e racconti che ti portano in giro per la città a visitare luoghi anche meno noti e non descritti nelle classiche guide.
        Da questa guida abbiamo tratto spunto per fare delle foto (il nostro circolo fotografico) che saranno proiettate durante una serata a fine aprile dove saranno letti dei brani della guida, con l’autore e l’editore.

        Inqui… ce l’ho fatta!
        Ciao

        REPLY

      19. inquisit
        Apr 19, 2012 @ 16:09:39 [Edit]

        sono commossa e commossa. Mi devi mettere pure le guide, dai, se le hai lette le hai lette. Mettile, Dio lo vuole! (è pure il papa anniversario)

        REPLY

      20. Anonymous
        Apr 20, 2012 @ 22:39:53 [Edit]

        ma che c’incastrano le guide! comunque le lonely planet di madrid e gran canaria, ma non valgono!!! non le mettere tra i libri letti, dai!

        REPLY

      21. pao
        Apr 20, 2012 @ 22:40:35 [Edit]

        l’anonimous sono io…

        REPLY

      22. hakka4you
        Apr 23, 2012 @ 03:55:43 [Edit]

        arieccomi. letture primaverili:

        - più forte di me (rosanna campo). la trama è sempre quella (la campo racconta sempre di ragazze progressiste/femministe che vivono a parigi e la danno via facile), ma declinata in chiave più matura e con un’attenzione ossessiva al tema dell’alcolismo. meglio in altre prove.

        - tre volte all’alba (alessandro baricco). ok, non è un romanzo. ok, è la solita fregatura scritta in corpo 15 e che si legge in 40 minuti. ok, baricco ci intorta sempre. però mi è piaciuto. storia molto lieve e appena tratteggiata.

        - questo bacio vada al mondo intero (colum mccann). raramente resto deluso dai vostri consigli. voglia matta di new york e un ultimo capitolo che è poesia.

        - malinverno (fabio lubrano). credo sia una (ri)lettura, perché ricordavo perfettamente i capitoli della prima metà. il solito ragazzo timido e imbranatissimo con le ragazze. invece alla distanza esce una bella storia, anche malinconica.

        - la banda degli invisibili (fabio bartolomei). un gruppo di pensionati expartigiani decide di sequestrare berlusconi. divertente, ma meglio l’esordio di questo nuovo autore italiano (giulia 1300 e altri miracoli).

        sul comodino la libreria del buon romanzo di laurence cossè.

        16) Più forte di me – R. Campo 17) Tre volte all’alba – A. Baricco 18) Questo bacio vada al mondo intero – C. McCann 19) Malinverno – F. Lubrano 20) La banda degli invisibili – F. Bartolomei

        REPLY

      23. bibbywankenobi
        Apr 23, 2012 @ 15:01:54 [Edit]

        Ho finito:
        “Lord of the Flies”, William Golding
        “La Manomissione delle Parole”, Gianrico Carofiglio
        “L’Arte di Correre”, H. Murakami
        Quest’ultimo poi lo consiglio a quel corridore del Dievel, che gli potrebbe interessare. E anche al Cala, anche se vedo da FB che ultimamente si dà alle passeggiate.

        REPLY

      24. stefania teodori (@bipepi)
        Apr 23, 2012 @ 18:22:28 [Edit]

        “venivamo tutte per mare” di Julie Otsuka
        che poi, come da titolo, racconta la storia delle ragazzine giapponesi date in moglie ad immigrati giapponesi in America e arrivate in nave in california.
        c’è il viaggio e l’arrivo, le speranze disattese, il duro lavoro, i figli, pearl harbor e molto altro. un coro di donne. molto piaciuto.

        p.s. Cara Inqui me mi manca Shibumi all’elenco. che poi io dico che te potrebbe piacere attè, Shibumi…

        REPLY

      25. any572
        Apr 26, 2012 @ 22:36:44 [Edit]

        rieecomi……ero dipsersa in un maloppone di 996 pagine….scritte pure piccoline……
        quindi ho risparmiato i soldi della palestra solo per portarmelo in giro.
        si tratta di “Der Schwarm” di Frank Schätzing.
        ammetto di averlo letto “per lavoro”. cioé uno studente (stra-scemo) l’ha scleto per farci una presentazione…perché é il libro preferito della prof. ma al giovane innocente non piace leggere.
        ed io gli do delle ripetizioni.
        ecco – finalmente l’occasione di leggere sto maloppo…che sta sulla mia “reading list” da circa 3 anni…..
        é un libro buono – anzi ottimo.
        apre tantissimi varchi e modi di pensare.
        ma sono pure quasi 1.000 pagine di biologia, chimica e fiscica maritima. (vi avverto!!!! chiede non poco al lattore)
        e lo mescola con la fine del mondo, degli “alieni”, filosofia, ecologia….e discrive le eprsone in base ai loro gusti di letteratura, musica, cibarie……
        per me una sorpresaa molto piacevole,.
        per il tizio 16-enne: un incubo. non leggerá mai piú.

        per riprendermi….mi sono data a cosine leggere e brevi……
        e se fosse solo per riposare braccia e spalle…..:-)

        un cartone – nero, molto nero……
        dove i protagonisti sono la morte, il suo cane e dei lemming…..
        “Nicht lustig” (non divertente) di Joscha Sauer
        risate non facili….ma profondi…..almeno un po…..

        “Der weisse Neger Wumbaba” di Axel Hacke & Michael Sowa
        librino che parla di problemi di capire dei testi ….per lo piú musicali, ma non solo.
        risate facilissime e rumerosissime.
        troppo bello riconsocersi in un libro….per fino a 100%. :-D

        riassumendo:
        13) Der Schwarm – Frank Schätzing; 14) Nicht lustig – Joscha Sauer; 15) Der weisse Neger Wumbaba – Axel Hacke & Michael Sowa

        ps. il numero 11 appare ancora come doppione…..:-(

        REPLY

      26. LaMaiema
        Apr 27, 2012 @ 13:19:23 [Edit]

        Finito La cacciatrice della notte di Jeanine Frost. Altra serie sui vampiri, lei è una mezzosangue (ovvero mezza umana e mezza vampira) ed è una ammazzavampiri che si mette in società con un vampiro cacciatore di taglie, di cui ovviamente si innamora. Detta così non sembra un granchè, ma invece è carino, la storia è abbastanza leggera, ma si legge bene :-)

        Adesso Giorgino o non Giorgino?
        ahahahahahah

        REPLY

      27. stefania teodori (@bipepi)
        Apr 28, 2012 @ 16:43:34 [Edit]

        “niente si oppone alla notte” delphine de vigan
        stessa autrice degli effetti secondari dei sogni che molto mi era piaciuto.
        questo non è un romanzo ma la “storia” della madre. scrittura molto, molto bella, secondo me.

        REPLY

      28. uollas
        Apr 29, 2012 @ 10:02:15 [Edit]

        Finito “Two Much” di Dondald E. Westlake, si proprio il libro dal quale hanno tratto l’omonimo film con Antonio Banderas e Melanie Griffith del 1996.
        Il film non l’ho mai visto tutto, ma sempre solo pezzettini qua e la facendo zapping. Adesso sono curioso di vederlo, ma in rete non lo trovo.
        Il libro è veloce, leggero e abbastanza divertente.

        REPLY

      29. inquisit
        Apr 29, 2012 @ 18:18:57 [Edit]

        il film secondo me è bruttarello, da quel dici probabilmende il libro è meglio, come quasi sempre.
        Mannaggia a me, mi sono fatta tentare da una nuova serie thriller che in america ha abbastanza successo pensando che fosse una roba tipo Scarpetta o Bones, romance thriller CHEPPERO’ nella presentazione di copertina mi si diceva “inspirational” romance che mi dicevo sarà TIPO una roba di materia aulica, porcamiseria zozza è un libro ciellino madibbrutto con l’agente dell’FBI che consiglia alla protagonista di pregare che così non si è mai soli.
        maporc…

        REPLY

      30. uollas
        Apr 29, 2012 @ 18:52:28 [Edit]

        AHAHAH PENTITI!!!

        REPLY

      31. inquisit
        Apr 29, 2012 @ 21:16:21 [Edit]

        sento che non mi meritavo tutto ciò! .-)

        REPLY

      32. any572
        May 03, 2012 @ 22:28:09 [Edit]

        finito anche questo…..
        eoin colfer – artemis fowl and the time paradox
        é il mio trezo o quarto della serie che leggo.
        bello come sempre – ma di certo non il migliore.
        si…..cerco ancora la letterartura leggera…..sto maloppo di 1000 pagine…..ho scoperto ultimamente anche il tiotolo in italiano: il quinto giorno!!!…..mi st aancora sullo stomacco…..

        REPLY

      33. inquisit
        May 05, 2012 @ 20:45:52 [Edit]

        ahahhah delle volte non so perchè ci facciamo del male a leggere certa roba! :-)

        REPLY

        • any572
          May 05, 2012 @ 23:05:21 [Edit]

          nel mio caso per aiutare un fanciullo dipserato…..per la presentazione a scuola di sto libro……ma per ora non si é nemmneo fatto vivo……boh…..:-)

          REPLY

      34. laorr
        May 08, 2012 @ 14:34:58 [Edit]

        Varie varissime!

        - Il postino suona sempre due volte. James M. Cain. Non lo sapevo ma è lo stesso autore di Mildred Pierce che ho avuto modo di apprezzare qualche tempo fa. Confermo la gran scrittura: “il postino” sarà anche un libretto piccino piccino ma gronda noir alla grande!

        - A volte ritorno. John Niven. Gran cazzeggio con il buon Gesù che viene rispedito dall’iroso padre sulla terra. Si ride qua e là ma speravo meglio.

        - Non ti addormentare. S.J. Watson. La protagonista si sveglia ogni mattina in totale amnesia. Ok, dopo Memento il nulla ne convengo, ma l’idea mi ispirava. Se proprio non avete altre idee si potrebbe anche leggere.

        - Il tempo è un bastardo. Jennifer Egan. Quasi un libro di racconti, con gli stessi personaggi che si ritrovano qua e là. Non dico di più perché la struttura narrativa è la particolarità del libro. Piaciuto. Mooolto particolare. SI. PUO’. FARE.

        - Fast food nation. Il lato oscuro del cheesburger globale. Eric Schlosser. E’ di qualche tempo fa ma è molto molto molto istruttivo ed interessante. Storia ed analisi dell’industria del fast food. Per nulla noioso.

        - Tu sei il male. Roberto Costantini. Thrillerone italiano, niente a che vedere con Faletti (oddio ho letto molto poco di suo ma me ne pregio). Romanzo di esordio dell’autore, pare che diventerà una trilogia (eccheppalle ‘ste manie…). Se si supera l’antipatia iniziale per il commissario Balistreri (che riesce a trombarsi ogni donna che respiri solo alzando il sopracciglio) e la tediosissima parte centrale, si fa leggere.

        Ciao cari!

        REPLY

      35. lamaiema
        May 10, 2012 @ 10:43:27 [Edit]

        Quando aggiorni aggiornami!:)
        E aggiungi anche una tomba fredda ghiacchiata di Charlaine Harris…
        Adesso Giorgino o no?
        Che faccio…lo comproleggo?
        Dilemma…

        REPLY

      36. LaMaiema
        May 11, 2012 @ 14:55:59 [Edit]

        Occhei, ieri sono stata in libreria ed ho preso qualche libro: due per la mamma per la festa della mamma, che poi leggerò anche io, DEXTER IL VENDICATORE di Jeff Lindsay e L’ULTIMA CASA A SINISTRA di Unni Lindell, per me invece IL BATTELLO DEL DELIRIO di Giorgino e DARK SHADOWS di Lara Parker. Sono stata mezz’ora nella sezione fantasy per decidere se prendere o no i nuovi di Giorgino (ho scoperto che qualche giorno fa è uscita pure la seconda parte dell’ultimo libro!), ma siccome costano ancora 19 neuri l’uno, ho deciso di aspettare ancora un pò, per poi leggermeli tranzulla tranzulla tutti e due uno via l’altro. Fatto bene?
        Mo adesso faccio qualche acquisto per il Kindle! Evvai!
        Sciau

        REPLY

      37. inquisit
        May 12, 2012 @ 20:30:06 [Edit]

        eh inzomma vi aggiorno tipoooooooooo quando c’ho tempo! :-)

        REPLY

      38. Sir Torati
        May 14, 2012 @ 04:21:59 [Edit]

        allora, vediamo dove eravamo rimasti.

        - la libreria del buon romanzo di laurence cossè. è un libro un po’ furbacchione, perché strizza l’occhio a chi ama leggere e sogna di lavorare in una libreria piuttosto che essere intrappolato nelle nostre mediocri esistenze. in realtà la storia è deboluccia, anche se tutti i lettori immaginano come organizzerebbero il loro negozio e dove

        - xy di sandro veronesi. temi cari a veronesi (l’elaborazione del lutto, il senso del dovere), ma trattati senza quel tocco lieve e brillante di altre prove. per dio c’è un unizio corale, in cui un uomo viene pure ucciso da uno squalo in mezzo ad un bosco di montagna, e poi nessuno sviluppo…

        - la vita istruzioni per l’suo di george perec. lunghissimo, a tratti noioso, esaustivo, didascalico, enciclopedico. capolavoro.

        - jpod di douglas copland. divertente, soprattutto per chi è cresciuto con i videogiochi, ha più amici su facebook che nella vita reale e cerca indizi della vita sessuale della propria ex con continui googlismi.

        quindi:

        21) La libreria del buon romanzo – L. Cossè 22) Xy – S. Veronesi 23) La vita istruzioni per l’uso – G. Perec 24) Jpod – D. Coupland

        REPLY

      39. quandoarrivaleclisse
        May 19, 2012 @ 15:00:01 [Edit]

        aggiorno le mie letture:

        - ‘gli indifferenti’ di alberto moravia
        – ‘ti amo ma posso spiegarti’ di guido catalano (che ero convinta di aver già scritto ma evidendemende no)
        – ‘una morte dolcissima’ di simone de beauvoir
        – ‘un matrimonio in provincia’ di marchesa colombi
        – ‘sostiene pereira’ di antonio tabucchi (per la serie: letture in memoriam)
        – ‘stupore e tremori’ di amelie nothomb
        – ‘metafisica dei tubi’ di amelie nothomb

        per ora stop!

        marti

        REPLY

      40. monica
        May 20, 2012 @ 10:47:43 [Edit]

        Riletto, dopo anni e con gran goduria,

        Via col vento, di Margaret Mitchell.

        Monica

        OLDER NEWER

        1. paolajerseygirl
          May 21, 2012 @ 14:45:27 [Edit]

          Ciao popolo di lettori, scusate la latitanza….ma è stato ed è ancora un periodo di cambiamenti pesantissimi e il tempo per leggere è diminuito un pò. Comunque nel frattempo ho letto:
          1) IL REGNO DEI LUPI – GIORGINOOOOOOOOOOOOO
          2) MILDRED PIERCE – JAMES MC CAIN
          3) FOLLIA – PATRICK MCGRATH.

          Sarà il periodo un pò strano però nessuno di questi libri mi ha entusiasmato. Neppure giorgino, cioè: ho dovuto interrompere la saga perchè non volevo rischiare di annoiarmi. Devo ancora leggere almeno 5 libri! Gli altri due senza infamia, senza lode. Mi aspettavo decisamente di meglio….BURP

          REPLY

        2. LaMaiema
          May 21, 2012 @ 15:25:16 [Edit]

          Finito il primo libro della saga di Dexter, Dexter il vendicatore, di Jeff Lindsay…
          bello, bello, bello. Molto più della serie tv :-)
          Ieri ho iniziato il secondo :-)

          REPLY

        3. nazamdn
          May 21, 2012 @ 21:35:46 [Edit]

          How to be a woman- Caitlin Moran

          REPLY


        4. May 21, 2012 @ 21:36:15 [Edit]

          How to be a woman- Caitlin Moran

          REPLY

        5. ifilippo82
          May 22, 2012 @ 13:29:54 [Edit]

          Posso inserirmi nella competiscìon?

          REPLY

        6. inquisit
          May 22, 2012 @ 14:16:36 [Edit]

          scerto! vi aggiorno stasera dal lavoro, tanto non c’avrò un chezz da fare

          REPLY

        7. any572
          May 22, 2012 @ 22:14:58 [Edit]

          allora aggiorno anch’io…….
          dopo artemis fowl sono rimasta sul leggero e relativamente corto…..anche se su un altro genere…..
          – Wanted (Gehetzt) di Kim Wozencraft
          un thriller per passare il tempo senza troppe prestese…..dei suoi 480 pagine si potevano lasciare un centinaio buono…..e il risultato ci avrebbe guadagnato.
          – Martin Misunderstood (Unverstanden) di Karen Slaughter
          bello….corto (ca. 180 pagine)…ma un thriller che tira….almeno piú di quello sopra.
          molto psicologico. purtroppo il finale é un po previdibile (almeno se uno ne legge tanto di quel genere)

          REPLY

        8. inquisit
          May 22, 2012 @ 23:19:41 [Edit]

          aggiungiamo al gioco gioco Filippo, detto il Conte

          REPLY

        9. inquisit
          May 22, 2012 @ 23:27:37 [Edit]

          io per me ho letto tre libroni oni di robert mccammon minchia ma quanto mi piasce! tantissimizzimo

          REPLY

        10. stefania teodori (@bipepi)
          May 23, 2012 @ 19:48:33 [Edit]

          ma uffa avevo scritto e mi si è scancellato tutto!!
          pertanto non ciò voglia di riscrivere e mi contengo sull’aggiornamenti.
          “cani selvaggi” Helen Humphreys
          “sei cani, senza apparenti avvisaglie, fuggono o sono spinti a fuggire dalle case dove sono cresciuti e dove sono stati nutriti, scegliendo di vivere nel bosco, di essere selvaggi, liberi.” io che sò mamma de cane ho di molto sofferto in questo scenario apocalittico sopra descritto. epperò il libro non mi è affatto dispiaciuto.
          “rispetto” Roberto Mordacci
          nel quale si tratta dell’idea di rispetto, dall’antichità ai giorni nostri. interessante.
          oh Inqui cara, che tranpo’ ci si abbraccica dal vivo…

          REPLY

        11. ifilippo82
          May 23, 2012 @ 23:11:13 [Edit]

          1) Il Trono di Spade – Giorgio 2) Il grande inverno – Giorgio 3) Il regno dei lupi – Giorgio 4) La regina dei draghi – Giorgio 5) Tempesta di spade – Giorgio 6) I Fiumi della guerra – Giorgio 7) Il Portale delle tenebre – Giorgio 8) L’ultimo Cavaliere – Il Re

          REPLY

        12. ifilippo82
          May 24, 2012 @ 16:19:04 [Edit]

          ah se si può scegliere voglio il viola come colore

          REPLY

        13. inquisit
          May 24, 2012 @ 17:34:27 [Edit]

          eh sì adesso arriva lui con il colore, adesso! sei falso! ahahah

          REPLY

        14. any572
          May 28, 2012 @ 23:23:00 [Edit]

          finito un’altro…….
          Thomas Grey, Philosopher Cat (Pembrokes Katze) di Philp J. Davis
          bellissimo librino corto……che parla tanto di matematica, di filosofia, della vita….ed un po anche di gatti……passatempo piacevole e con un monte di stimoli per pensieri se non nuovi, almeno diversi…..

          REPLY

        15. Sir Torati
          May 29, 2012 @ 12:26:27 [Edit]

          bravi bravi, vedo che iniziate anche voi a scrivere il compendio dei libri letti con un comodo copia&incolla per la badrona di casa.

          vabbuò, mica dovevo arrivare io a dirvi di non comportarvi come quei mariti cafoni che rientrano a casa e vogliono trovare la cena pronta, le pantofole sull’uscio e poi sedersi in divano a guardare la partita.

          ecco il mio aggiornamento:

          hey nostradamus (douglas coupland): così così, storia in quattro atti di un adolescente segnato da una strage in una scuola. il meno geniale di quelli letti sino ad oggi dell’autore canadese

          respiro corto (massimo carlotto): ordinaria amministrazione, compitino appena sufficiente. l’ambientazione internazionale e troppi ingedienti (la mafia russa, il traffico di organi, gli stupefacenti, la poliziotta lesbica, i sudamericani) non funzionano così bene come le storie nordestine.

          eleanor rigby (douglas coupland): bello, con una seconda parte improbabile, ma in crescendo. la vita piena di sorprese di un’impiegata quarantenne che invece sembra attraversare le esistenze altrui senza esser notata. si parla di malattia e di solitudine, ma un attimo dopo si rischia di comprare un materasso in lattice a rate.

          facebook in the rain (paola mastrocola): assolutamente inutile. non si capisce quale sia il messaggio: se è una crociata contro la modernità e contro internet, pubblicate ovunque questo consiglio appassionato a non buttar via 10 euro e due ore di tempo.

          il momento è delicato (niccolò ammaniti): carina la prefazione, in cui si dice che si tratta di racconti spesso scartati dalle case editrici. e si capisce perché. non è un greatest hits, ma una raccolta di b-sides (talvolta c). qualche lampo comunque c’è, il ragazzo (per quanto si dica raccomandatissimo nei corridoi letterari) ha del talento.

          25) Hey Nostradamus – D. Coupland 26) Respiro corto – M. Carlotto 27) Eleanor Rigby – D. Coupland 28) Facebook in the rain – P. Mastrocola 29) Il momento è delicato – N. Ammaniti

          REPLY

        16. LaMaiema
          May 31, 2012 @ 15:51:45 [Edit]

          L’ho già detto che ho finito il primo libro della saga di Dexter e che mi è piaciuto un sacco? Decisamente molto più della serie televisiva, nella quale tra l’altro il personaggio di Deborah è molto simile… ho finito anche il secondo, ieri ho comprato il terzo, che inizierò oggi, anche se forse oggi inizio Dark Shadows. Poi ho ordinato “Una Canzone per Bobby Long”, dopo aver visto per la seconda volta il film (bellissimo). Non vedo l’ora che arrivi!

          REPLY

        17. paolajerseygirl
          Jun 04, 2012 @ 10:13:34 [Edit]

          Ciao belli,
          ho appena finito di leggere FAI BEI SOGNI di Gramellini. A me è piaciuto, bello e triste, ma soprattutto bello.

          REPLY


        18. Jun 10, 2012 @ 21:22:45 [Edit]

          Trafficked- Sophie Hayes Storia vera di una ragazza rapita e costretta a prostituirsi. Libro sul traffico delle donne nel mondo. Intenso e raccapricciante.

          REPLY

        19. uollas
          Jun 11, 2012 @ 14:56:49 [Edit]

          Dove trovo le nostre liste degli anni passati?

          REPLY

        20. inquisit
          Jun 13, 2012 @ 14:39:27 [Edit]

          ragazzuoli tutti abbiate pazienza, vi aggiorno a breve, mi devo riprendere!
          Uollas nella sezione 50 libri in un anno Categorie, in basso a dx schermo

          REPLY

        21. Anette
          Jun 17, 2012 @ 22:56:55 [Edit]

          ancora un’altro in tedesco – ma in questi giorni passati ho fatto la scorta di libri in italiano……:-)
          Stalin’s Ghost (Stalins Geist) di Martin Cruz Smith
          un’altro thriller / giallo con Arkadi Renko come protagonista…..
          che vi devo dire? come al solito: grande.

          REPLY

        22. stefania teodori (@bipepi)
          Jun 19, 2012 @ 17:01:38 [Edit]

          eccome!
          due aggiornamenti, di corsa come bianconiglio.
          “suite francese” di irene nemirovsky. solo una parola: CAPOLAVORO.
          “guida rapida agli addii” di anne tyler. io amo questa scrittrice, il suo modo così semplice e pacato di descrivere ciascuno di noi, ciascuno per qualche piccolo particolare, non si può non ritrovarsi in qualcosa, io credo.
          e insomma, lei anne non mi delude mai, alla fine.
          se avete voglia, leggete sta intervista. (anche anne se rilegge periodicamente anna karenina e ciò mi ricorda qualcuno…)

          http://www.corriere.it/cultura/12_giugno_08/cavalera-strano-mondo-anne-tyler_1b2adcca-b156-11e1-ba93-c93b078addf8.shtml

          REPLY

        23. monichina
          Jun 19, 2012 @ 17:47:30 [Edit]

          6 il vero giardiniere non si arrende P.Pejrone
          7 un giardino mediterraneo Lavinia Taverna
          8 la confraternita dei giardinieri Andrea Wulf
          9 maggie ragazza di strada Stephen Crene

          REPLY

        24. monichina
          Jun 19, 2012 @ 17:50:50 [Edit]

          talmente brutto “maggie ragazza di strada” che ho storpiato il nome all’autore
          (S Crane)

          REPLY

        25. any572
          Jun 19, 2012 @ 23:05:03 [Edit]

          ecco il primo nuovo libro italiano…..(cioé in lingua italiana)
          L’isola della paura di Dennis Lehane
          ottimo….un thriller che non dopo un certo punto non si mette piú giú…….
          forse assomiglia un po al “volo sopra il nido del cucú”…….

          REPLY

        26. laorr
          Jun 22, 2012 @ 19:44:59 [Edit]

          Ciao banda di lettori!

          Ecco i miei ultimi titoli:

          - “Io sono leggenda” – Richard Matheson. Non ho idea di come sia il film con Will Smith (non l’ho visto) ma il libro merita.

          - “The box e altri racconti” – Richard Matheson. Sempre ottimo il Matheson. Ho visto il film “The box” e l’idea di fondo è ottima; purtroppo con il libro condivide solo quella.

          - “Christian il leone” – A. Bourke, J. Rendall. Il video l’abbiam visto un po’ tutti (I suppose) http://www.youtube.com/watch?v=lpVmjn5RcTo ; questa è la storia completa.

          - “Proprietà privata” R. Yates. – Racconti. L’ho già scritto ma… mi piace proprio tanto come scrive l’uomo. Altra raccolta molto valida.

          - “Miami Blues” – C. Willeford. Non conoscevo questo autore e per il momento non ho letto altro di suo. Piaciuto, c’è un po’ di tutto ma lo definirei un bel noir.

          - “Hunger Games” – S. Collins. Anche qui non ho idea di come sia il film ma il libro si fa leggere. Niente a che vedere con Battle Royale ma si fa leggere. PS: è una trilogia (anche se secondo me il primo tomo potrebbe tranquillamente bastare).

          - “Ricomincia da te” – Paola Pesatori. Come trasformare la perdita del lavoro in un’occasione vincente. Certo. Come no.

          Buon week end!

          REPLY

        27. any572
          Jun 23, 2012 @ 23:08:09 [Edit]

          tornando al tedesco……
          e tornando pure ai libri per ragazzi……
          Fletcher Moon – Eoin Colfer
          il primo romanzo con il detective privato teenager….della serie ed anche per me…..
          ottima literatura leggera….

          REPLY

        28. inquisit
          Jun 24, 2012 @ 20:04:42 [Edit]

          ci sono! ci sono! forse
          mi attira quello della Maiema, una canzone per bobby long, poi ci dirai

          degli hunger games ho comprato il simpatico bundle della trilogia, insomma il combo, ma ce l’ho lì e non l’ho ancora letto, l’avevo comprato sulla scia di battle totale infatti… vabbuò prima o poi lo affronto! :-)

          REPLY

        29. Sir Torati
          Jun 27, 2012 @ 09:05:05 [Edit]

          fingendomi oltremodo offeso (quasi come quando il komma non mi saluta) per non aver ancora visto uscita in alcun social network – gli unici ambiti in cui possiedo degli amici – la foto del mio incontro con la tenutaria del blog nell’ospitale trieste, segnalovi le ultime letture:

          - zigulì (massimiliano verga): non è una storia, ma un pugno nello stomaco. diario e pensieri brevi di un papà alle prese con un ragazzo handicappato. nessun pietismo, nessun affetto facile. no, il tipo non si crede né fortunato ( e non crede che lo sia nemmeno suo figlio) per la ricchezza e la profondità dell’esperienza capitatagli né messo alla prova da un dio che deve essere molto crudele per aver creato regole del gioco simili.

          - stoner (john williams): bellissimo elogio della normalità e dell’ineluttabilità della vita. vorremmo che il protagonista si ribellasse ad una vita familiare stereotipata e stanca, ad un lavoro monotono e poco gratificante, ad amicizie false e interessate. poi ci accorgiamo che stiamo leggendo di noi.

          - il meglio di novantesimo minuto (marco giusti): puro effetto nostalgia per poter dire che le merendine di una volta erano più buone (mica vero: eravamo solo più giovani). omaggio a quel gran democristiano di paolo valenti: da culto un articolo dell’epoca in cui pur di non rivelare il suo tifo, aveva una parola buona per tutte le squadre.

          - generazione x (douglas coupland): dicono sia un manifesto generazionale per quella generazione post-reaganiana che fugge dalla superficialità del consumismo. così così (non trovo mai un manifesto generazionale che mi convinca, a partire dal sopravvalutato on the road)

          - serena variabile (elisa genghini e gianluca morozzi): nella media della sterminata e spesso evitabile bibliografia del morozzi. trama prevedibilissima, ma strappa qualche sorriso. il solito dilemma su come cavolo funzionano queste opere a quattro mani: uno scrive le pagine dispari e l’altro le pari?

          25) Hey Nostradamus – D. Coupland 26) Respiro corto – M. Carlotto 27) Eleanor Rigby – D. Coupland 28) Facebook in the rain – P. Mastrocola 29) Il momento è delicato – N. Ammaniti 30) Zigulì – M. Verga 31) Stoner – J. Williams 32) Il meglio di Novantesimo Minuto – M. Giusti 33) Generazione X – D. Coupland 34) Serena variabile – E. Genghini & G. Morozzi

          REPLY

        30. inquisit
          Jun 28, 2012 @ 13:02:26 [Edit]

          neanche a me è piaciuto tanto on the road, anche se in teoira dovrei rileggerlo adesso, magari mi direbbe qualcosa di più
          Sartorello tu attendi, quando tutti si son dimenticati del tour noi TAAAC facciam vedere le foto fighe

          REPLY

        31. uollas
          Jun 30, 2012 @ 04:52:55 [Edit]

          Aggiuornamiento:

          Malcom Bosse – Il signore della guerra (1984)
          Romanzo ambientato nella Cina del 1927, con europei in cerca di soldi facili e cinesi in cerca della gloria. Niente di eccezionale comunque

          Lanfranco Fabriani – Lungo i vicoli del tempo (2001)
          Bellissimo romanzo che affronta uno dei miei argomenti preferiti: i viaggi nel tempo. Adesso devo assolutamente trovare il seguito del 2005.

          Jon Brandon – Dark Florida (2012)
          Romanzo ambientato nella contea di Citrus (il titolo originale è appunto “Citrus County”) che racconta le (dis)avventure di due adolescenti, Toby e Shelby, con qualche problema esistenziale e caratteriale e del loro professore, il signor Hibma, che tutto a posto non è neanche lui. Però alla fine, c’è poca carne al fuoco.

          REPLY

        32. monica
          Jul 01, 2012 @ 08:57:26 [Edit]

          La valle dell’Eden – j Steinbeck
          I fuochi di Valyria – G- R- R.- Martin

          monica

          REPLY

        33. any572anette
          Jul 01, 2012 @ 22:42:48 [Edit]

          “Darum” di Daniel Glattauer

          si….é quell’autore austriaco che ha scritto il romanzo (anzi….credo che fossero due) intero come dialogo in e-mail……(“fa bene contro il vento del nord”????)
          questo no.
          é un romanzo “normale”….
          un “giallo”….un po scurile……parecchio strano……
          curioso…..nel senso che incuriosisce.

          300 pagine passate in modo leggero con diversi sorrisi….estivo.

          REPLY

        34. any572anette
          Jul 01, 2012 @ 22:53:18 [Edit]

          riassumo per la lista…..(visto che il numero 14 da me é un doppione):
          20. Thomas Grey, Philosopher Cat (Pembrokes Katze) – P.J. Davis; 21. Stalin’s Ghost (Stalins Geist) – M. Cruz-Smith; 22. L’isola della paura – D. Lehane; 23. Fletcher Moon – E. Colfer; 24. Darum – D. Glattauer;

          REPLY

        35. inquisit
          Jul 07, 2012 @ 21:20:03 [Edit]

          chiedo solennemente scusa a tutti e mi prostro con la testa sotto i vostri piedi ma non vi posso aggiornare per un altro po’, c’ho il tour, e il lavoro, e in mezzo lo spleen… finito londra GIURO che metto a posto qua dentro, perdonatemi

          REPLY

        36. any572
          Jul 07, 2012 @ 23:21:35 [Edit]

          oggi ve ne racconto di due libri appena finiti……(si vede che anche in Germania in tv non c’é nulla – ed in estate ancora meno…..visto che io leggo piano – pianissimo)
          – Die Nacht des Zorns (L’armée furieuse) di Fred Vargas
          la nuova avventura del commissario Adamsberg. ottima. meglio delle ultime 2 che ho lette. stavolta ha ritrovato l’equilibrio giusto tra misterioso, legenda e giallo.
          – Boot Camp (versione inglese) di Morton Rhue
          é l’autore di “L’onda”. sto libro qui é angosciante nella stessa maniera. racconta la vita in un “boot camp” – campo di “prigioneria volentaria” pagata dai genitori di (e per) raggazzi “out of control”. che angoscia!!!

          REPLY

        37. uollas
          Jul 12, 2012 @ 13:55:57 [Edit]

          Finito “A volte ritorno” di John Niven. La storia di Gesù che viene rispedito sulla terra dal padre incazzato per quello che gli uomini hanno combinato negli ultimi 400 anni, interpretando a modo loro la religione.
          Gesù, che in Paradiso, passa il tempo a fumare canne, suonare la chitarra con Hendrix e non fare letteralmente un cazzo dalla mattina alla sera, si ritrova negli Stati Uniti attuali (e dove se no?), catapultato tra un gruppo di suoi amici “sbandati” e un Talent Show che deve vincere.

          Gran bel libro “on the road” , molto rock, con una buona dose di springsteenianesimo e molto blasfemo ma nel modo giusto.

          Voto da 1 a 10: 11

          REPLY

        38. Anonymous
          Jul 12, 2012 @ 13:59:01 [Edit]

          quest’anno vorrei mantenere fede alla promessa e non comprare nessun libro però questo mi interessa. Uollano, se ti proponessi uno scambio? tu mi mandi questo e io ti mando quello che ti ho segnalato qualche giorno fa (http://it.wikipedia.org/wiki/L%27ultimo_testamento_della_sacra_Bibbia ).

          REPLY

        39. uollas
          Jul 12, 2012 @ 14:00:07 [Edit]

          ok, ma sei colui che mi ha scritto un sms poco fa?

          REPLY

        40. uollas
          Jul 12, 2012 @ 14:03:58 [Edit]

          uffiga, ho riletto il tuo messaggio e ho capito che sei Dievelone. Ma non potevamo fare lo scambio tre giorni fa?

          1. Anonymous
            Jul 12, 2012 @ 14:06:18 [Edit]

            ah, faiga, ero sloggato. Eh, lo so, ma che ne sapevo di beccarti all’autogrill? vabbè, dai, aspettiamo il prossimo tour.

            REPLY

          2. Piero Gattone (@BiGCaTeblasee)
            Jul 16, 2012 @ 10:02:57 [Edit]

            mi sono rotto di litigare con le gli accessi
            da aggiornare….

            Jeffery Deaver – La Finestra Rotta
            Jeffery Deaver – La Luna Fredda
            Kathy Reichs – Carne e ossa
            Kathy Reichs – Ossario
            Robert Wilson – L’Uomo Di Siviglia
            Winslow Don – Il potere del cane
            Martin RR George – A dance with dragons (finalmente)

            potrei raccontare qualcosa, ma in italiano il giorgino vale 3 di cui l’ultimo ancora da pubblicare.

            inqui mi aggiorni?

            grinderman

            REPLY

          3. inquisit
            Jul 16, 2012 @ 20:27:28 [Edit]

            momenzoooooo
            stasera no
            domani
            sta settimana non ho concerti

            REPLY

          4. any572anette
            Jul 16, 2012 @ 23:13:33 [Edit]

            cercando un altro libro per i ragazzi da leggere in inglese durante le vacanze estive….ho finito pure questo:
            Wind Singer – Wiliam Nicholson
            sembra il primo di una collana….avventura giovanile, un po di fantasy, un po di angoscia ed un monte di ribellione e di buone azioni…..

            REPLY

          5. any572anette
            Jul 16, 2012 @ 23:18:08 [Edit]

            riassumo di nuovo per la lista…..(visto che il numero 14 da me é un doppione):
            20. Thomas Grey, Philosopher Cat (Pembrokes Katze) – P.J. Davis; 21. Stalin’s Ghost (Stalins Geist) – M. Cruz-Smith; 22. L’isola della paura – D. Lehane; 23. Fletcher Moon – E. Colfer; 24. Darum – D. Glattauer; 25. Die Nacht des Zorns (L’armée furieuse) – Fred Vargas; 26. Boot Camp – Morton Rhue; 27. Wind Singer – William Nicholson;

            REPLY

          6. inquisit
            Jul 20, 2012 @ 20:52:57 [Edit]

            vi ho aggiornato! tutti! credo! puff pant… domani tocca a me

            è comunque un po’ colpa di Brucebruce, si sappia

            REPLY

          7. monica
            Jul 22, 2012 @ 09:34:35 [Edit]

            Riletto Il meglio che possa capitare a una brioche, PAblo Tusset-

            Sempre simpatico.

            Monica

            REPLY

          8. inquisit
            Jul 22, 2012 @ 15:27:57 [Edit]

            allooooooooooooooora io ho letto, oltre a un po’ di gialli e thrillers e fuffa semiseria ma non molto seria:
            Hidden, Kendra Helliott, che ha per protagonista una tipo la scarpetta o la brennan ma che si si è specializzata in ortodonzia post mortem, ciò mi fa ridere, non so perchè;
            Collected western stories, di robert e. howard, belle, ma motto motto belle;
            Yours truly jack the ripper di robert bloch che è uno dei più bei libri horror mai scritti, MA PER SUL SERIO, amen;
            Born on the 4th of july- R. Kovic; era tipo vent’anni che volevo leggerlo, alla fine l’han messo scontato su amazon, mi è piaciuto,
            Duettre georgette heyer, che è sempre un piacere;
            e per oggi mi fermo qua

            REPLY

          9. any572
            Jul 23, 2012 @ 22:16:04 [Edit]

            La strada per Los Angeles – John Fante
            finito. finalmente.
            vabbé….. é stato scritto nel 1936. sará stato revoluzionario.
            vabbé….. magari dovevo leggerlo a 16 o a 18 anni.
            ma oggi – ed avendo 40 anni…..é solo noioso e ripetitivo.

            REPLY

          10. Martina Arcodia
            Jul 24, 2012 @ 08:03:07 [Edit]

            letti:

            - “Sabotaggio d’amore” di Amelie Nothomb
            – “Il pesce scorpione” di Nicolas Bouvier
            – “La polvere del mondo” di Nicolas Bouvier
            – “Lisbona. Quello che il turista deve vedere” di Fernando Pessoa
            – “Il Portogallo è un’isola” di Miranda Miranda
            – “Oltre la fine dei viaggi” di Luigi Marfé

            Marti

            REPLY

          11. any572anette
            Jul 31, 2012 @ 15:38:10 [Edit]

            e via un altro:
            Das Herz einer Löwin (Lioness) – Kathrine Scholes
            Lo so, questo é un libro molto insolito per me – me l’hanno regalato e “dovevo” leggerlo per una challange su un sito di libri in germania. Quindi forse non sono la persona giusta per giudicarlo.
            A mio avviso é un libro facile e velocemente da leggere, estivo. Purtroppo la storia racconta poco sull’africa dov’é ambientato e la storia d’amore é poco realistica e molto frettolosa. La protagonista bimba che vive per qualche giorno con una leonessa ed i suoi cuccioli e specialmente sta leonessa ricordano moltissimo la storia di ELSA in “Born Free” (che consiglio vivamente per chi vuole leggere su sti animali e sulla bellezza dell’africa).

            REPLY

          12. inquisit
            Aug 02, 2012 @ 18:48:51 [Edit]

            elsa me la ricordo, c’era la serie televisiva, mi piaceva un zacco da bambina

            REPLY

          13. Sir Torati
            Aug 03, 2012 @ 06:55:53 [Edit]

            ho rallentato un po’, dopo l’ottimo intertempo di metà anno.

            ecco le ultime, non esaltanti, letture:

            - da un’altra carne (diego de silva): autore interessante, alterna libri dall’umorismo brillante a prove come questa, più riflessive, un po’ alla devils & dust. sotto l’ombrellone molto meglio “non avevo capito niente”

            - motel life (willy vlautin): romanzo tristissimo, ma bello, del cantante dei richmond fontaine. tra gli ingredienti: famiglia disastrata, malattie, fidanzate zoccole, sfighe varie, perdita del lavoro, alcol, scommesse perse.

            - l’uomo fuco (gianluca morozzi): se trovate 5 euro per terra, buttateli via in un altro modo.

            - microservi (douglas coupland): avevo letto prima (e apprezzato) “jpod”, che di questo libro viene considerato un doppione scadente. ambientato alla microsoft, parla di cazzoni geek, non più sfigati nerd ma semplicemente giovani molto ambiti in ambito informatico e che non hanno voglia di fare nulla. però mi è piaciuto di più “jpod”.

            - diario di scuola (daniel pennac): saggio sul mondo della scuola francese in cui l’autore rivela il suo pessimo passato di somarone. qualche aneddoto divertente, ma a tratti noioso. chi ne ha avuti, ricorderà i propri insegnanti innamorati del loro ruolo, gli altri rimpaingeranno di aver avuto a che fare solo con timbratori di cartellini.

            35) Da un’altra carne – D. De Silva 36) Motel life – W. Vlautin 37) L’uomo fuco – G. Morozzi 38) Microservi – D. Coupland 39) Diario di scuola – D. Pennac

            REPLY

          14. uollas
            Aug 04, 2012 @ 17:21:10 [Edit]

            Finito il noioso “Finestra sul vuoto” (1953) di Raymond Chandler

            REPLY

          15. brumarioce
            Aug 09, 2012 @ 06:48:18 [Edit]

            Come si entra in questo circolo??

            REPLY

          16. inquisit
            Aug 11, 2012 @ 19:53:40 [Edit]

            enniente non è mica difficle entrare, non siamo esclusivi
            ci dici che libri hai letto da gennaio, più o meno se ti ricordi, e ti metto in lista

            REPLY

          17. monichina
            Aug 16, 2012 @ 19:16:25 [Edit]

            - memorie di un vecchio giardiniere – Reginald Arkell – peccato pensavo fosse piu’ carino e l’ho regalato a tutte l’amiche mie!
            – I materiali del killer – Gianni Biondillo
            – just kids – patti smith – posso dì bello bello bello? azzarola che anni quelli!!!

            REPLY

          18. any572
            Aug 16, 2012 @ 21:21:38 [Edit]

            meno male che leggo piano…….
            entro le ulktime 24 ore ho finito le ultime 200 pagine di un maloppone, ho iniziato e finito un lkibro “normale” ed iniziato un altro…….:-)
            sono (quasi) in ferie, i giochi olimpici sono finiti e in tv non c’é niente….

            - dead or alive di tom clancy
            l’ennisima avevntura di jack ryan (ma non da protagonista), raccontata bene, con finale furioso, come sempre molto tecnico e molto dettagliato (non sapevo che lo pagassero ancora a pagina)….ma mette dei dubbi nel cervello – su dei problemi seri e fondamentali…..quante cose illegali posso tollerare per fermare i cattivi????
            meno male che a loro non capitano mai dei “danni collaterali”…..

            - mordshunger di frank schätzing
            wow…..il suo primo romanzo….attualizato (le ricette e i ristornati di cologna)….
            “solo” 400 pagine…..e frasi comprensibili anche senza 2 lauree e perfino corte….
            un giallo di prima classe….anche divertente ed ironico.

            riassumo:
            28. La strada per Los Angeles – John Fante; 29. Das Herz einer Löwin (Lioness) – Kathrine Scholes; 30. Dead or Alive – Tom Clancy; 31. Mordshunger – Frank Schätzing;

            REPLY

          19. inquisit
            Aug 17, 2012 @ 18:04:24 [Edit]

            Bello just kids! essì anni davero belli!

            REPLY

          20. monica
            Aug 19, 2012 @ 08:56:08 [Edit]

            Riletto:

            Il grande nulla – James Ellroy

            Letto:

            L’esattore – Petros Markaris

            Monica

            REPLY

          21. any572
            Aug 20, 2012 @ 22:21:05 [Edit]

            si vede che ho poco da fare (infatti – sono quasi in ferie)….e siccome non posso fare altro- per degli infortuni……leggo……
            – per un altra competizioni di lettura su quella pagina “nuova”…..mi hanno regalato pure il libro….un altro romazo d’amore….meno male che é estate…..tedesco…..ha luogo nella Lüneburger Heide (nell’alta germania, tra hannover ed amburgo…..dove é tutto piatto…..coperto di bosco o di piante di erika….bellissimo posto….ci andavo in vacanza per andare a cavallo….ottimissimo posto per l’equitazione!!!!)
            si chiama “Himmel über der Heide” (=Cielo sopra l’Heide) di Sofie Cramer
            per quello che é…non é male…..certo – é un romamnzo rosa…..ed é perfino troppo rosa….alla fien ogni persona trova un partner, il ristorante – albergo é salvato, gli spettri del passato sono vinti ecc……..
            ma é scritto decisamente meglio di quello del mese scorso – ed é perfino piú logico.
            per una giornata clada passata sotto l’ombrellone o sul balcone….va benissimo.
            – poi mi sono rifatta la bocca con un bel serial killer…..
            Stoßgebet (breakneck) di Erica Spindler
            divorato in meno di 24 ore……bello, ma non bellissimo…..
            purtroppo giá 150 pagine dalla fine….sapevo chi era il killer….ma va bene lo stesso…..il tempo é passato bene, velocemnete e mi sono divertita un monte…..
            (dopo tutto sto rosa mi ci voleva…..)

            quindi….
            28. La strada per Los Angeles – John Fante; 29. Das Herz einer Löwin (Lioness) – Kathrine Scholes; 30. Dead or Alive – Tom Clancy; 31. Mordshunger – Frank Schätzing; 32. Himmel über der Heide – Sofie Cramer; 33. Stoßgebet (Breakneck) – Erica Spindler;

            REPLY

          22. stefania teodori (@bipepi)
            Sep 01, 2012 @ 08:21:19 [Edit]

            ohhhh, riecchime.
            ma lessi poco, complice l’infernoluciferino in cui ci ha precipitati questa ceppissima estate. come diceva quarcheduno io penso seriamente che odio l’estate…
            comunquo, aggiornamenti.
            – lucernario – josè saramago: piaciuto. non follemente, ma piaciuto.
            – americana – don delillo: posso dire soltanto gesussanto. non vorrei alienarmi amicizzie per causa sua, e magara è colpa mia che non l’ho letto al momento giusto, ma l’ho trovato pesaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaanteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee, in un modo che quasi non me lo so spiegare per quanto lo è stato…
            – rosa candida -Audur Ava Ólafsdóttir (ahò è islandese, mica è colpa mia!). molto molto carino, lettura estiva assai piacevole
            – il senso di una fine – julian barnes: abbè, si a parte la storia che c’ha una specie di colpo di scena (ma una specie eh…), e che però non è niente di che, piaciuta molto la scrittura
            – sinfonia leningrado – sarah quigley – ebbè, qui mi si coglie su un lato mio debolissimo, in quanto che io quando si tratta della russia non sono obiettiva. bè, comunque sia, non è una narratrice russa, ella è neozelandese, però scrive di leningrado prima e durante l’assedio e del potere della musica. piaciuto molto assai.
            vi ossequio moltissimo.

            REPLY

          23. Francesco
            Sep 01, 2012 @ 08:27:10 [Edit]

            Mi ero imposto di (ri)terminare “I fuochi dell’ira” di Wilbur Smith entro fine agosto e ce l’ho fatta per un soffio. Nel senso che l’ho finito verso le 23:50 di ieri. Sempre un bel leggere ‘sto Wilbur.

            REPLY

          24. inquisit
            Sep 01, 2012 @ 20:54:24 [Edit]

            ooooh domani vi e mi aggiorno
            io che ho comprato 50 sfumature eccetera l’anno scorso in inglese e pensando fosse un romance un po’ zozzone adesso ovviamente non lo posso leggere. Però forse lo leggo e poi piglio un po’ per il chiulo chi l’ha letto. In fondo ho letto persino twilight, che m’ha fatto pure cacare (e ricordo a tutti che invece a komma è piaciuta TUTTA LA SERIE)

            REPLY

          25. stefania teodori (@bipepi)
            Sep 02, 2012 @ 08:45:29 [Edit]

            allora, cara la mia Inqui, metticici puro “l’età dei miracoli” di Karen Thompson Walker, finito ieri. la storia non è male, na roba discretamente apocalittica. la scrittura neanche. però non lo so, mi ha lasciata un po’ così alla fine, come a dire: si vabbè e quindi? ma magara ci ripenzo…
            ah ah ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!! ma ce lo sai che grigio nero rosso me stava a fregà purammè??? poi per fortuna ho desistito inquantochè ste storie estreme sessammoremmorte nun me ce sento a mio agio (e tu dirai allora la Karenina?? bè la Karenina è INTOCCABBILE…)

            REPLY

          26. monica
            Sep 02, 2012 @ 09:23:46 [Edit]

            Ehi. Dopo I fuochi di Vlirya non mi hai più aggiornato!

            Monica

            Ps: De Lillo è di una pesantezza IMMANE

            REPLY

          27. any572
            Sep 02, 2012 @ 16:04:02 [Edit]

            Moonlight Mile di Dennis Lehane
            Altro (forse ultimo) caso per Pat Kenzie e Angie Gennaro…..ambientato nell’oggi (o quasi)….tra la crisi che ci fa snetire wrecking ball di sottofondo….mentre il protagonista cerca di ricordsarsi i pezzi di born to run e del perché svolge(va) sto lavoro…..insomma…..
            scrittura ottima come sempre, ma la storia fa acqua, é previdibilissimo e non arriva minimamente ai soliti livelli – peccato.

            28. La strada per Los Angeles – John Fante; 29. Das Herz einer Löwin (Lioness) – Kathrine Scholes; 30. Dead or Alive – Tom Clancy; 31. Mordshunger – Frank Schätzing; 32. Himmel über der Heide – Sofie Cramer; 33. Stoßgebet (Breakneck) – Erica Spindler; 34. Moonlight Mile – Dennis Lehane;

            REPLY

          28. any572
            Sep 03, 2012 @ 22:47:06 [Edit]

            finalmente finito…….
            la strada delle croci di jeffrey deaver
            tradotto malissimo. perde ogni fluiditá di linguaggio.
            storia campata in aria – e pure prevedibile.
            troppa carne sul fuoco.
            normalmente mi piacciono i thriller di deaver – ma questo é assolutamnete da evitare. quasi 500 pagine sprecate.

            riassumo:
            28. La strada per Los Angeles – John Fante; 29. Das Herz einer Löwin (Lioness) – Kathrine Scholes; 30. Dead or Alive – Tom Clancy; 31. Mordshunger – Frank Schätzing; 32. Himmel über der Heide – Sofie Cramer; 33. Stoßgebet (Breakneck) – Erica Spindler; 34. Moonlight Mile – Dennis Lehane; 35. La strada delle croci – Jeffrey Deaver;

            REPLY

          29. Sir Torati
            Sep 06, 2012 @ 09:51:44 [Edit]

            ecco l’aggiornamento post-ombrellone, quando leggere diventa l’unica alternativa piacevole alla noia più assoluta.

            ma anche un’impresa tra i bimbi che urlano perché gli pizzica il costume, il “scusi” ché ti arriva la pallina addosso dopo un tiro sghembo a racchettoni, quello che ti vuole vendere il pareo ma hai già dato due euro a quello prima per una fetta di cocco che altro che bello e fresco è marcio dopo 8 ore sotto il sole.

            comunque:

            tony pagoda e i suoi amici (paolo sorrentino) – ripeto: già un libro italiano che evita il noir (e il conseguente avvocato/magistrato/poliziotto simpatico, bello, affascinante e spiritoso) merita un plauso a prescindere. la scelta del sequel è puramente commerciale, ma il cinico pagoda è un personaggio riuscito e non si troverebbe male in una combriccola di disadattati permalosi ed elitari come otb.

            mani nude (paola barbato) – volumazzo al quale si potrebbero sforbiciare senza colpo ferire un buon centinaio abbondante di pagine. buono il crescendo finale, migliorabile il finale (uno dei due muore). molto crudo, sfugge il significato metaforico. se c’è.

            i terribili segreti di maxwell sim (jonathan coe) – qualche spunto di buon umorismo, ma complessivamente mediocre.

            se ti abbraccio non avere paura (fulvio ervas) – se lo stronchi, ti accusano di insensibilità. bello il viaggio, bella la storia che c’è dietro, bello il ragazzone. però, spogliato degli elementi più emotivi, rimane solo una sqequenza di luoghi e di tappe. anche qui non si scade nell’ipocrisia, ma, sullo stesso tema, meglio l’ancor più diretto “zigulì”.

            pantumas (salvatore niffoi) – penalizzato dal ricorso davvero eccessivo al dialetto sardo, nasconde invece una storia semplice ma interessante, raccontata poi con un espediente narrativo fantasioso. sempre che ci abbia capito una segareddu.

            ricapitolando: 40) Tony Pagoda e i suoi amici – P. Sorrentino 41) Mani nude – P. Barbato 42) I segreti di Maxwell Sim – J. Coe 43) Se ti abbraccio non avere paura – F. Ervas 44) Pantumas – S. Niffoi

            REPLY

          30. stefania teodori (@bipepi)
            Sep 12, 2012 @ 18:32:22 [Edit]

            e vabbè, ce lo so che stai in partenza (hai rotto co tutte ste partenze che noi pur contenti pettè tuttavia soffriamo pennoi #sallo) comunque eccoqqua:
            “di cosa parliamo quando parliamo di Anne Frank” di Nathan Englander
            che come si capisce evidentemente rifa il verso a di cosa parliamo quando parliamo d’ammore. sò anch’essi, come quelli, racconti. non so dare un giudizio in verità. piaciuto il primo racconto (che dà il titolo al tutto) e anche, molto, “il lettore”. però…mi ha lasciata…come dire, agghiacciata, per la sua profonda amarezza.
            “storia naturale di una famiglia” di Ester Armanino
            piaciuto molto assai. “…Poi accende lo stereo, dice: ascoltati questa. E mentre inizia Do the evolution, si carica il basso in spalla e fa ciao con la mano.”
            mi è piaciuto molto questo libro consigliato da Lady Book. e non perchè il fratello della protagonista ascolta li pupi (del resto lui ha 18 anni, io…lasciam perdere). mi è piaciuto per lo sguardo adolescente di Bianca, per la rabbia di Andrea, per la forza empatica di Rosetta, per l’umana fragilità del Padre, per il coraggio della Madre, per l’entomologica osservazione degli altri da parte di Bianca. che l’aiuta a comprendere e a crescere.

            REPLY

          31. any572
            Sep 13, 2012 @ 21:08:56 [Edit]

            Nel frattempo ho finito altri 2 libri……
            – il nuovo libro sull’africa di Henning Mankell – Erinnerungen an einen schmutzigen Engel (= Memorie ad un angelo sporco????)
            ottimo libro, forse il migliore che abbia letto quest’anno (il ché non é lo stesso libro che mi é piaciuto di piú….).
            metafora su come uno straniero bianco dall’europa si senta andando a vivere sul continete nero e la storia del rassismo e dell’apartheit.
            un libro che fa pensare, anzi Pensare. molto.
            – accecati dall luce – gianluca morozzi
            vabbé. che dire. nulla.
            solo una domanda: siamo davvero cosi???????
            peccato che i miei amici non possano leggerlo tutti.

            riassumo:
            28. La strada per Los Angeles – John Fante; 29. Das Herz einer Löwin (Lioness) – Kathrine Scholes; 30. Dead or Alive – Tom Clancy; 31. Mordshunger – Frank Schätzing; 32. Himmel über der Heide – Sofie Cramer; 33. Stoßgebet (Breakneck) – Erica Spindler; 34. Moonlight Mile – Dennis Lehane; 35. La strada delle croci – Jeffrey Deaver; 36. Erinnerungen an einen schmutzigen Engel – Henning Mankell; 37. Accecati dalla luce – Gianluca Morozzi;

            REPLY

          32. inquisit
            Sep 13, 2012 @ 22:53:54 [Edit]

            ESSì ce lo so, parto ma poi tonno ma poi parto… ma poi torno e aggiorno!!! :-)

            REPLY

          33. paolajerseygirl
            Sep 14, 2012 @ 06:50:44 [Edit]

            Tu parti, io torno! (sono solo partita virtualmente purtroppo). Scusa la latitanza ma c’è stato un periodo di blocco totale in ufficio sui siti di cazzeggio e quindi anche di questo blog. Per fb no, perchè non si sa come mai, ma fb era l’unico sito cui il putentissimo blocco ci faceva accedere. Misteri della tecnologia. Comunque vi aggiorno sulle mie letture:
            1) FAI BEI SOGNI di Gramellini (piaciuto molto)
            2) NOBODY di Charlotte LInk (cacata)
            3) SOSTIENE PEREIRA di Tabucchi (ebbene sì, non l’avevo ancora letto: me ne sono innamorata perdutamente)
            4) MOLTO FORTE, INCREDIBILMENTE VICINO di J.SAFRAN FOER (nonostante tutto il clamore suscitato e il film in uscita, non fa decisamente per me questo scrittore. Bocciato, per gusti personali).
            5) LIBERTA’ di Franzen. (Boh. non so che dire. Franzen scrive da dio, però ho detestato fino alla fine ogni personaggio, fanno cose brutte, sono persone brutte. Forse in questo risiede la bellezza del romanzo, e comunque anche nel male ma ti resta impresso nella mente.
            6) LE NOTTI DI SALEM, il Re. Devo dire qualcosa? No, infatti.

            REPLY

          34. inquisit
            Sep 14, 2012 @ 19:34:07 [Edit]

            Azzia ti rispondo qui e ora su don de lillo, che è effettivamente leggermente ppena ppena PESANTE
            io ho letto solo un libro che mi è piaciuto suo, ma americana non ho avuto cuore dopo che l’aveva stroncato, non mi ricordo, credo o monica o la orra
            confermate? mi sballio?

            REPLY

          35. inquisit
            Sep 14, 2012 @ 19:39:27 [Edit]

            no comunque era monica son sicura
            forse la orra aveva anch’essa lì il libro come me e poi l’ha scagliato dopo che monica l’ha stroncato! signori pareri qua! noi ci fidiamo! .-)

            REPLY

          36. laorr
            Sep 15, 2012 @ 12:29:15 [Edit]

            Sci sci era lei: son rimasta talmente offesa da Underworld che Americana non so più nemmeno dove l’ho messo… Spiace eh, il DeLillo è pur sempre il DeLillo, probabilmente non era il momento il giusto per leggerlo, mea culpa, ma son rimasta scottata.

            Già che ci sono spendo i miei due cents per “Molto forte ecc.”: letto anni fa e cordialmente non amato; “Libertà”: mi pare di averne scritto l’anno scorso, due balle così…
            “Salem”: Salem. Az.

            Mi sono accorta che non aggiorno le mie lettura da un po’, provvederò al più presto!

            REPLY

          37. uollas
            Sep 15, 2012 @ 13:11:17 [Edit]

            Una settimana fa ho comprato il libro di Pippi Calzelunghe da regalare a mia figlia di 10 anni (gran divoratrice di libri). Poi inizia la scuole e, tra i fantastilioni di sbirilioni di libri che la sua maestra poteva scegliere da far leggere in classe, indovinate quale titolo ha scelto?

            REPLY

          38. stefania teodori (@bipepi)
            Sep 16, 2012 @ 08:52:42 [Edit]

            ohhhhhhh!!!!!!! ma meno malo che c’è qualcheduno che la penza comammè!!! e delillo è un calcestruzzo sul calletto DICIAMOCELOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! evidentemente mi ero persa il commento…
            ad ogni modo…mi scordai di aggiungere “diario di un senza fissa dimora” di marc augè. come scrive lui trattasi di etnofiction e parla delle nuove povertà. nonostante le stroncature anobiiane ammè è piaciuto assai.

            REPLY

          39. monica
            Sep 16, 2012 @ 11:04:52 [Edit]

            Americana non lho letto, perchè Underworld è stata un’esperienza probante.
            il libro più pesante mai scritto nella storia della letteratura.
            Un incubo.

            Monica

            REPLY

          40. stefania teodori (@bipepi)
            Sep 16, 2012 @ 17:09:38 [Edit]

            AH AH AH!!! ma anfatti io pur avendocelo a casa me ne guarderò bene dal leggerlo underworld…prossimo regalo da fare a qualcuno che mi sta sulla ceppa: underworld.

            OLDER NEWER

            1. inquisit
              Sep 16, 2012 @ 17:15:12 [Edit]

              ahahahahaha ma io che cacchio avevo di suo che mi è anche piaciuto e quindi poi sull’onda ho comprato underworld??? mi ricordo che era BREVE, ecco. doppo controllo nelle liste vecchie.
              ahahah che simpatico team di mattacchione che siamo! perchè non fanno fare a noi le recensioni letterarie sul new yorker, dico io!

              Uollas ma la maestra tua è avanti, io pippi mica la leggevo in classe. A noi alle elementari libro di lettura di gruppo: i promessi sposi
              no no bello guarda, adattissimo!!! due coglioni COSI’
              è un miracolo se son venuta su amando i libri

              REPLY

            2. laorr
              Sep 19, 2012 @ 08:12:11 [Edit]

              Buenos dias!

              Un “ben trovati” a coloro che son rientrati dalle vacanze ed un “buon tutto” a chi invece sta dando o deve ancora dare!

              Aggiornamento letture:

              - A spasso con Bob. James Bowen. Storia vera. Solo per gattofili. Libretto leggero leggero. Londra, Bob artista di strada ed ex tossico trova un gatto randagio. La vita di entrambi cambia.

              - Le balene lo sanno. Viaggio Nella California Messicana. Pino Cacucci. Riletto quest’estate prima di partire per la Baja California. Tra l’altro l’idea di visitare questa terra ci è venuta aaanni fa leggendolo per la prima volta, sogni che si avverano! Sapevo che questa parte di Messico mi sarebbe piaciuta anche se non immaginavo così tanto. Innamorata. Ci torneremo!

              - Amabilmente condannato a moglie. Alessandro Venturini (ebook Kindle). Cagata. Si ride qua e là ma sempre cagata resta.

              Apro e chiudo parentesi, poi magari se ne parlerà altrove più diffusamente: amo il Kindle.

              - Storia di un ristorante italiano in Cina. Giovanni Messori (ebook). Vita morte miracoli miseria e tanta tanta burocrazia per aprire un’attività. L’ho trovato molto interessante.

              - Bed time. Alberto Marini (ebook). Thriller. Un cattivo un po’ diverso. Si può leggere.

              - America Perduta. In viaggio attraverso gli Usa. Bill Bryson. (Rilettura, sempre in preparazione alle vacanze). Tanti km in auto su e giù per gli States passando per cittadine minori e privilegiando le strade secondarie. Sono di parte, mi piacciono Bryson ed il suo humor però sia chiaro: NON è “Strade blu” (che nella mia personalissima classifica equivale a “capolavoro assoluto”)

              - Enter Night. La storia dei Metallica. Mick Wall. Yeah \m/

              - Semiotica, pub ed altri piaceri. Alexander McCall Smith. Edimburgo, giorni nostri, vari personaggi. Piaciuto. Non lo sapevo ma esiste un episodio precedente intitolato “44 Scotland Street”.

              - Endurance. L’incredibile viaggio di Shackleton al Polo Sud. Alfred Lansing. Piaciutissimo! Fatti reali. Di uomini così non ne esistono più! Consigliolo. Copio/incollo da IBS: “Nell’agosto del 1914 il famoso esploratore Sir Ernest Shackleton e un equipaggio di 27 persone salpò per l’Antartide. Lo scopo dell’Imperiale Spedizione Transantartica era di attraversare via terra il Continente Antartico da ovest a est. A sole 80 miglia dalla destinazione la nave, l’Endurance, rimase intrappolata nei ghiacci del mare di Weddell. I partecipanti alla spedizione rimasero bloccati per 21 mesi durante i quali diedero prova di grande coraggio e incredibile resistenza.”

              - Una casa a New York. Adam Gopnik. Riflessioni varie sullo sfondo di quell’universo meglio conosciuto (conosciuto? mah…) come New York. Ho trovato alcuni capitoli più interessanti di altri ma piaciuto.

              A presto!

              REPLY

            3. uollas
              Sep 19, 2012 @ 08:39:31 [Edit]

              Beellllo “America perduta”. Anch’io l’ho riletto quest’anno. E’ stato il mio primo libro di Bryson, letto la prima volta parecchi anni fa, al quale hanno fatto seguito quasi tutti gli altri suoi lavori, fino a quando non ha pubblicato “Il mondo è un teatro. La vita e l’epoca di William Shakespeare”. Una rottura di cojones colossale che forse non ho neanche letto fino in fondo e che mi ha fatto un po’ passare la voglia di seguirlo. Peccato.

              REPLY

              • laorr
                Sep 19, 2012 @ 22:12:12 [Edit]

                Per me il primo è stato “Una passeggiata nei boschi” e poi il resto a seguire. Quello su Shakespeare ammetto di non averlo nemmeno comprato… sigh, spiace ma… davvero no!

                REPLY

            4. uollas
              Sep 23, 2012 @ 13:07:32 [Edit]

              Finito “2012 La fine del mondo” di Steve Alten. ‘Na cagata pazzesca che ho letto solo perché mi è stato regalato, ma ho saltato a piedi pari alcuni capitoli per arrivare alla fine più velocemente.

              REPLY

            5. stefania teodori (@bipepi)
              Sep 28, 2012 @ 19:11:12 [Edit]

              alora, indove eravamo rimasti?? che quaquà c’è gente che va e viene dalla merica e io un po’ invidio un po’ ammiro…
              ultime 3 letture, nell’ordine.
              – “il tempo è un bastardo” jennifer egan
              ah se mi è piaciuto sto libro qua che seeeembra un libro di racconti ma nella realtà vera non lo è perchè i personaggi sò legati l’uno all’altro in qualche modo e in qualche tempo…e inzomma poi si tratta anche di musica e di zompi temporali e…piaciuto piaciuto, c’è poco da aggiungere.
              – “la simmetria dei desideri” di eshkol nevo
              abbè, giù il cappello! anche questo, piaciuto debbruttobrutto. esso eshkol è scrittore israeliano, non lo conoscevo e mi ci sono proprio tuffata in questo libro che parla di 4 amici e della loro vita con sfondo Haifa e Tel Aviv e che dire, appena finito questo ho comprato l’ultimo suo, per fortuna appena uscito e che ho già iniziato a leggere.
              – “sofia si veste sempre di nero” paolo cognetti
              questo sembra promettere bene e invece secondo me e non ho capito precisamente in che punto, però mi si sfilaccia e non convince appieno. però qualcosa di decente che si fa leggere.
              voi l’avete letti i primi 2? mi piacerebbe sapere vostra opinione al riguardo…

              REPLY

              • laorr
                Sep 29, 2012 @ 11:20:09 [Edit]

                Ciao! Ho letto anche io “Il tempo è un bastardo” qualche mese fa, piaciutoooo!

                REPLY

                • Anonymous
                  Sep 29, 2012 @ 13:31:21 [Edit]

                  Dopo molto penare ritrovata tua recensio, finalmente cara Orr! E pertanto sappiatelo: ben 2 inclite partecipanti a questo geniale consesso hanno apprezzato il tempo é un bastardo. Ho detto tutto.

                   

            6. monica
              Sep 30, 2012 @ 11:10:31 [Edit]

              Riletto:

              White jazz

              L.A. Confidential

              di James Ellroy.

              Monica

              REPLY

            7. uollas
              Oct 03, 2012 @ 09:20:10 [Edit]

              Finito “Nelle nebbie del tempo” di Lanfranco Fabriani (Urania, 2005)

              E’ un po’ il seguito di quello che ho letto qualche mese fa intitolato “Lungo i vicoli del tempo” (Urania, 2002). Questo secondo libro non è male ma, come spesso capita con i sequel, non è all’altezza del primo. Secondo il mio insindacabile giudizio arriva appena alla sufficienza più qualcosina. Peccato.

              REPLY

            8. any572
              Oct 05, 2012 @ 21:44:50 [Edit]

              Finito tre libri ultimamente….
              1. Der 13. Apostel (Gospel) di Wilton Barnhardt
              un maloppone di oltre 1000 pagine, che parla della caccia allo scomparso evangelo di mattia, il 13. apostolo…..una caccia al tesoro attraverso tutta l’europa…..
              personaggi a cui si vuole bene….
              storia un po scontata…..
              ma raccontata bene e interrotto da pezzi dell’evangelo perduto.
              2. Mein deutsches Dschungelbuch di Wladimir Karminer
              libro parecchio piú breve…..
              una fila di racconti di un autore russo-ebreo che vive da poco in germania….e come ha conosciuto lui la germania ed il nostro popolo…..discrivendo i suoi viaggi per lungo e largo del paese……
              alcuni racconti sono divertentissimi…altri invece sono un po scontati e noiosi.
              3. Bruno, Chef de Police di Martin Walker
              il primo libro di una serie di gialli ambientati nel Perigord…….
              parla mooooooooooolto di cultura (mangiare e bere)…
              di storia francese………..
              della regione……..
              dei personaggi……
              ed il caso criminale……insomma…..é un po meno (un po molto meno) importante….
              mi é piaciuto abbastanza…..infatti sto leggendo un’altro……

              Riassumo: 38) Der 13. Apostel (Gospel) – Wilton Barnhardt; 39) Mein deutsches Dschungelbuch – Wladimir Karminer; 40) Bruno, Chef de Police – Martin Walker;

              REPLY

            9. inquisit
              Oct 07, 2012 @ 16:58:30 [Edit]

              ma sai che non mi fa fare reply al reply dopo la seconda volta?
              bene
              volevo replynderti: molto rumore per nulla

              REPLY

            10. inquisit
              Oct 07, 2012 @ 17:05:40 [Edit]

              Mi interessa quello delle Orra, Endurance. E io non ho mai letto Strade blu! male! motto male!

              REPLY

            11. inquisit
              Oct 07, 2012 @ 17:24:04 [Edit]

              Azzia controlla un po’ se ti ho messo tutto giusto, peraltro

              REPLY

            12. monichina
              Oct 08, 2012 @ 17:25:17 [Edit]

              -Big Man (che aggiungo?)
              -A volte ritorno (john niven) tanto carino! Dio rimanda sulla terra Gesu’ e’ un Gesu’ proprio fighissimo canta sona va a donne se fa le canne e beve! c’e’ na chicca che m’ha lasciato tanto contenta….ma non ve la posso dì!!!
              -l’ultimo cavaliere (la torre nera 1) S. King . amme er fantasi non me piace ma questo si! nfatti ho iniziato il secondo!

              REPLY

            13. Sir Torati
              Oct 10, 2012 @ 07:48:19 [Edit]

              arriva l’autunno, ma tanto le mie letture sono sempre state sul malinconico galoppante.

              eccovi gli ultimi tomi finiti:

              - coral glynn (peter cameron). avessi letto dickens, direi che assomiglia ad un romanzo dickensiano. la storia di un’infermiera a domicilio – però non del tipo edwige fenech al distretto militare – nell’inghilterra uscita dalla seconda guerra mondiale. dicono non sia il più riuscito dell’autore, ma io l’ho trovato interessante.

              - a volte ritorno (john niven). ne avete parlato in tanti qui dentro. estremamente piacevole, la storia di gesù cristo che partecipa ad una sorta di x-factor. noioso solo nella parte dedicata alla vita in comune, veicola un messaggio semplice semplice ma autentico: fossimo tutti pià buoni, il mondo sarebbe migliore. io all’asilo ci credevo e sono diventato un adulto triste…

              - l’eleganza del riccio (muriel barbery). recupero di un bestseller di qualche anno fa. ovviamente il successo commerciale dovrebbe essere un elemento a sfavore secondo il manuale del perfetto radical-chic. invece la storia della portinaia colta è interessante. non capolavoro, ma meglio quello sugli scaffali dell’autogrill che l’ultimo vespa.

              - open (andre agassi). la biografia del tennista, firmata da lui ma scritta – e molto bene – da uno più famoso e più bravo. interessante che odiasse il tennis. buonista solo nella parte dedicata alla graf, per il resto piacevole anche per chi non sa cos’è uno smash o la coppa davis .

              - lo scrittore deve morire (gianluca morozzi & heman zed). delle ultime produzioni morozziane, una delle (poche) salvabili. forse perché scritto a quattro mani (e non osate scrivere che è un libro di morozziebasta ché l’altro giustamente si incazza). non si parla di bruce, non si parla del bologna calcio, non si parla di figa: miracolo!

              - comunque vada non importa (eleonora caruso). titolo (bello) e scrittura tipica dei ragazzetti indie. la storia, molto cupa, fatica a decollare, ma c’è del talento. si citano una marea di anime giapponesi. ozpetek ci potrebbe fare un film (sì, ci sono froci e lesbiche).

              quindi: 45) Coral Glynn – P. Cameron 46) A volte ritorno – J. Niven 47) L’eleganza del riccio – M. Barbery 48) Open – A. Agassi 49) Lo scrittore deve morire – G. Morozzi & H. Zed 50) Comunque vada non importa – E. Caruso

              REPLY

            14. inquisit
              Oct 12, 2012 @ 19:57:05 [Edit]

              TENZIONE CHE C’E’ IL RIENTRO DAA MASSIMINO
              LITTLE MAX IS WITH US AGAIN (segue musica tipo rocky)
              na nA NA NAAAAAA

              solo che non si ricorda la passworda. Intanto che provvede copincollo

              Ciao a tutti e ben ritrovati cari amici di letture! Come state? Sono stata latitante…c’è ancora posto da queste parti? Inqui, non sono stata molto costante nel segnarmi i libri letti negli ultimi mesi, per cui i titoli sono in ordine sparso. In ogni caso, grazie alla mia cronica insonnia estiva, ho letto parecchio…
              Anna Karenina di Tolstoj.
              Memorie di un vecchio giardiniere – Reginald Arkell
              Casa d’altri – Silvio D’Arzo
              Come strategia contro la crisi, non ho comprato libri ma mi sono dedicata alla ri-lettura, ovvero a libri già letti in passato che ho amato molto o che ho completamente dimenticato per cui è come se li leggessi per la prima volta.
              L’eleganza del riccio – Muriel Barbery
              Il club delle grandi speranze – J.R. Moehringer
              Cafè Julien – Dawn Powell
              Suite francese – Irene Nemirovsky
              Infine ho completato l’opera di G. Martin con i 9 titoli che mi mancavano:
              Il Regno dei Lupi
              La Regina dei Draghi
              Tempesta di Spade
              I Fiumi della Guerra
              Il Portale delle Tenebre
              Il Dominio della Regina
              L’Ombra della Profezia
              I guerrieri del ghiaccio
              I fuochi di Valirya
              Bene o male dovrebbe essere tutto. Al momento sono alle prese con Guerra e pace, vado un po’ a rilento. A presto

              REPLY

            15. stefania teodori (@bipepi)
              Oct 14, 2012 @ 14:41:55 [Edit]

              ho cambiato faccia ma sò sempre io, con aggiornamento:
              neuland – eshkol nevo
              oh, fino a circa metà libro ero super mega entusiasta…poi invece dopo “l’incontro” tutto diventa un po’ troppo…troppo inzomma.
              però continua a piacermi molto come scrive esso.
              e ora…ora ne ho iniziato n’altro che me piace solo che…solo che dopodomani è IL giorno!! finalmente, dopo mesi di attesa, torna l’amico mio giapponese, quello a cui il cinese ha fregato il nobel. vergogna.

              REPLY

            16. UOLLAS
              Oct 16, 2012 @ 16:27:38 [Edit]

              Finito “Il chirurgo” di Tess Gerritsen. Primo libro dal quale hanno poi creato la serie tv “Rizzoli & Isles”. Non male come libro d’esordio, con una discreta dose di tensione. Per dovere di cronaca, soprattutto per chi conosce la serie tv, Jane Rizzoli non era affatto il personaggio principale come in TV. Non nel primo libro almeno. Maura Isles non figura ancora (mi sembra che arriverà nel secondo o terzo libro).

              REPLY

            17. inquisit
              Oct 16, 2012 @ 19:33:55 [Edit]

              tuttavia cara Azzia non si può trattare male il povero cino, sai
              anzi mi sa che dovremmo pure leggerne quacche cosa, mi sa, presempio sorgo rosso a me m’attira assai

              Sorgo rosso è un affresco fiammeggiante degli ultimi decenni di storia cinese, dagli anni ’30 agli anni ’70, raccontati da un giovane della provincia che ripercorre i drammi, gli amori, i lutti della propria famiglia: una storia di lotte fratricide e guerre, di carestie, rapine e scorrerie, di amori e passioni, di riti magici e pratiche stregonesche, di barbarie e di morti, di imprese infime e di gesta eroiche. Dall’epoca d’oro del banditismo negli anni ’20, alla sanguinaria invasione giapponese del decennio successivo, fino agli anni che precedono la Rivoluzione culturale, il romanzo attraversa come un fiume sotterraneo il cuore della Cina e ce la racconta nella sua verità profonda e primitiva, nel suo essere un Paese arcaico e feroce eppure governato da leggi antichissime, sagge e disumane al tempo stesso. Ed è una storia che dà voce e volto, per la prima volta, a quel brulichio di “anime sperdute” che abitano le immense campagne cinesi, tra le sconfinate distese di sorgo “che in autunno scintillano come un mare di sangue”, raccontate da Mo Yan con un realismo e un senso vivissimo dell’epica quotidiana che fanno piazza pulita di decenni di ingenua iconografia. Nessun romanzo moderno ha saputo immergersi con tanto febbrile stupore e così impietosa crudezza visionaria nel mondo immobile dei villaggi cinesi, nell’attimo di una trasformazione epocale, “a pochi passi” dal precipizio verso l’anarchia. Dopo aver vinto praticamente tutti i premi letterari in Cina, e dopo il celebre omonimo film di Zhang Yimou, nominato all’Oscar per il miglior film straniero, e Orso d’oro al festival di Berlino nel 1988, Sorgo rosso è uscito nel 1993 in America, dove per la sua forza mitica e immaginativa è stato paragonato a Cent’anni di solitudine di Garcia Marquez.

              REPLY

              • any572
                Oct 16, 2012 @ 23:15:17 [Edit]

                se ti referisci al cinese che ha vinto il nobel……
                anche se dicono in tanti (almeno qui in teteskolandia) che non era giusto darglielo perché é troppo pro-governo cinese……
                a me é piasciuto assai.
                ho letto sia fianchi larghi, seno grosso che il supplizio del legno di sandalo….
                grandissimi romanzi che raccontano tanto della storia cinese, che (almeno) a me era nascosto…..in colori talmenti vivi….che fa pure male.
                perché – questo va detto – sono racconti brutali, crudeli……non addatti ad anime facilimente da impressionare……peggio di un sacco di thriller che ho letti……
                credoc he sia molto, ma mmmmmmmmmmmmmmolto difficile criticare il regime di una dittatura se vuoi continuare a vivere e lavorare in questa tua patria….
                almeno io li ho letti cosi, sti romanzi….che criticano fortemente la “vecchia cina”…..”io scrivo di altri tempi, tempi che voi (regime di oggi) avete cambiato, e faccio vedere a tutti quanto erano brutti e cattivi……come, voi vedete dei paralleli con i tmepi di oggi???? ma dove???? voi vedete cose brutte cosi – OGGI?????”
                forse l’ho letto sotto la chiave sbagliata, troppo del west…..ma a é sembrato un’ottimo modo per criticare e per prendere per le mele anche il regime attuale della cina.
                anche senza cercare la political correctness……mo yan scrive bene. mi ha incollato alle pagine, anche se sono tante.
                ps. é il primo premio nobel che abbia letto (prima che gliel’avessero dato)

                REPLY

            18. Martina Arcodia
              Oct 17, 2012 @ 08:11:52 [Edit]

              oh oh oh, eccomi con una sporta di libri letti. un po’ belli, un po’ meno, un po’ a caso (essere impiegati in biblioteca aiuta molto nella casualità).
              dall’ultimo che vedo in lista ho letto:

              - l’uomo duplicato, di josè saramago. molto moooolto bello e amabile
              – fontamara, di ignazio silone. attimi di steinbeckismo abruzzese, consiglio
              – nudi e crudi, di alan bennett. divertente e piccolino, si legge bene in treno
              – addio alle armi, di ernest hemingway. ciao, capolavoro veramente CIAO
              – il porto sepolto, riletto scopo esame dopo secoli e riapprezzato
              – le notti bianche, di Dostoevskij. mi aspettavo qualcosina di meglio
              – non avevo capito niente, di diego de silva. molto bravino, molto divertente

              REPLY

            19. stefania teodori (@bipepi)
              Oct 19, 2012 @ 17:01:58 [Edit]

              bè effettivamente il filmo sorgo rosso è MARAVILLIOSO veramente! pertanto se è valido il postulato che il film è sempre meno bello del libro…epperò l’haruki, uffi.
              tanto per dire che sto a pag. 164 di 395. sto andando piano sennò finisce presto e ce rimango malo….

              REPLY

            20. Sir Torati
              Oct 23, 2012 @ 11:50:44 [Edit]

              comunque sia chiaro: io quest’anno ho letto come un matto solo perché allettato dalle faccine accanto alla lista dei libri.

              attendo con impazienza, un po’ come quando dal benzinaio arrivi alla mitica soglia della sacca sportiva.

              REPLY

              • uollas
                Oct 23, 2012 @ 11:55:38 [Edit]

                Ti che faccine parli, Sir?

                REPLY

                • Sir Torati
                  Oct 23, 2012 @ 12:03:45 [Edit]

                  cito il regolamento dell’iniziativa:

                  “A fine anno chi ha raggiunto la cifra di 50 libri viene elogiato pubblicamente da tutti i partecipanti, e vince tutta la nostra stima, oltre a taaanta simpatia. Ah e in tabella nell’elenco dei libri gli metto anche le faccine.”

                  (all’inizio avevo letto focaccine e la cosa mi aveva allettato anche di più)

                   

            21. uollas
              Oct 23, 2012 @ 12:06:49 [Edit]

              Nel frattempo terminati:

              - “L’uomo che credeva di essere se stesso” di David Ambrose . Molto bello e abbastanza piscologico & ingarbugliato. Per fortuna quindi che non l’ha tirata troppo per le lunghe.

              - “25 racconti del terrore vietati alla TV presentati da Alfred Hitchcock”. Libro del 1956 che raccoglie, guarda un po’, 25 racconti del terrore. In realtà più che del terrore, direi della risata, della noia e del punto di domanda. Infatti alla fine di alcuni racconti potevi solo dire “Eh? E quindi? Dov’è il terrore?”. Poi, è da rimarcare la fantasia del doppiatori di 60 anni fa: non è credibile che un racconto intitolato “Sredni Vashtar” scritto da Saki (nome d’arte di tale Hector Hugh Munro, scrittore inglese morto in Francia al fronte nel 1916) abbia il personaggio principale che si chiama Corradino. Dai cazzo! Cosa gli costava lasciare l’originale Conradin?

              REPLY

            22. inquisit
              Oct 23, 2012 @ 12:21:01 [Edit]

              in effetti finchè non trovo un altro lavoro potrei anche mettermi lì e produrre una cinquantina di focaccine, che sarà mai! ma poi tanto non le mangiate chè mi state tutti attenti alla linea!

              REPLY

              • any572
                Oct 23, 2012 @ 22:17:06 [Edit]

                alla prima elttura pensavo anch’io alle foccaccine……(ma per me é normale, sono straniera…..e in astinenza da foccaccine)….
                e non sono attenta alla linea…..non di certo.
                quindi….fammo una foccaccina a libro letto…..? gnammmmmmm…..:-D
                ma se li prepari ora….alla fine dell’anno come ci arrivano – le foccaccine, intendo???

                REPLY

              • laorr
                Oct 24, 2012 @ 09:02:37 [Edit]

                Focaccine per tutti! sì sì!

                REPLY

            23. inquisit
              Oct 23, 2012 @ 12:21:43 [Edit]

              ps, ahahahaha corradino!!!

              REPLY

            24. stefania teodori (@bipepi)
              Oct 23, 2012 @ 16:02:46 [Edit]

              bè vabbè, devo dire che ovviamente ho terminato il Mura??
              2 libro secondo me inferiore al primo, ma inzomma comarsolito si fa leggere, altrochè.

              REPLY

            25. inquisit
              Oct 24, 2012 @ 12:45:56 [Edit]

              Corradinooooo! ahahahah

              REPLY

            26. monica
              Nov 04, 2012 @ 10:40:02 [Edit]

              Riletti:

              Difesa a zona
              Si è suicidato il Che
              La lunga estate calda del commissario Charitos

              tutti di Petros MArkaris

              Monica

              REPLY

            27. any572
              Nov 04, 2012 @ 22:30:13 [Edit]

              rieccomi……o passato gli ultimi tempi a leggere…..
              – vi ho lasciati dopo il primo episodio di bruno, chef de police….di cui ho subito letto anche la terza avventura…..forse perfino meglio del primo….simpatici i personaggi, bello il paesaggio e l’importanza dei pasti, e perfino un po di suspence da giallo…..
              “Schwarze Diamanten” (Black diamond) …..intendono i tartufi neri del perigord…..di Martin Walker
              – contiunando il mio viaggio in francia sono passata a Fred Vargas. Per la prima volta ho letto un suo romanzo, in cui Adamsberg non é il protagonista, ma un ex-inspettore di nome Kehlheimer…..bello – come tutti i thriller/gialli della Vargas, che ho letto…Das Orakel von Port-Nicolas (Un peu plus sur la droîte)
              – poi sono passata ad un thriller di Jeffrey Deaver con la fidata coppia Rhyme / Sachs…..me ne sono accorta solo dopo che lo conoscevo giá…..ma credo di averlo letto in italiano…..quindi é una rilettura….Das Teufelsspiel (The twelveth card)
              – e per finire (almeno per oggi) un vero mattone di aroganza e “so-tutto-SOLO-io” di un autore tedesco che scrive degli articoli di viaggi per delle riviste….odioso, ma l’ho finito perché me l’hanno regalto per scriverci qualcosa……solo 211 pagine, ma 211 pagine lunghissime…..il titolo tradotto sarebbe: istruzioni per l’uso del mondo….la dice lunga sulla presunzione dello scrittore…… uffa…..

              41. Schwarze Diamanten – Martin Walker; 42. Das Orakel von Port-Nicolas – Fred Vargas; 43. Das Teufelsspiel – Jeffrey Deaver; 44. Gebrauchsanweisung für die Welt – Andreas Altmann;

              REPLY

            28. Sir Torati
              Nov 06, 2012 @ 07:39:38 [Edit]

              in attesa delle focaccine (quando esce il catalogo premi 2013? spero ci sia l’impermeabile o il set di bicchierini da whisky), ecco l’aggiornamento delle ultime più o meno piacevoli letture.

              - un giorno questo dolore ti sarà utile (peter cameron): occasione un po’ sprecata. poteva essere un bel romanzo di formazione, rimane una storia appena abbozzata del solito adolescente chiuso e con i genitori ossessionati dalla normalità.

              - la cortina di marzapane (heman zed): l’esordio del mio concittadino e recente sodale del morozzi che mi ha rimproverato perché su anobii non l’ho citato come co-autore del libro. una storia come tante, anche se scritta bene e piacevole. un po’ come se avessero pubblicato un libro al compagno di scuola che scriveva bene.

              - quella sera dorata (peter cameron): a me cameron piace perché anche se non si ha più il tempo (o la voglia?) di leggere i classici, con i suoi romanzi ci si avvicina a quelle atmosfere. non c’è stile bloggettaro, ma storie d’amore senza internet e sfumature di grigio.

              - a spasso con bob (james bowen): storia (vera) tanto zuccherosa e nemmeno così straordinaria dell’incontro fra un suonatore di strada un po’ sbandato e un bel micio rosso. però chi ama i gatti non può non innamorarsene e segnarsi l’idea di beccarli per strada nel prossimo viaggio a londra.

              - 1Q84 libro terzo (haruki murakami): si chiude il librone, la cui prima parte era stata pubblicata l’anno scorso, tirando le fila delle tante vicende con la conclusione più semplice possibile. forse troppo semplice, dopo mille pagine di attesa. e contemporaneamente lasciando molte questioni irrisolte. non è il murakami migliore, ma lo stile è sublime. troppi ingredienti, forse per strizzare l’occhio alla critica che infatti lo acclama come capolavoro.

              indi:
              51) Un giorno questo dolore ti sarà utile – J. Cameron 52) La cortina di marzapane – H. Zed 53) Quella sera dorata – J. Cameron 54) A spasso con Bob – J. Bowen 55) 1Q84 Libro Terzo – H. Murakami

              REPLY

            29. annalittlemax
              Nov 08, 2012 @ 09:08:35 [Edit]

              Ciao Inqui e ciao a tutti.
              Aggiornamenti: ho finito Guerra e pace. Che dire? Niente. E’ perfetto in tutto. Tranne le ultime 50 pagine che proprio non sono riuscita a leggere in quanto mattonata. Per il resto è stato amore eterno.
              Trovare un libro da leggere dopo Guerra e pace devo dire che non è stato facile. Alla fine ho scelto L’ultimo dei Savage di Jay McInerney. Mi ha molto delusa. Ricordavo quanto mi avesse commossa la lettura di Le mille luci di New York e pensavo di ritrovare una scrittura e atmosfere simili anche in questo libro. Invece mi è sembrato tutto molto superficiale, con scene da fiction da due lire….
              Per ritrovare il McInerney che ricordavo mi sono riletta Le mille luci di New York. Ecco, quello si è che un libro (libro breve o lungo racconto che sia) del quale mi sento di dire ogni bene.
              Riassumendo:
              Tolstoj – Guerra e pace
              McInerney – L’ultimo dei Savage
              McInerney – Le mille luci di New York

              REPLY

              • Sir Torati
                Nov 08, 2012 @ 09:21:51 [Edit]

                io chiedo ufficialmente che i commenti di questa signorina, per la quale nutro un’autentica venerazione, vengano inibiti alla mia lettura.

                perché, ogni qualvolta ella consiglia una lettura, io non posso che precipitarmi a comprarla, nonostante i buoni propositi di smaltire la pila di tomi arretrati.

                chiudo col mio evergreen, un consiglio per chi affronterà la lettura del capolavoro russo.

                “Ho fatto un corso di lettura veloce, ho imparato a leggere a piombo, trasversalmente la pagina, e ho potuto leggere “Guerra e pace” in venti minuti. Parlava della Russia.” (Woody Allen)

                REPLY

              • uollas
                Nov 08, 2012 @ 09:31:40 [Edit]

                Che bello, Littlemax is back in town, alive & kickin.

                REPLY

            30. annalittlemax
              Nov 08, 2012 @ 09:15:31 [Edit]

              Dimenticavo!
              Un titolo letto la scorsa primavera e che ho scordato di inserire nella lista:
              Kathryn Stockett – L’aiuto
              (credo che tutto il mondo lo conosca come The help, anche per via del film, ma la mia versione ha il titolo tradotto in italiano).

              REPLY

            31. inquisit
              Nov 10, 2012 @ 13:37:42 [Edit]

              Sartorello, ma guerra e pace è belizzimo! non temere nulla! poi alla fine ti faccio pure un ciambellone, altro che focaccine!!!

              REPLY

            32. annalittlemax
              Nov 12, 2012 @ 09:57:11 [Edit]

              Ciao Sartorati e Magni! Ben ritrovati!
              Andrea: La mille luci….assolutamente!
              Allora, un libro che non so se le regole permetteranno di inserire in lista..perchè l’ho letto un po’ qua e un po’ là… Prima 80 pagine, finale e un’occhiata in giro per vedere cosa succedeva..
              Mi hanno regalato Il cimitero di Praga di Umberto Eco.
              Non credo che comprerei mai un libro che abbia la parola “cimitero” nel titolo…
              Cominciamo dalla fine. Il narratore inserisce uno schema degli eventi ad uso di “lettore non fulmineo di comprendonio”…. E questo ispira grande simpatia..
              E’ ambientato a fine ’800 o giù di lì e troviamo dentro un po’ di tutto: Garibaldi e le messe nere, gli ebrei e le fogne di Parigi, notai in malafede e amnesie, cocaina e doppio gioco, satanisti, porcherie e alti ideali, preti, ricette, sporcizia, escrementi e cattivi odori (come se piovesse). Anche moltissimi aggettivi aulici e ricercati perchè Eco, si sa, è dotto.
              Cosa non mi è piaciuto? L’intreccio, troppa roba. E le atmosfere gotiche tanto care ad Eco che proprio non amo (le atmosfere).
              Se si trattasse d’aria sarebbe irrespirabile.

              REPLY

            33. bibbywankenobi
              Nov 12, 2012 @ 12:19:31 [Edit]

              raga ho finito tre libri e sto per finire anche il quarto, con i quali salgo a quota dieci ed è la svolta totale:
              Persepolis – M. Satrapi (è un fumetto, però è abbastanza lungo per essere considerato un libro. No? Beh comunque penso lo conosciate tutti, quindi è inutile che ne scriva. Molto carino)
              Il Portogallo è un’isola – M. Miranda (diario di un viaggio in Portogallo che ho letto dopo esserci stato, bella l’idea, non granché il risultato)
              Ma cosa vuoi che sia una canzone – G. Antonelli (cinquant’anni di musica italiana analizzati dal punto di vista della linguistica: una figata – potrei aver rivalutato Vasco, intendo il primo Vasco però)
              Il Corridore – M. Olmo (sto per finirlo, lo consiglio al corridore-Dievel come già gli avevo consigliato “l’arte di correre”, questo però è più incentrato sull’ultra-trail, e non solo su maratone e mezze

              REPLY

            34. stefania teodori (@bipepi)
              Nov 12, 2012 @ 17:51:38 [Edit]

              riecchime con aggiornamenti.
              – la casa della moschea – Kader Abdolah
              che dire di questo libro se non che mi è piaciuto ma tanterrimo?? come narra il titolo stesso, racconta di una serie di personaggi che vivono in questa casa, incluse le cicogne, che ogni anno ci tornano a fare il nido, una casa ricca di colori, profumi, odori, stanze nascoste, minareti e cupole. alla fine parla dell’iran. magia.
              – storia del nuovo cognome – Elena Ferrante
              che poi è il seguito di “l’amica geniale” che avevo letto in primavera.
              sto qua l’ho letteralmente bevuto. il modo che ha di scrivere la Ferrante, mi cattura completamente.
              ora ho principiato l’ultimo di Marco Presta “il piantagrane”
              il coniglio io lo amo e pecciò non sarò imparziale, temo. ma presto vi farò saputi.
              passo e chiudo non senza voler tuttavia rimarcare che guerra e pace è il mio PRIMO LIBRO nella lista dei 10 o dei 20 o di quelli che vi pare avvoi.
              farò la maestrina dalla penna rossa ma non me ne dolgo perchè non si può non legge sto Libro qua. imperdibbole.

              REPLY

            35. inquisit
              Nov 14, 2012 @ 15:03:39 [Edit]

              beh comunque pare interessante quel libro di bibby sull’italiano nelle canzoni italiane, mi attira

              REPLY

            36. inquisit
              Nov 14, 2012 @ 15:28:25 [Edit]

              OH E COMUNQUE SI FACCINO UFFICIALMENTE I COMPLIMENTI E LE FOCACCINE A SARTORELLO! cinquanta libri mica pizza e fichi con le cotiche!

              REPLY

            37. stefania teodori (@bipepi)
              Nov 16, 2012 @ 17:36:51 [Edit]

              Sartorino l’ho suggerito io e ME NE VANTO!!! fuochi artifiziali e focaccelle a volontà!!

              REPLY

            38. inquisit
              Nov 16, 2012 @ 18:26:45 [Edit]

              ahahah è vero, hai raggione, egli legge ci fa le scarpe e gli stivvali!

              REPLY

            39. inquisit
              Nov 18, 2012 @ 11:06:15 [Edit]

              ciao Marta, allora ti rispondo qua perchè purtroppo quando rispondi a un commento vecchio va sotto quel commento e non lo si vede più se non cercando: sì l’ha letto in inglese, non penso proprio che ci sia in italiano

              REPLY

            40. stefania teodori (@bipepi)
              Nov 26, 2012 @ 17:46:45 [Edit]

              nius.
              – il piantagrane – Marco Presta
              io sto uomo qua lo venero, pecchè è troooppo arguto e simpatico e coniglio, l’altro suo libbro mi era piaciuto assai. di questo che dire? fin quasi alla metà avanzata mi stava intrigando molto ma la fine…ecco mi ha lasciata un pò così…
              – la logica del desiderio – Giuseppe Aloe
              consigliatomi dalla libraia che ne ha azzeccati 4 su 6. questo mi è cascato dentro quel 20% non azzeccato. ammè non mi è garbato. forse perchè il tema trattato non mi si attanaglia molto, alla mia età (cit., ma voi non la coglierete perchè siete colti…)
              – la porta – Magda Szabo
              questo invece, sempre consigliato anch’esso, ambè, un SIGNOR LIBRO.
              Emerenc, uno di quei personaggi che rimarrà scolpito forever and ever dentro di me.
              – nel limbo – Rosamund Lupton
              vabbè daje, questo rientra nei libri che vanno via in un giorno e forse altrettanto rapidamente si dimenticano, che ogni tanto ce vonno puro loro.
              passo chiudo e vi saluto caramente.

              OLDER NEWER

              1. uollas
                Nov 29, 2012 @ 20:59:07 [Edit]

                Eccomi ancora qui, in uno dei pochi posti non rovinati dal solito coglione. Ho finito “Il giorno dopo domani” di Alla Folsom (1994). Libro comprato di seconda mano e pagato poco meno di 2 euro. Bellissimo thriller di 600 pagine piene zeppe di colpi di scena. E’ un cicinino esagerato, ma non mi sono mai annoiato, che è poi lo scopo di un libro.

                REPLY

              2. uollas
                Nov 29, 2012 @ 20:59:35 [Edit]

                Allan Folsom, non Alla :-)

                REPLY

              3. any572
                Nov 29, 2012 @ 22:19:12 [Edit]

                rieccomi……
                ultimamente non ho letto tantisimo….colpa di un emicrania persistente, che mi ha dato un po di grane…..
                – Gottlos di Karin Slaughter…..finalmente un thriller come si deve…..
                é il quinto libro di una serie….ma il primo che ho letto….non male.
                – Delikatessen di Martin Walker……il quarto caso di Bruno, chef de police nel Perigord….un altro librino simpatico di facile lettura che parla di persone,di tipi, del paesaggio, del mangiare, della culture….e nel frattempo si svolge un caso criminale…..(anceh se é piú “giallo” degi precedenti)
                – Mondberge di Andreas Klotz & Stephan Martin Meyer….un thriller che si svolge nelle montagne della luna = una catena montagnosa in africa tra uganda e kongo, dove fa freddo!!!! (montagne parecchio alte)….non male…specie le prime parti….mette un monte di carne sulla brace, ma purtroppo (come spesso) non ce la fanno a concludere altrimente bene…..insommma – un buon debutto.
                Era un altro libro vinto sulla pagina web lovlybooks, e letto insieme ad altri…..bello vicnere libri attuali e leggerli “in compagnia”….cosi si possono commentare…..

                riassumo:
                45. Gottlos – Karin Slaughter; 46. Delikatessen – Martin Walker; 47. Mondberge – Andreas Klotz & Stephan Martin Meyer;

                REPLY

              4. bibbywankenobi
                Nov 29, 2012 @ 22:46:30 [Edit]

                Ho letto “Open” di Andre Agassi, che è la svolta definitiva e totale ogni epoca (nonché l’autobiografia del tennista di cui sopra). Premetto che non me n’è mai fregato niente del tennis né di Agassi, ma raramente ho dato cinque stelline su aNobii ad un libro, e “Open” se le merita. Molto bene.

                REPLY

                • any572
                  Nov 29, 2012 @ 22:50:54 [Edit]

                  se non ti interessa né il tennis, né agassi – come ti é venuta l’idea di leggere proprio questo libro?
                  e perché ti ha entusiasmato cosi tanto?

                  REPLY

              5. bibbywankenobi
                Nov 29, 2012 @ 23:24:59 [Edit]

                mah, mi ispirava. Basta come motivazione? Ultimamente ho letto poco, e sopratuttto ho letto pochi romanzi. Ho comprato libri di sport e/o di musica, libri su Bruce, sulla musica italiana, su maratoneti e ultramaratoneti, sul basket. Ho fatto un ordine su ibs (lo so, son cose che non vanno fatte) e c’ho messo anche quello in mezzo, era superscontato. Risultato: ho letto 500 pagine in tempo record (per me). E’ scritto bene, la parte “psicologica” del campione Agassi fuori dal campo spesso prevale sulla parte in cui si parla delle partite, poi la vita privata e i figli, il rapporto conflittuale con il padre, quello con gli amici e lo staff. Capisci che libro è fin dal primo capitolo (“la fine”, in cui parla della sua ultima partita da professionista). Dai un’occhiata anche solo a quello, se lo trovi da qualche parte online ;)

                REPLY

                • any572
                  Dec 03, 2012 @ 00:22:07 [Edit]

                  certo che basta come motivazione……:-)
                  vedo se lo trovo in biblioteca…..mai guardato tra le biografie di sportivi……ma mi fido del tuo consiglio…..

                  REPLY

                • any572
                  Dec 03, 2012 @ 22:33:33 [Edit]

                  :-(
                  sembra che ce l’avevano in biblioteca…….ma che ce l’abbiano giá “buttato” fuori……
                  se lo trovo da qualche parte a poco lo prendo…….

                  REPLY

              6. monica
                Dec 02, 2012 @ 10:41:02 [Edit]

                Bello, Il giorno dopo domani. Letto parecchi anni fa e riletto rcentemente.
                Godibilissimo.

                Letto:

                Prestiti scaduti
                La balia

                di Petros Markaris

                Donne di C. Bukowski

                Monica

                REPLY

              7. Sir Torati
                Dec 03, 2012 @ 10:05:29 [Edit]

                conquistato il diritto alle focaccine, mi sono gettato in una serie di volumi brevi e leggeri, buoni per allungare il tabellino dei marcatori. eccoli:

                la sacra famiglia (dougals coupland): appena uscita una nuova edizione italiana, con altro e più azzeccato titolo. se non interessa la saga geek dell’autore canadese, questo è uno dei romanzi più divertenti.

                la zolfa (heman zed): letto quasi per sfida, dopo che l’autore ha lamentato di esser stato snobbato nelle recensioni della sua ultima fatica con morozzi. un po’ bar sport, un po’ armata brancaleone, è la storia di un condominio-comunità che resiste all’avanzata dei centri commerciali. si ride.

                agnes browne mamma (brendan o’ carroll): una giovane e svampita vedova nella dublino più stereotipata che si può. famiglie numerosissime, qualche pinta di troppo, la povertà, la solidarietà fra ultimi. il capitolo sulla lezione di scuola guida merita da solo la lettura.

                bassotuba non c’è (paolo nori): il classico libro del blogger di successo. inizialmente ostico – ok, ma il flusso di coscienza lo accettiamo più facilmente da joyce – ma alla fine ci si appassiona alle vicende di questo aspirante scrittore. senza capo né coda, ma salvabile.

                il buttafuori (giorgio specchia): dopo un libro dedicato al capo-ultras, questa volta tocca al buttafuori di una discoteca milanese. brevissimi capitoli che stimolano il gioco del chi è chi, ma poco di più.

                la sicurezza degli oggetti (a.m. homes): dieci racconti minimalisti di un’autrice americana. l’ennesimo volume di minimux fax su uno dei tantissimi nuovi carver o nuovi bukowsky. sufficienti non più della metà delle storie.

                imerio (marco ballestracci): imerio è un ciclista veneto degli anni sessanta (di quelli che salutavano in tv “ciao mama” e “pecato, sono arivato due”). scalatore fortissimo, è sempre stato fermato ad un passo da vittorie prestigiose o per sfortuna o per scelte strategiche. la sua storia romanzata è però un bel modo per raccontrare il riscatto degli italiani all’estero, cui anche lo scatto di un ciclista poteva regalare un po’ di felicità.

                dio odia il giappone (douglas coupland): bellissima edizione di ISBN con illustrazioni (che sono parte integrante della storia) a metà fra manga e pop art. i cambiamenti del giappone sono un pretesto: ancora una volta coupland descrive come pochi la non generazione di quelli prima dei nativi digitali (cioè noi): gente che vorrebbe vivere un po’ più facile, senza troppe responsabilità e cazzeggiando tutto il giorno.

                dalla parte del fuoco (romolo bugaro): durante una manifestazione studentesca si incrociano due destini, quello di un giovane al suo primo corteo e quello di un imprenditore che ha fatto il passo troppo lungo. trascurabile.

                quindi: 56) La sacra famiglia – D. Coupland 57) La zolfa – H. Zed 58) Agnes Browne mamma – B. O’Carroll 59) Bassotuba non c’è – P. Nori 60) Il buttafuori – G. Specchia 61) La sicurezza degli oggetti – A.M. Homes 62) Imerio – M. Ballestracci 63) Dio odia il Giappone – D. Coupland 64) Dalla parte del fuoco – R. Bugaro

                REPLY

              8. stefania teodori (@bipepi)
                Dec 04, 2012 @ 19:42:07 [Edit]

                ma inzomma, qua stamo addietrati coll’aggiornamenti, Inqui cara!
                me pare che mi ero avventurata sul leggero e pertanto proseguo sulla scia con
                “il giardino delle pesche e delle rose” di Joanne Harris
                che poi sarebbe il prosieguo di chocolat, che poi solo a legge sta parola me mi viene l’acquolina in bocca.
                giudizio, daje l’avevo detto che è leggiero leggiero, epperò gradevole e le pesche e le rose, namo un po’ su.
                mò sono tornata sul serioso. Javier Marias, tra quel tot vi dico.

                REPLY

              9. inquisit
                Dec 04, 2012 @ 20:25:49 [Edit]

                ahahaha ma no non siete tanto indietro, solo un cicinin!!! adesso arriva sant’ambroeus e c’ho il ponte di riposo e vi aggiuorno! :-)

                REPLY

              10. any572
                Dec 05, 2012 @ 23:15:15 [Edit]

                il mio numero 48 é uno dei miglior libri letti quest’anno…..
                sempre in regalo tramite la pagina web tedesca “lovelybooks”…..
                Life of Pi (Schiffbruch mit Tiger) – Yann Martel
                bello, bello, bello…….
                meglio non dire nulla della storia (se non l’avete giá letto)…..sta uscendo pure al cinema in questo periodo……
                tanta fantasia, tanta filosofia e religione, tanta zoologia……
                peccato che il finale mette il dubbio…..il dubbio della fantasia….il dubbio dell’incredibile…..il dubbio dell’impossibile………
                ma bbbbbbbbbbbbbbello.

                riassumo:
                45. Gottlos – Karin Slaughter; 46. Delikatessen – Martin Walker; 47. Mondberge – Andreas Klotz & Stephan Martin Meyer; 48. Life of Pi – Yann Martel;

                REPLY

              11. any572
                Dec 16, 2012 @ 23:37:04 [Edit]

                buon terzo avvento!!!!
                il natale (ed anche la fine dell’anno) si avvicina……sbrighiamoci a leggere……:-)

                - Der Gefangene des Himmels (Il prigioniero del cielo) di Carlos Ruíz Záfon
                bello.
                come gli altri tre….forse ha perfino un po piú di “azione”…..forse.
                e finalmente ci spiega un paio di cose in piú.
                fa gola per il quarto (e ultimo???) libro della serie.

                - Schattenblume di Karin Slaughter
                altro episodio dal Grant County…..
                non male. racconta due storie (leggermente connesse) su due piani temporanei diversi.

                riassumo……(e vorrei una foccaccina)
                45. Gottlos – Karin Slaughter; 46. Delikatessen – Martin Walker; 47. Mondberge – Andreas Klotz & Stephan Martin Meyer; 48. Life of Pi – Yann Martel; 49. Il prigioniero del Cielo – Carlos Ruíz Záfon; 50. Schattenblume – Karin Slaughter;

                dopo tanti anni finalmente sono riuscita a leggere di nuovo un po di piú….;-)
                per la prima volta che supero i 50 libri – almeno da quando li conto…che sono solo 3 anni….;-)
                grazie per la compagnia, per i consigli e la spinta di leggere!

                REPLY

              12. laorr
                Dec 17, 2012 @ 08:45:15 [Edit]

                Focaccine! Focaccine!
                Brava, che bello!!!!

                REPLY

                • any572
                  Dec 17, 2012 @ 23:34:27 [Edit]

                  grazie….
                  che qui in crucchia……le foccacine non si trovano….:-(…e mi mancano tanto….ma proprio tanto tanto……

                  REPLY

              13. laorr
                Dec 18, 2012 @ 20:31:29 [Edit]

                Jingle jingle… buon natale a tutti!!!

                Sono in super arretrato con gli aggiornamenti, ecco qua le ultime fatiche (si fa per dire eh!)

                - Il linguaggio segreto del corpo. Anna Guglielmi (e-book). Giusto giusto un’infarinatura sull’argomento, esistono testi più validi.

                - Happy birthday, Nebraska. Andrea Scanzi (e-book). Non l’ho amato in particolar modo, Nebraska, cazz Nebraska, non me lo toccate. Null’altro da dichiarare.

                - L’enigmista. John Verdon (e-book). Thrillerozzo che si fa leggere. Non tutto però, qua e là poteva essere meglio.

                - Born to run. Dave Marsh. AMEN E ALLELUJA.

                - Hud il selvaggio. Larry McMurtry. Molto bene. Molto. (PS: l’autore è il babbo di James McMurtry)

                - La droga fa bene. Lisa C. Carver. Fighissimo. Storia vera. L’autrice è fuori come pochi, piacevole lettura.

                - Alice nel paese delle meraviglie. Lewis Carroll. Non ce la posso fare, non mi è mai piaciuto e, pur rileggendolo in età diverse, mai lo farà.

                - Shibumi. Trevanian. Wow wow wow! Un grazie di cuore a chi l’ha segnalato su questi schermi!

                - Burn Babylon Burn, il fuoco indimenticabile di Bob Marley. Marco Denti. Premessa: non sopporto il reggae. Ma ora ne so di più.

                - Un calcio in bocca fa miracoli. Marco Presta (e-book). Godibilissimo. Ora, anche grazie alle ottime impressioni di Stefaniazzia, andrò a recuperarmi qualcos’altro di suo.

                - Scatola nera. Jennifer Egan (e-book). Autorra del già incensato “Il tempo è un bastardo”, libro piccino picciò scritto a mò di twitter, interessante.

                - Le ultime 5 ore. Douglas Coupland (e-book). Idea buona, ma il libro anche no (alcune persone in un bar d’aeroporto all’arrivo di una non meglio precisata catastrofe).

                - Memorie di un’infamia. Lydia Cacho. Interessantissimo. Tutto vero. Avverto, ci si indigna molto, Messico, pedofilia, soprusi sulle donne ecc. Lei è una donna straordinaria, voglio saperne di più. Consigliolo.

                - Stoner. John E. Williams (e-book). Ce l’avevo lì da un po’ ed ho atteso il momento giusto per godermelo per bene, ero molto curiosa. GRANDE libro, confermo quanto di positivo già scritto da altri in proposito; uno dei rari casi in cui mi è venuta voglia di entrare nella storia ed urlare qualcosa al protagonista, non so se rendo l’idea. Poetico. Consigliatissimo.

                - Adesso basta. Simone Perotti (e-book). Prendendo spunto da “Andare camminare lavorare” (Piero Ciampi) si potrebbe arrivare a “Lavorare, guadagnare, consumare”. Consumare, consumare, consumare, sempre e comunque. Perché vivere così? Un’alternativa ci viene proposta dal “downshifting” letteralmente “scalare marcia”, interessante. Anche se non si pensa di abbracciare il cambiamento in toto, alcuni spunti son decisamente buoni ed applicabili.

                - Il segreto delle ossa. Robin Cook (e-book). No no no ed ancora no. Babba bia.

                - Non abitiamo più qui. Andre Dubus. Bene. 3 racconti, stessi personaggi. Come scrive bene quest’uomooo!

                E come disse Giorgino: “Chi legge vive mille volte prima di morire”.
                Buone cose a voiii !

                REPLY

                • Sir Torati
                  Dec 21, 2012 @ 08:11:04 [Edit]

                  accidenti, temo che, causa affinità letterarie, devo iniziare a segnarmi anche i consigli della orra.

                  vi aggiorno presto con le ultime letture dell’anno e i propositi in tema di libri per il 2013.

                  REPLY

              14. inquisit
                Dec 18, 2012 @ 21:17:19 [Edit]

                ci sono, ci sono! buon rassemblement a tutti, vi aggiorno preshto giuro! annette anche io letto life of pi :-)
                e niente focaccine finchè non siete aggiornati tutti, così vi imparate! muahahahah

                REPLY

              15. Angela Del Rosso
                Dec 20, 2012 @ 21:15:00 [Edit]

                Sono rimasta indietro assai nell’aggiornamento delle mie letture, che rimarranno (ahimè) più scarse dello scorsi anno. Eccole (per risparmiare fatica alla Inqui ho già messo i numerini accanto):
                …..
                8) L’anello del Re-Marco Buticchi
                un thriller storico-biblico-fantasy ben scritto ma non fondamentale
                9) Jagger -Marc Spitz
                Una buona biografia della vecchia Brenda Jagger (come lo chiama il suo glitter twin Keith Richards..).
                10) Dance. Dance, Dance- Haruki Murakami
                L’albergo del Delfino, passaggi di tempo e di vita, surreali ed evocativi. Grande libro di uno dei migliori scrittori degli ultimi anni.
                11) L’arte di correre- Haruki Murakami
                Discreto saggio sulla corsa e sul suo parallelismo con la scrittura.
                12) Mr Gwin- Alessandro Baricco-
                Non sarà Mr Simpatia, ma Baricco sa scrivere. Questo libro ne è una ulteriore testimonianza.
                13) zia Mame- Patrick Dennis
                libro leggero, godibile e allegro.
                14) L’allegra apocalisse- Arto Paasilinna
                Come una piccola comunità aspetta e sopravvive ad una presunta apocalisse. Ironico, surreale e ben scritto come ogni libro di Paasilinna che si rispetti.
                15) Chiedilo al dottor Ozzy-Ozzy Osbourne
                Ozzy, su Rolling Stone, da’ consigli medici a gente che talora è più folle di lui. immancabile per ogni ipocondriaco.
                15) Bahia –Jorge Amado
                Amado è un ottimo scrittore di storie, ma qui, dove descrive luoghi, gente e costumi di Bahia, è alquanto noioso.
                16) Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte-Mark Haddon
                Un ragazzo particolare che, ricercando della verità sull’omicido di un cane, supera i propri limiti e scopre avvenimenti importanti sulla sua vita.
                17) il torto del soldato-Erri De Luca
                Due storie si intecciano intorno alla Shoah e alla Kabbala. Essenziale e bellissimo.
                18) Pure and Easy-Eleonora Bagarotti
                Ottimo libro sugli Who, che va ben oltre il commento dei testi delle loro canzoni.
                19) Mare al mattino-Margaret Mazzantini
                storie di migranti per necessità dall’Africa all’Italia e dall’Italia all’Africa legate da un intreccio sottile e profondo
                20) I pesci non chiudono gli occhi-Erri De Luca
                La storia di un ragazzo, e il parallelo fra l’arte della pesca e l’arte di vivere, ricordate dopo 50 anni. Quasi una poesia in prosa.

                REPLY

              16. inquisit
                Dec 20, 2012 @ 21:30:29 [Edit]

                stavo aggiornando tutti ero arrivata alla orra e m’è partito il pc, vaffanculooooo!
                domani riprendo, solo sartorello s’è salvato, ci rendiamo contoooo????

                Per la Orra:

                1) shibumi l’ha consigliato Azzia, segna tuttooooooo laZZia e garranZia (ah ah ah)
                2) robin cook mi sa che gattone pure lo schifa

                3) su nebraska libro mia esperienza:

                in una libreria vedo che c’è un libro di colombati su nebraska con commenti e testi tradotti, dico dai però nebraska che bello vediamo un po’ sti commenti autorevoli
                si apre a caso la pagina di highway patrolman
                traduzione
                POLIZIOTTO DELLA STRADALE

                cosa maccccosa con 5 c
                libro riposto
                adieu

                REPLY

              17. inquisit
                Dec 22, 2012 @ 13:46:05 [Edit]

                no avrei preferito non sapere! ahahah

                REPLY

              18. monica
                Dec 24, 2012 @ 13:26:12 [Edit]

                Letto /Un castello di inganni – Elizabeth George

                Monica

                REPLY

              19. stefania teodori (@bipepi)
                Dec 26, 2012 @ 09:58:36 [Edit]

                pant pant, che se poi resto addietrata coll’aggiornamenti nun ce azzecco più
                mannaggia bubbà.
                e comunque tanto per tirarmela un tantino (ma poco poco, daje) pure Stoner l’aveva segnalato azzìa. grande libbro assìssì.
                ordunque dove eravamo rimasti?
                – “gli innamoramenti” Javier Marias
                che domani nella battaglia pensa a me è stato un libro che ho amato MOLTISSIMO e allora continuo a seguirlo, sto spagnolo qua. a tratti la sua scrittura mi affascina e mi intorcina, a tratti è di una noia sconcertante.
                -”quel che ora sappiamo” Catherine Dunne
                la dunne è una di quelle scrittrici (un po’ meno ma tipo anne tyler, tanto per capirci) che devo leggere, di quando in quando. romanzi con una scrittura piana, scorrevole, donna.
                -”il libro segreto delle cose sacre” Torsten Krol
                questo me l’ha suggerito il mio amichetto libraio. ma lui alle volte ci azzecca alle volte no (al contrario dell’amichetta femminuccia che lei finora ci ha azzeccato sempre). questa è una delle volte no. proprio non piaciuto. madechè, ma che ci volevi dire Torsten?? io proprio non ti ho capito, te e la tua luna.
                -”ti seguo ogni notte” Luca Bianchini
                e questo…bè questo è uno di quei libri stile harmony che non meriterebbe 2 parole non fosse che Bianchini è un conduttore della radio che ascolto da anni e lui nella sua trasmissione spesso chiama una libraia italiana che ha libreria a Londra e sto libro l’ho comprato all’italian bookshop, a Londra e la libraia Ornella me l’ha consegnato con un biglietto troooppo carino nel quale era stampata una poesia “il pellerossa nel presepe” di rodari, troppo bella, che avevo imparato a memoria con il mio bambino piccolo giusto qualche anno fa e insomma….vabbè…
                -”l’etica protestante” Eric Fuchs
                perchè ogni tanto tocca ricordare chi siamo e da dove veniamo…

                stop. st’anno non ci arriverò mai a 50 UFFAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!! :o(((((

                REPLY

              20. any572
                Dec 26, 2012 @ 14:52:27 [Edit]

                eppure ho finito il 51…..
                di nuovo un thriller(ino) di karin slaughter – verstummmt (Tryptich)
                mahhhh….ora basta per un po con la slaughter…scrie bene…ma dopo un po si capisce troppo presto come andrá a finire…..
                peró i personaggi sono belli…..

                51. Verstummt – Karin Slaughter

                ora ho iniziato il maloppone con cui volevo finire l’anno e cominciare il 2013……
                trono delle spade parte secoda (cioé l’edizione da due libri, che ho preso quest’estate in italia…..)
                …e per Natale mi hanno fatto pure il nuovissimo kindle fire…..wow…….
                ora lo devo intestare……
                perció ci si vede tra un po….un po di piú del solito…….:-)
                spero di rileggervi l’anno prossimo!!!!! :-)

                REPLY

              21. inquisit
                Dec 26, 2012 @ 21:20:10 [Edit]

                accidenti quanto lo vorrei pure io il kindle fire! e invece ho dovuto comprare tichetti di Bruce! dannazione! :-)

                vabbè Azzia dai è stato l’anno bisesto, della fine del mondo…epperforza!

                REPLY

              22. uollas
                Dec 27, 2012 @ 07:04:49 [Edit]

                E terminiamo l’anno con “Bruce” di Ames Carlin. Inqui, nel mio caso puoi tirar le somme.

                REPLY

              23. Sir Torati
                Dec 27, 2012 @ 13:04:47 [Edit]

                chiudo pure io l’anno con gli ultimi libri letti.

                ma, come ogni cerimonia che si rispetti, prima un sentito grazie a chi mi ha invitato a condividere qui le letture dell’anno.

                sia perché questo mi ha stimolato a superare la fatidica soglia delle focaccine, ma soprattutto perché ho trovato tanti spunti per incrementare ulteriormente la pila dei titoli da comprare e da sfogliare in futuro.

                i propositi per il 2013 sono leggere ancora di più (se non come numero di titoli, almeno come pagine), ricominciare a prendere in mano qualche classico (guerra e pace, quello che parla di russia) e buttarsi quasi esclusivamente sull’usato (in alcuni siti si trovano al 50% anche le ultimissime uscite).

                ecco i miei ultimi botti:

                le mille luci di new york (jay mcinerney): io ho proprio paura a dire che un libro col bollino “consiglaito da anna massimino” non mi ha entusiasmato. forse troppo anni ottanta, forse troppo minimalista. l’ultimo (bellissimo) capitolo salva parzialmente la baracca.

                belushi (judith pisano belushi): biografia del grandissimissimo attore. splendide le foto, il testo è invece inevitabilmente buonista (scritto dalla moglie in risposta ad una biografia più cattiva): john era il più buono, il più disponibile, il più simpatico di tutti. gli eccessi? sorteggiati dalla sorte.

                scavare una buca (cristiano cavina): mezzo passo falso dell’autore. eccessivi i dettagli specifici del lavoro in una cava, meglio quando il nostro si dedica alle belle storie di paese.

                la vita dopo dio (douglas coupland): il primo coupland che proprio non mi piace. storia senza capo né coda, non bastano i bei disegnini che accompagnano ogni capitolo

                alle radici del male (roberto costantini): volumone di un bel giallo italiano che secondo me piacerebbe a quelli che si tuffano nelle analoghe uscite internazionali. è il secondo di una trilogia finora molto ben strutturata. il commissario non è né uno sfigato ma simpatico alla silvio orlando, anzi addirittura un ex fascista.

                storia di natale (charles dickens): immancabile come il panettone e le luminarie già a ferragosto. letto in un’edizione da cestone dell’autogrill con una traduzione da sussidiario degli anni settanta.

                forza bologna! (gianluca morozzi): dei (troppi) morozzi a tema calcistico, il più godibile. tutti i tifosi di una squadra di provincia si ritroveranno facilmente nelle reazioni e negli atteggiamenti di qualsiasi frequentatore di stadio.

                una buona scuola (richard yates): appena iniziato, in lettura.

                65) Le mille luci di New York – J. McInerney 66) Belushi. Una biografia – J. Belushi Pisano 67) Scavare una buca – C. Cavina 68) La vita dopo Dio – D. Coupland 69) Alle radici del male – R. Costantini 70) Storia di Natale – C. Dickens 71) Forzxa Bologna! – G. Morozzi 72) Una buona scuola – R. Yates

                REPLY

              24. Angela Del Rosso
                Dec 27, 2012 @ 16:08:13 [Edit]

                aggiorno: odore di chiuso, by Marco Malvaldi.
                Malvaldi, toscano, è noto per la serie di libri i cui protagonisti sono i vecchietti del BarLume (che io non ho ancora letto), che mi dicono essere molto godibili. Questo è un giallo classico ambientato in un circolo chiuso (in questo caso un castello della Maremma), nell’anno di grazia 1895, il cui protagonista e l’aiuto-investigatore è nientepopodimeno che Pellegrino Artusi, l’autore del primo manuale di cucina italiana. Ben scritto, ironico, scorrevole, ben descrive l’ambiente decadente e nullafacente della nobiltà di provincia all’alba della nascita del Regno d’Italia. Ottimi i ritratti dei personaggi, fra i quali rifulge quello dell’ dell’Artusi stesso.

                REPLY

              25. inquisit
                Dec 27, 2012 @ 16:38:37 [Edit]

                per Sartorello: a me nammanco è piaciuto poi molto le mille luci, però invece mi piacque assai Tanto per cambiare

                le traduzioni da sussidiario anni 70 ma io le amo, le venero!!!

                REPLY

              26. inquisit
                Dec 28, 2012 @ 11:35:45 [Edit]

                vero! bello assai!

                REPLY

              27. Martina Arcodia
                Dec 29, 2012 @ 14:56:28 [Edit]

                Io aggiungo
                Le correzioni, di J. Franzen. Un capolavoro che consiglio a tutti, belli e brutti, e
                Le piccole virtù di Natalia Ginzburg, un gioiellino

                Marti

                REPLY

              28. inquisit
                Dec 29, 2012 @ 15:11:12 [Edit]

                eeeet qua dovrei inserire la fota dei libri di uollas per quest’anno ma non riesco, ah ma domani riprovo, aaaah se riprovo!

                REPLY

              29. monichina
                Dec 29, 2012 @ 23:20:51 [Edit]

                15 la chiamata dei tre (er RE)
                16 terre desolate
                17 la sfera del buoi
                evvabe’ l’anno prossimo m’ empegnero’ de piu’!

                REPLY

              30. dievel
                Dec 30, 2012 @ 17:42:19 [Edit]

                eqquindi, sullo scadere della mezzanotte, finito l’ultimo libro dell’anno “Vento in faccia – biografia della Bandabardò” di Massimo Cotto. Un grazie a Girollo che m’ha portato in un posto pieno di libri a 3 euri.
                Come dite? non vi ho cagato per un anno e ora salti su a dire l’ultimo libro letto? e gli altri? e quanti ne hai letti?
                Allora, intanto non sono come il Sartorati che secondo me per leggere tutti quei libri non copula da non so quanti anni e comunque son tutti libri da 30 pagine, scritte in grande.
                Boh, ne ho letti un po’, una ventina più o meno. Non mi ricordo tutti i titoli. Alcuni belli, altri meno.
                Mi congedo con la stessa promessa dello scorso anno, ovvero che l’anno prossimo parteciperò di più al giocogioco.
                Buon anno a tutti!

                REPLY

              31. inquisit
                Dec 30, 2012 @ 18:08:17 [Edit]

                sei un quaqquaraqquà! e sei falso! FALSO! :-P

                REPLY

              32. dievel
                Dec 30, 2012 @ 18:11:59 [Edit]

                quaqquaraqqua sì, ma falso no, EH! :-D

                REPLY

              33. inquisit
                Dec 30, 2012 @ 18:19:35 [Edit]

                AH! .-)

                REPLY

              34. laorr
                Dec 30, 2012 @ 19:18:58 [Edit]

                Ultimi titoli, ci si sente nel 2013!

                Chiudo con un dignitoso 49, bene (ne approfitto per segnalare un doppio 34 nel mio elenco).
                Come già detto altrove, non è una competizione, per cui partecipate numerosi, è bello scambiare opinioni!
                Personalmente quest’anno tenere il conteggio mi è servito a constatare che, nonostante il mio pessimo 2012, almeno non ho perso la voglia di leggere. Piccole cose che fan bene.

                - I fuochi di Valyria – George R.R. Martin. Continua la saga… Ormai mi dice poco, ma son curiosa di vedere come va a finire, ammesso che finisca ☺

                - Il giocattolaio – Stefano Pastor. (e-book) Noir abbastanza semplice nella trama e nei personaggi, vita di periferia, rapporto adulti/bambini, difficile diventare grandi, discretamente improbabili i ragazzini che si improvvisano detective, però si può leggere.

                - Raise your hand: adventures of an american Springsteen fan in Europe – Caryn Rose. (e-book in inglese) Se interessa vi rimando qua:http://www.amazon.it/Raise-Your-Hand-Springsteen-ebook/dp/B009CAHYVC. Si ride e ci si ritrova nelle descrizioni della vita da fan anche se il mini tour della scrittrice non include l’Italia. Cmq la Inqui scrive meglio!

                - Di tutte le ricchezze –Stefano Benni. Piacevole racconto, era molto che non leggevo niente di Benni. Sicuramente l’avrò già scritto in passato per cui perdonate la ripetizione: alti e bassi ma con Benni è sempre come ritrovare un vecchio amico.

                Buon annoooooo!

                REPLY

                • any572
                  Jan 01, 2013 @ 22:37:16 [Edit]

                  grazie!!!!
                  grazieeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!

                  per la tua segnalazione del e-book su bruce da amazon…….
                  che volevo subito…..
                  hai risolto il mio problema perché non potevo usare la mia carta prepagata….
                  ora funziona tutto!!!!
                  ed ho anche il libro!!!!!

                  ancora………….GRAZIE 1000!!!!!!!

                  REPLY

              35. nondimeno
                Dec 31, 2012 @ 00:27:57 [Edit]

                vabbè, sembro scema ma oggi mi è andato in pappa il pc e nell’interminabile serata passata ad aspettare che mi si avviasse windows ho iniziato a (e finito di) leggere “alice nel paese delle meraviglie” di carroll.
                va bene, lossò, ero molto lagunosa a riguardo, ma ho colmato la mia lagunositudine leggendolo per scriverne.
                ed è, fondamentalmente, una storia che mi mette addosso paura.

                REPLY

              36. monica
                Dec 31, 2012 @ 12:03:50 [Edit]

                TErminato La donna che vestiva di rosso, E. George.

                Monica

                REPLY

              37. Naza
                Dec 31, 2012 @ 16:44:02 [Edit]

                fatto schifino questo anno letto libri che non mi sogno di mettere in lista!Però ho finito “Fai bei sogni ” di Marco Gramellini e prometto che per il 2013 mi impegno. Nà!

                REPLY

              38. stefania teodori (@bipepi)
                Dec 31, 2012 @ 17:16:43 [Edit]

                e azzìa termina l’anno bisesto con un bel
                – vita di Pi – Yann Martell
                consigliato da Annette.
                mi spregio da sola per non aver ottenuto le focaccine. (Sartorello fangulo, co tanto, tanto affetto, però…)
                Inqui cara te abbraccio assai assai, buon anno a tutta la banda del giocagiuè!!

                REPLY

              39. lanini66
                Jan 01, 2013 @ 18:19:07 [Edit]

                mi piace molto l’idea. Posso partecipare? Come si fa?

                REPLY

              40. paolajerseygirl
                Jan 01, 2013 @ 21:30:21 [Edit]

                Ecco i miei ultimi titioli del 2012:
                IL CLUB DEGLI INCORREGGIBILI OTTIMISTI – j.m. gUERNASSIA
                KAFKA SULLA SPIAGGIA – h. MURAKAMI
                CARRIE- s,kING
                IO NON HO PAURA- N.AMMANITI
                LA REGINA DEI DRAGHI- GIORGINOOOOOOOOOOOOO
                dEVO ammettere che quest’anno ho fatto un pò cacare, a questo gioco, ma nel 2013 mi rifarò!!

                OLDER

                1. inquisit
                  Jan 01, 2013 @ 22:03:52 [Edit]

                  Ciao Paolona! ma sì quest’anno siamo andati tutti un po’ alla cacchio, era bisesto, poi la crisi… :-)

                  Ciao Luca, è mooooolto facilissimo: dal 1mo gennaio cioè medesimamente oggi, ogni libro che finisci vieni qua e lo commenti, e io te lo registro in lista. A fine anno per chi arriva alla soglia dei 50 libri…

                  REPLY

                2. inquisit
                  Jan 01, 2013 @ 22:55:41 [Edit]

                  ma non dire subito i premi!!! ahahhaah! chi arriva ai 50 libri avrà innanzitutto TANTISSIMA STIMA, a manetta proprio guarda :-P

                  REPLY

                3. inquisit
                  Jan 02, 2013 @ 17:00:48 [Edit]

                  Sì ma Orra ma come si fa a finire a 49? ahahah vergognati la faccia! :-P ti leggevi il 30 due harmony e taaaac! arrivavi ai 50! ahahah

 

2 Responses to “50 libri in un anno 2012 edition”

  1. laorr Says:

    Uffi… ma soprattutto pl pl pl! :P
    ahahahahah!

  2. inquisit Says:

    ora per punisione tre paternostri e due delillo
    ahahhah


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s